Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Liguria, questione capanni

| 13 luglio 2009 | 44 Comments

LIGURIA: WWF-LAC-ENPA, REGIONE TENTA SANATORIA EDILIZIA PER CACCIATORI
(ASCA) – Roma, 13 lug – Una proposta di leggina regionale, concepita dall’assessore regionale ligure all’Agricoltura Cassini (dopo le sanzioni contestate nel savonese per volumi abusivi di capanni di caccia) mira a liberalizzare la costruzione di palchi ed ”altane” usati per sparacchiare in autunno principalmente ai colombacci selvatici”. Lo denuncia una nota congiunta di WWF, LAC -Lega Abolizione Caccia ed ENPA.
Specialmente il ponente genovese (alture di Voltri, Pegli, Sestri, ma anche alcune altre aree sia del Savonese costiero che del levante ligure), spesso in aree di pineta, e’ pieno di quelle orribili strutture – avvertono le associazioni – alcune alte anche 10 metri, costruite ultimamente con tubi-innocenti (simili a quelli dei ponteggi) su cui poggiano soppalchi e baracchette a livello della chioma dell’albero, da cui si spara ai migratori.

Il testo proposto, escogitando un privilegio per i cacciatori e modificando la legge edilizia regionale del 2008 – affermano Lac, WWF ed Enpa – mira ad escludere questi vere e propri ”obbrobri agresti” dagli obblighi della comunicazione o dichiarazione di inizio attivita’ (D.I.A.) che sono in capo a tutti gli altri comuni cittadini che effettuano piccoli interventi edilizi di nuova costruzione o di semplice manutenzione straordinaria.

Via libera poi, sempre senza obbligo di comunicazione alcuna ai comuni, e men che meno di permessi, a ”strutture per attivita’ ludiche agro-silvo-pastorali”, in modo da far rientrare nella arzigogolata definizione -una sanatoria di fatto- anche baracche e baracchette varie, comunemente usate per nascondere i fucili alla vista dei migratori di passaggio.

Il testo aggiunge anche la possibilita’, per legge, di sparare dal 1 gennaio al 15 marzo ai giovani di capriolo di pochi mesi, al fine malcelato di cautelare le delibere provinciali da possibili ricorsi al TAR che, negli anni scorsi, hanno frequentemente visto soccombenti le province di Genova e Savona.

Se il Governo vuol varare il ”piano casa”, la Giunta ligure sembra rispondere con un piano di appostamenti per contraerea ai volatili, affermano le sezioni liguri di WWF, ENPA e Lega Abolizione Caccia. Una proposta indecente che merita di essere ritirata, cosi’ come il ben piu’ grave cemento dell’imminente piano casa reigonale.

res-mpd/mcc/rob
(Asca)
http://www.asca.it

 



 

Category: ENPA, LAC, Liguria, WWF

Comments (44)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. siete la vergogna piu’ assoluta parlate voi perche’ la signora morelli che è in regione non puo’ farsi sentire visto il loro operato che vede ancora oggi il suo ex presidente pecoraro scanio indagato anche sulle centrali elettriche e chissa in cosa ancora ?
    andate a lavorare ma con la schiena piegata.
    nel giugno prossimo che verra’ faremo i conti con le regionali una volta per tutte la provincia è gia’ andata

  2. Fiore scrive:

    -una sanatoria di fatto- anche baracche e baracchette varie, comunemente usate per nascondere i fucili alla vista dei migratori di passaggio!!!???

    principalmente ai colombacci selvatici”.!!!???

    ”obbrobri agresti!!!???

    Via libera poi, sempre senza obbligo di comunicazione alcuna ai comuni, e men che meno di permessi,!!???

    sono informati bene !!!! e qualcuno magari gli crede!!!

  3. vado a dormire altrimenti comincio a scrivere fino a domattina

  4. nicola la spezia scrive:

    grazie di esistere senza di voi non riuscirei più a ridere….siete tanto ridicoli che mi fate pena!!!!! ma perchè non andate anche voi a legarvi sulla ciminiera della centrale….ma andateciin tanti….possibilmente tutti…poi aspettate che qualcuno la accenda e fate tutti insieme un bel falò… sarebbe un modo pulito per scaldare tante persone….pulito per modo di dire….LOZZI!!!!!!!!

  5. giovanni b scrive:

    Non meravigliatevi, è normale,

    questo atteggiamento di vietare tutto a tutti è una malattia insita negli uomini di sinistra, le varie motivazioni sono solo la scusante giustificativa, di fatto è solo l’invidia per tutto quello che fanno gli altri che determina certi atteggiamenti, i capanni non possono certo esserne esenti.

    Il sindaco di sinistra del comune dove ho il mio capanno alle palombe, alla mia richiesta di poter istallare una piccola capanna per ripararmi dal maltempo,visto che i cinghialai sono autorizzati con delibera ad avere una capanna anche molto ampia,oltre 100 metri quadri, mi ha risposto che non era possibile perchè avrei potuto nel tempo cambiare la destinazione d’uso e magari costruirci una casa, premesso che il sindaco è un amico, premesso che il bosco dove ho il capanno non è di mia proprietà, aggiungo che nella sua malattia vietativa ha anche puntualizzato che bisognava analizzare anche un attimo la situazione capanni, perchè anche qui ci poteva essere la possibilità di perpretare in seguito degli abusi edilizi, non gli ho più parlato, perchè ritengo che ognuno abbia la propria dignità da difendere, e parlare con i cr.t.ni per me deve essere una mia scelta, ma soprattutto vogli avere il diritto di scegliermi il cr.t.no di turno casomai volessi parlarci.

  6. Giusti Giacomo scrive:

    X Narancio Luca
    A me non mi interessa piu`,tanto i omunisti si sono estinti.
    Ma abbozzala di rammentare i morti,e gioisci per il pecoraio indagato,e scarica la tua rabbia contro questi mentecatti che sparano ca***te dalla mattina alla sera.
    Luca
    Stai vedendo fantasmi>
    Ciao da(come ormai saprai) un convintissimo iscritto al CPA da piu`di 20 anni.

  7. Giusti Giacomo scrive:

    GiovanniB
    Scusa se intervengoma mi sono rotto sempre a sentir parlare di politica.
    Vedi Giovanni io ERO uno di sinistra,forse anche piu`in la,ma non mi sono mai permesso durante gli anni del mio attivismo politico che fu`,di vietare niente,ma niente a nessuno,anzi,ho dato,e ho concesso.
    Ora ho chiuso con il passato.
    Certo non ci sputo sopra,perche`fa parte della mia gioventu`,ma non mi venire a dire che questi sono di sx,o(peggio ancora) comunisti perche`questa gentaccia e`nata in epoca recente.
    Si e`aggregata dalla parte dove entravano tutti,perche`stavano perdendo pezzi dappertutto, e 4 voti gli facevano pure comodo,a quella sinistra.
    A me la sinistra di oggi,e quelli che sono stati mandati giustamente a casa,mi fanno veramente schifo.
    Ciao.

  8. ciao giusti si conosco il tuo cpa orgoglioso di farci parte anche io come giustamente dici tu ed è vero gioire del pecorario bona

  9. Giusti Giacomo scrive:

    x Nicola La Spezia
    Non ho capito il tuo post.

  10. nicola la spezia

    infatti tu sei gemello ci sono tanti come te pultroppo nella nostra regione che meno male sono estinti anzi direi che chi si salva fa proprio vedere che si attacca ai vetri naturalmente scivolate sempre buon riconfermato

  11. Giusti Giacomo scrive:

    X Luca Narancio
    Ciao e buona notte anche a te.
    W il CPA.

  12. Fiore scrive:

    cavoli, menomale che ero io quello che parla solo di politica,

    avreste fatto meglio a ……

  13. Giusti Giacomo scrive:

    Fiore
    Io mi difendo,non voglio passare per quello che non c’e`piu`,perche`non c’e`PIU!!
    E non mi riconosco assolutamente con quello che e`rimasto,nel modo piu`categorico.

  14. giovanni b scrive:

    Anche a me da fastidio parlare di appartenenze politiche caro Giusti, ma come in questo caso se ci sono tirato lo faccio.

    Non voglio certo rimproverare nessuno per la sua appartenenza, la mia era solo una delle tante se non infinite situazioni in cui mi sono trovato per colpa di chi ha nel dna la volontà di vietare.
    Ma la nota triste, e qui non sarai daccordo con me ,è che tutti questi grandi vietatori sono il risultato dell’onda lunga del 68 quando nelle piazze chiedevano di essere liberi(se non anarchici),ma liberi di fare cosa?
    Vietare a prescindere è il modo più semplice per non decidere, ma dimostrare anche di non saper decidere.

  15. ritz scrive:

    Ma come fa l’Arcicaccia, e le altre, a fare le Feste popolari e tavolate con questa gente? sarà da ridere quando anche i cacciatori tutti impareranno ad usare Internet e conoscere queste cose. Speriamo che avvenga presto. Noi del CPA intanto le diffondiamoa voce e quelli che non ci credono si fa loro leggere direttamente. Chiudono gli occhi e meditano.
    Roberto Vannuccini

  16. giorgio giannoni scrive:

    Basta non se ne può più. Ogni volta che si parla di caccia vengono fuore gli Zombi, chi sono gli ZOMBI? coloro che in un tempo non tanto remoto erano a capo del più importante Ministero Italiano ” Il Ministero dell’Ambiente” ma questi tutori dell’ECO SISTEMA sono stati presi con le mani nel barattolo della marmellata ovvero sia l’allora ministro pegoraro scani è indagato sulle centrali elettriche ecc, il presidente Fulco Pratesi è stato denunciato per discarica ubisiva proprio nella sua villa in Saedegna senza dimenticare la facenda della gestione del parco degli Abruzzi, potrei elencare altre anomalie di questi signori, certo tutte prese dagli organi di stampa e mai smentite dagli interessati. qui mi fermo lanciando una proposta a questi signori, perchè senza fare una strepitosa guerra al mondo venatorio le associazioni ambientaliste ed venatorie non incominciano a collaborare insieme per una tutela dell’ambiente cosa che sta a cuore a tutte due le parti? cento una oarte del mondo venatorio contesterà questamia proposta ma sono convinto che unendo le forze si arrivi ad un interesse comune,un ambiente sano dove ogni tito di selvaggina possa vivere e prolificarsi facendo cosi felice il mondo ambientalista ed il mondo venatorio per un adeguato prelievo della stessa mettendo cosi da parte ogni ostilità e cattiveria verso noi cacciatoti.

  17. giorgio giannoni scrive:

    per l’amico Narancio Luca (C.P.A liguria
    Ciao sono il Presidente regionale del C.P.A. Liguria Sarei felice di scambiare due parole con te.
    Scrivimi la mia e-mail e la seguente ;
    cpavenatoria@libero.it

  18. SPRINGER scrive:

    Caspita Giorgio , questo si che e’ una bel parlare . Io lo dico da sempre , ma purtroppo non credo che le tue parole entusiasmeranno molti frequentatori del Blog .
    Appena si parla di proteggere , ambientalismo , collaborazione , scoppia ( quasi ) il finimondo .

  19. Giusti Giacomo scrive:

    Giovanni b
    Il Giusti non appartiene piu`a nessun partito.
    Il Giusti appartiene alla caccia,e da piena fiducia a chi lo manda, o cerca di mandarlo nel modo giusto.
    Il male alla caccia non e`venuto nel 68 ma ma 24 anni dopo,e ista l’eta`media degli anti caccia di oggi non sono sessantottini di sicuro.
    Il Giusti e`stato uno di quelli,(anche se ero molto giovane),ma i miei figli vanno a caccia tutti e due.
    Un saluto cordiale.

  20. Giacomo scrive:

    x SPRINGER :

    copio e incollo,

    ma purtroppo non credo che le tue parole entusiasmeranno molti frequentatori del Blog .
    Appena si parla di proteggere , ambientalismo , collaborazione , scoppia ( quasi ) il finimondo .

    ma cosa vai dicendo ! Ma quando mai si è detto che non vogliamo collaborare con gli ambientalisti ? Quelli seri però, perche agli altri non gli conviene collaborare con noi, se no non possono fare quello che vogliono, hai capito ?

    A te forse ancora non ti è chiaro,perciò non dire cose sbagliate ! Forse questo speri, far succedere il finimondo ? Saluti

  21. SPRINGER scrive:

    Giacomo , perche’ continui a ripetere se ho capito . Ho capito , ho capito . Fidati che ho capito . E mi e’ anche molto chiaro su quello che e’ il comune sentore dei cacciatori su questo argomento . Molto chiaro .
    Quello che non mi e’ chiaro e’ perche’ te la prendi tanto e questo tuo atteggiamento rissoso .
    Non scaldarti…… fa’ male .

  22. adri scrive:

    i soliti trucchetti della regione liguria assieme alla sanatoria delle costruzioni dei palchetti e capannini si aggiunge anche la caccia al capriolo cosi una non passa ma si dà il contentino e sapete chi vince’? ilcapriolo li i rossoverdi sanno che girano dei soldi e allora tutto ohei speriamo che presto sti ……..tutti a casa

  23. Giacomo scrive:

    Io di solito uso dire – è chiaro ? – Mio caro Springer mi sembra che tu batti sempre lo stesso tasto, butti sempre benzina sul fuoco.
    Eppure dici di essere cacciatore.

    Io penso che anche chi va a prendere farfalle per fare la collezione puo chiamarsi cacciatore.

    Perchè non rispondi sull’argomento ? Piuttosto dimmi chi su questo sito ha detto che non vuole collaborare con gli ambientalisti, e non ti preoccupare che io non sono arrabbiato.

    Sono solo scocciato dalle solite incursioni non veritiere. Saluti

  24. Giusti Giacomo scrive:

    Springer
    Secondo me non puo`essrci un accordo con gli ambientalisti italiani,(parlo di wwf,lipu,lac,legambiente ecc)perche`sono solo degli anti caccia e basta.
    Ci sono anche ambientalisti seri,ma purtroppo contano ancora poco, sarebbe con loro il caso di collaborare,con gli altri e`tempo perso.
    Tu sai che noi siamo i veri ambientalisti,perche`in un ambiente inquinato e deturpato,non c’e`selvaggina,quindi la nostra passione cesserebbe di esistere.
    Purtoppo in Italia quelli abbiamo,come fai a collaborare con chi ci offende,e ci attacca con menzogne,e che dice che la miglior caccia,e`quella chiusa?

  25. SPRINGER scrive:

    Risponderei volentieri all’ argomento se tu ne proponessi uno . Cosa che per il momento non e’ successo .
    Non so se su questo sito ci siano o meno cacciatori disposti a collaborare con gli ambientalisti anzi uno sicuramente c’ e’ e sono io . L’ ho sempre detto e anche specificato con chi . Ce ne sono sicuramente anche tanti altri e meno male .
    So chi ” sarebbe meglio non collaborasse ” con gli ambientalisti per non farci fare brutte figure nonche’ ghettizzarci ulteriormente , e quello sicuramente …….. sei tu .

    La tua geniale idea di recintare ampie zone montagnose per metterci gli Orsi ( e lasciare fuori noi e tutti gli altri ) non sarebbe venuta neanche al buon Pecoraro Scanio o Fulco Pratesi . Speriamo non ti leggano seno’ siamo rovinati !!

    Non caccio farfalle da quando sono cresciuto ( da bambino , come tutti i bambini , confesso di averlo fatto ) .
    Se per caso lo facessi tu , stai attento perche’ alcune di loro sono protette ne piu’ ne meno di Orsi , Lupi , Aquile e se ti beccano ….. son dolori .
    Ma che te lo dico a fare ……. sicuramente da cacciatore ambientalista , lo sai meglio di me .
    Non ti scocciare anche adesso pero’……
    Hai capito !!

  26. cele scrive:

    xSpringer
    Si può collaborare con certi ambientalisti…non farsi comandare dalle loro tesi troppo spesso elaborate x mettere in difficoltà chi legittimamente pratica qualsiasi forma (lecita)di caccia.Che dire,della L.A.C (lega abolizione caccia)cosa si puo pretendere di più dalla vita…che dialogare con chi vuole l’estinzione della (bestia)cacciatore?
    ATTENZIONE..i certi ambientalisti sopracitati,era solo x iniziare la frase,in quanto penso che chi voglia veramente bene alla fauna e flora debba lavorare sul territorio non ricorrere sempre a scartoffie,leggi o ricorsi pur di ostacolare chi svolge an’attività,fino a prova contraria legittima.

  27. ANTONIO PINOTTI scrive:

    Agli amici del sito,maledico “in senso buono” s’intende, chi mi ha fatto avvicinare al “marchingegno”. Almeno prima mi arrabbiavo solo con la carta stampata.
    Faccio sempre prima “la scaletta” ed il programma degli argomenti dei “dei taccuini”, ma questa salta sempre, perchè c’è sempre qualcuno, come in questo caso, che mi fa saltare la “luccciola sul naso” ! Ma senti un pò questi signori !

    Ma sanno di che cosa parlano? Conoscono le abitudini dei cacciatori Umbri di Palombe ?
    Sanno che cosa significa guidare le piante senza tagliarle ? Hanno visto mai un appostamento ai colombacci? Il capanno mimetizzato, fatto con cura, ordinato con i crinelli di ornello, direi quasi una “bomboniera”. E la capanna che dai cacciatori viene considerata come “una piccola chiesa”, si perchè non manca mai un immagine sacra ed il lume per i morti. Ed il vallorone piegato per non romperlo, la frusta di cerro, l’edera.

    Da una parte il focolare fatto con un bidone arrugginito, il piccolo fornello a gas,i piatti, la caffettiera, lo zucchero, l’olio buono.
    Poi sulla parete il calendario di Frate Indovino, le migliole, la paletta, la graticola.

    Una cassettina che conserva il lume ad olio, che si accende la vigilia di S.Brunone (6 ottobre).

    A Natale io vado nella capanna ad accendere le luci di un piccolo albero alimentato a batteria.

    L’anno scorso, d’inverno, con qualcuno che scrive su questo sito, abbiamo invitato alcuni giornalisti, ed abbiamo improvvisato da mangiare. Fave bollite con l’olio buono e l’arrosto. Il tutto innaffiato con il vino nero.

    I rappresentanti della stampa sono rimasti allibiti. Tutti a domandare non è questa “la caccia” che immaginavamo, e si riferivano alla descrizione minuta che abbimo fatto, di come è organizzata una caccia di Palombe.

    All’indomani sul Messaggero è uscito un articolo ed una foto a colori, abbastanza singolare. L’articolo parlava, oltre che della caccia, anche di due piccoli cartelli che facevano bella vista di se all’ingresso dell’appostamneto. In essi si pregano le persone che passano, di rispettare i manufatti,” e di non tagliare le corde degli azzichi”, con l’aggiunta che vicino alla porta della capanna, possono trovarla e prelevarla, in quanto offerta dai cacciatori, con l’aggiunta dell’immancabile “grazie”.

    Buonasera a tutti.

  28. Fabrizio scrive:

    sanatoria per altane e capanni ?????

    siamo al delirio ……………..

    la stessa legge 157/92 stabilisce che gli appostamenti fissi (altane o capanni che siano) NON SONO CONSIDERATI COSTRUZIONI DA SOTTOPORRE ALLA DISCIPLINA DELLA NORMATIVA URBANISTICA !!!!!!

    condonare costruzioni non condonabili per legge e’ roba da barzellette!!!!

    Fabrizio

  29. SPRINGER scrive:

    Ciao Giacomo ( Giusti )
    Io ho sempre sostenuto la necessita’ di dialogo fra Ambientalisti e Cacciatori per un semplice motivo .
    Tutti e due abbiamo come obbiettivo la protezione di Fauna e Ambiente . Ci divide solo il ” finale ” .
    Noi lo facciamo per poter godere di un capitale di cui raccogliere gli interessi .
    Loro per goderne ” integralmente ” lasciandolo intatto ( sia il capitale che gli interessi ) .
    Il 90% del cammino prima di dividersi sul ” finale ” e per ottenere tutto cio’ , puo’ essere fatto assieme intrecciando le diverse esperienze e unendo le rispettive forze . Ci divide dicevo ,e mi rendo ben conto che non e’ poco , l’ atto finale . Tutto sta’ a trovare chi , nell’ ambiente ” ambientalista ” ( gioco di parole ), questo atto finale non lo disconosce e lo demonizza , capendone in diversi casi l’ utilita’ , la ” sostenibilita ” in altri . Cioe’ il prelievo di fauna selvatica senza incidere negativamente sulle popolazioni animali , anzi con l’ intento di migliorarle , mantenendo l’ equilibrio fra le specie .
    Da parte nostra naturalmente deve esserci la volonta’ , anzi direi ” PIU’ VOLONTA’ ” di rispettare le regole che rendono possibile questo genere di collaborazione che in parecchi altri Stati europei e ” extra ” , e’ in essere da tempo e funziona benissimo , e rendere effettivamente sostenibile la caccia a cui vogliamo sottoporre le specie .
    Questa e’ la mia idea da sempre .
    Fortunatamente adesso gli interlocutori che non rinnegano o demonizzano quel ” nostro atto finale ” , quel rimanente ma importantissimo 10 % , sembra ci siano ed e’ con quelli che bisogna parlare , ” allearsi ” e cominciare a lavorare seriamente . E’ vero che siamo e sono agli inizi e OGGI sono organizzazioni piccole ( ma anche WWF e LIPU lo erano ) e per il momento poco conosciuti …… ma se mai si comincia ……
    Cominciamo a coinvolgerle e a sostenerle . Facciamole partecipare ai nostri incontri . Abbiamo tutto l’ interesse di legittimarle , farle crescere e conoscere perche’ e’ l’ unica speranza che abbiamo per poter un DOMANI ( sempre se per i motivi detti prima ” CE LO MERITEREMO ” ) sperare in una caccia piu’ libera , in posti migliori di quelli in cui oggi siamo costretti e che guardi al futuro con una ragionevole speranza di continuare ad esistere .
    Chiudo facendoti un esempio concreto , un fatto realmente accaduto di collaborazione fra cacciatori e ambientalisti andato a buon fine e a favore di tutti e due i soggetti ( e che magari gia’ conosci ) .
    In Senegal Il CIC (Consiglio Internazionale della Caccia e della Salvaguardia della Fauna) , gia’ la sigla ti fa capire che caccia e salvaguardia vanno a braccetto , in collaborazione con organizzazioni ambientaliste locali ha riallagato 52.000 ettari ( mica pochi ) di zone umide che erano state bonificate per renderle coltivabili e che aveva causato una sensibile rarefazione delle presenze , principalmente di Marzaiola ma anche altri anatidi ,limicoli , ecc. , nei paesi europei che prima di quella sciagurata bonifica li vedevano ” passare ” e potevano cacciare .
    Gli ambientalisti ( ma anche tutte le persone con un minimo di sensibilita’ ambientale ) sono contenti perche’ hanno recuperato una zona umida di primaria importanza che va ben al di la dei confini senegalesi , i cacciatori , locali e non , idem per il ritorno di fauna cacciabile scomparsa , e gli abitanti del luogo hanno potuto far ritorno in quei luoghi ( casa loro ) che erano stati costretti ad abbandonare perche’ erano diventati una landa deserta , polverosa e priva di vita .
    Lo stesso ” lavoro ” chissa’ in quanti altri posti , anche italiani , puo’ esser fatto .
    Ecco perche’ si puo’ e per me SI DEVE FARE .
    Ciao !

  30. ANTONIO PINOTTI scrive:

    Sig. Springer,

    Figuriamoci se io non sia d’accordo con Lei, dalla a alla zeta.

    C’è un fatto però, con Zefiro abbiamo cercato di coinvolgere gli anbientalisti al massimo livello. Personalmente avrò parlato cento volte con DELLA SETA E MORABITO. SEmpre “Niet”.
    In raltà hanno paura della concorrenza di noi cacciatori, e per questo “marcano” il territorio come i “pettirossi”.
    Eppure non parlavamo di caccia, ma di risorze idriche, d Kyoto, di OGM, di Energia. Allora come la mettiamo ? Quest’anno sembra che il WWF abbia intenzioni buone rispetto al tema di Zefiro “Gli alberi e la vita- Adotta la natura” – “Trees ad life – adopt nature”. Vediamo se son rose fioriranno, e non mancherò di farglielo sapere attraverso il sito”

    Buonasera.

  31. SPRINGER scrive:

    Sig. Pinotti , non era lei che diceva che goccia dopo goccia … anche la roccia si spezza ??
    Bisogna insistere e non mollare la presa , perche’ se un’ idea e’ giusta deve esserne ricercata la realizzazione fino in fondo a costo di impiegarci tutta la vita . Vorra’ dire che ne godranno gli altri , quelli che arriveranno dopo di noi come altri lo hanno fatto a suo tempo per noi ( e non mi riferisco alla caccia ma a tutti i campi della vita ).

    Aspettarci dall’ oggi al domani un’ appoggio incondizionato da parte delle Associazioni Ambientaliste piu’ famose e rappresentative ANCHE , ma non solo , per i motivi da lei detti , e’ pura utopia . Comunque , se la notizia di un leggero ammorbidimento che ci ha dato , verra’ in seguito confermata , si puo’ sperare nell’ inizio di qualcosa . Meglio tardi che mai e non manchi di tenerci aggiornati sul tema .

    IO COMUNQUE FACEVO RIFERIMENTO ALLE ” ALTRE ” , quelle che compaiono anche sull’ Home Page di questo sito e cioe’ Fare Ambiente e Wilderness di Franco Zunino che rappresentano , anche se piccole , le teste di ponte di un’ idea ecologista che non ci vede ( e vuole ) contrapposti .
    Con loro come va’ ???? Avete qualche contatto o futuro progetto ??
    Saluti .

  32. SPRINGER scrive:

    Dimenticavo …..
    L’ espressione “” marcano il territorio come Pettirossi ” e’ bellissima e degna di un cacciatore .
    Devo assolutamente ricordarmela e usarla alla prima occasione .
    Alla prossima .

  33. cele scrive:

    x Springer
    Ecco lei a dato l’esempio raccontandosi di com’è un vero ambientalista,sarebbe con gente così che bisognerebbe trattare,senza preconcetti di sorta,quindi le chiedo chi sono i veri ecologisti?se non i cacciatori con la C maiuscola?

  34. SPRINGER scrive:

    Cele , ti ringrazio per il riguardo ma dammi tranquillamente del tu . Preferisco e per me non e’ mancanza di rispetto . La mancanza di rispetto si vede in altre cose .

    Non confondere le cose .
    Il cacciatore e’ cacciatore , l’ ambientalista e’ ambientalista .

    Le due ” anime ” pero’ possono coesistere e non combattersi perche’ hanno uno scopo comune : Habitat idonei e integri che possano ospitare piu’ animali delle diverse specie .
    Possono collaborare cosi’ come dimostra l’ esempio che ti ho fatto del Senegal , ma anche per il rapporto che esiste fra i due soggetti in molti Paesi del mondo che ha dato origine a progetti del genere facendo si che unendo le forze nell’ ideare comuni strategie di intervento e obiettivi da raggiungere , si ottenessero risultati decisamente superiori e in modo piu’ rapido a quelli ottenibili se si fossero mossi ognuno per conto proprio e/o peggio ancora contrapposti uno all’ altro .
    Ma ci sarebbero altri mille motivi per preferire il dialogo alla contrapposizione .
    Solo da noi e’ cosi’ marcata e netta la differenza , anche se sembra che qualcosa stia cambiando , perche’ in molti altri paesi pur mantenendo ognuno le proprie peculiarita’ ( proteggere per avere piu’ animali uno -proteggere per avere piu’ animali di cui cacciarne una parte l’ altro ) la collaborazione e il dialogo c’ e’ e un compromesso o soluzione che accontenti tutti si trova sempre .
    A te per esempio farebbe schifo se un’ Associazione Ambientalista facesse in modo di proteggere un pezzo piu’ o meno consistente di territorio dove poter anche cacciare con le dovute regole e etica ( magari anche piu’ restrittive di quelle in essere nel territorio ” normale “) sottraendo il medesimo alle grinfie di chi lo vuole proteggere integralmente ,( leggi divieto di caccia assoluto anche davanti alla catastrofe ecologica ) e alla speculazione edilizia o di ogni altro genere che lo porterebbe nel giro di poco a degradarsi e sparire ?? Non credo .
    E a un Associazione Ambientalista seria e non contro di noi ” a priori ” , darebbe fastidio utilizzare il cacciatore come mezzo di gestione di alcune popolazioni animali che possono creare problemi o prendere il sopravvento su altre o alterare l’ ecosistema che si e’ prefissata di tutelare . Oppure sfruttando le sue conoscenze in materia di animali selvatici formatesi in anni e anni di esperienza sul campo . O ancora , come guardiano e presidio del/sul territorio ?? Anche qui , non credo . E non me lo sono inventato io , sono cose state dette .

    Prima era una pia illusione sperare in questo , adesso sembra gia’ piu’ possibile .
    Non ci resta che aspettare , sperare e fare il tifo perche’ questo possa effettivamente accadere .
    Almeno …… e’ quello che io faccio . Gli altri sono liberi di pensare quello che vogliono .
    Ciao !

  35. Fiore scrive:

    @ SPRINGER

    hai tutta la mia ammirazione e approvazione, però non so se è un bene in questo sito.

    dacci dentro perchè è veramente dura, comunque chi ha le idee chiare le soluzioni le trova sempre, il peggio è per chi s’arrabatta a stare ditro a qullo o a quell’altro.

    saluti

  36. BEN scrive:

    Oggi guardavo il Tour de France e siccome andavano piano come le lumache, ho ammirato i bei posti dove passa la Corsa della Grand Boucle e pensavo: che bei terreni di caccia!!! Beati loro, campi arati che si mescolavano ad altri coltivati anche a sola erba da pascolo, boschi, e di case, davvero poche, se uno aveva voglia di camminare… . Qui da noi devi stare attento ad avere l’occhio “metrico” per paura di essere sempre fra le costruzioni in cemento!!! un saluto.

  37. Giusti Giacomo scrive:

    Fiore

    Anche te mi pare tu vada dietro a quello,
    E chi te l’ha detto che io vado dietro a quell’altro?
    Per aver ragione bisogna per forza andare dietro a qualcuno?
    Mi dispiace,ma io al dialogo con wwf,lipu,legambiente,lac,lav,e compagnia bella,non ci credo!Punto!
    Ma l’ho capito con la mia testa,a me non me l’ha detto quell’altro.
    Perche`sei sempre nel giusto,e gli altri sempre nello sbagliato?

  38. Giusti Giacomo scrive:

    Ben
    il ciclismo lo guardo solo per quello.
    Per vedere i posti di caccia,e immaginarmeli pieni di selvaggina di passo e stanziale.

  39. Giacomo scrive:

    x Springer.

    Ma non eri tu quello che qualche giorno fa volevi chiuderti nei recinti perchè eri contro la libera circolazione dei cacciatori su tutto il territorio per trenta giornate alla migratoria ?

    Io ho espresso un mio parere sulle recinzioni degli animali pericolosi, perchè se non sbaglio l’orso è un animale pericoloso per l’uomo negli zoo li tengono chiusi.

    Ma non so perchè uno che come te ambiguamente parla da animalista e da ambientalista cacciatore voglia tenere gli animali fuori dai recinti e gli uomini dentro.

    Degli orsi ne riparleremo quando si moltiplicheranno.

    Apprezzo molto di come parli per l’ambiente, prima hai detto che noi su questo sito non ne eravamo capaci facevamo succedere il finimondo pur di parlare con gli ambientalisti la pensi ancora a questo modo.

    Comunque vorrei sapere come la pensi riguardo agli uccelli tenuti i gabbia coperti senza fargli vedere la luce in modo che poi cantano meglio.

    Chisà cosa direbbe di questo Fulco.

  40. Giacomo scrive:

    Springer Dimenticavo :

    sia l’allora ministro alfonsino oggi indagato sulle centrali elettriche ecc, il presidente Fulco è stato denunciato per discarica abisiva proprio nella sua villa in Saedegna senza dimenticare la facenda della gestione del parco degli Abruzzi.

    Questi sarebbero quelli che ci potrebbero rovinare ?
    Scusami non volevo disturbare i tuoi amici ambientalisti.

  41. SPRINGER scrive:

    Giacomo se tu ti scocciassi meno alle mie parole e leggessi con calma quello che scrivo riusciresti ad afferrarne il significato . Invece ti scocci , leggi distrattamente e mi attribuisci cose lontane dal mio pensiero .
    Ti faccio un riepilogo per sommi capi cosi’ ti e’ piu’ chiaro .

    Ho detto che il mio come altri ATC funziona e anche bene sia per la stanziale che la migratoria . E’ vero e non so cosa dire d’ altro . Ribadisco il concetto espresso per la stanziale dell’ assoluta necessita’ di avere questo tipo di gestione altrimenti si tira a campare con quei quattro animali prontacaccia lanciati il Venerdi sera e spariti il Sabato mattina . Da me , se si e’ disposti a cercarli in posti difficili , puoi trovare selvatici stanziali ” veri ” anche l’ ultimo giorno di caccia .

    Ho detto che dire che questo genere di istituzioni , gli ATC , non funziona quando nel proprio o c’ e’ un Comitato di Gestione incapace , oppure e’ capace ma e’ stato insediato da troppo poco tempo per vederne i risultati pratici che invece ne richiedono diverso , o addirittura , come a Roma , a distanza di quasi 20 anni ( ti rendi conto quanto lunghi sono 20 anni ? ) ancora non c’ e’ nulla , impedisce di dare una valutazione corretta e obiettiva di questo .

    Ho detto che comunque a distanza di 20 anni dall’ entrata in vigore , la 157 ha necessita’ di un ” tagliando ” . Questo non vuol dire che approvi tutte le richieste di modifica fatte .

    Ho detto che non capisco il voler richiedere le 30 giornate alla migratoria , perche’ da me e’ possibile farlo gia’ adesso per 10 giornate per ogni ATC , con un permesso del costo di 50 euro senza dover pagare mazzette a nessuno o chiedere favori particolari ovviamente previa disponibilita’ di posti liberi che comunque si trovano abbastanza facilmente . Detto questo NON HO MAI SCRITTO ( copia e incolla una mia frase se la trovi ) di essere contrario a priori e non volere assolutamente queste benedette 30 giornate .

    Ho detto , e lo ripeto , che SECONDO ME ( opinione personale ) in particolari zone vocate da individuare , l’ accesso deve essere comunque ” gestito ” per non correre i rischi ” fantozziani ” che conosciamo tutti di quando ci si reca in posti buoni che pensiamo di conoscere noi e pochi altri e ci si ritrova in mille come al mercato infrasettimanale . A te puo’ anche piacere ” stringerti ” , a me no .
    Io vado a caccia per staccare dai ritmi frenetici della citta’ in cui vivo e solo il pensiero di trovarmi in mezzo al ” casino venatorio ” mi fa’ venire i brividi . Quelle poche volte che mi e’ successo sono risalito in macchina e tornato a casa .

    Per quanto riguarda i richiami vivi , non so cosa ne pensi il tuo amico Fulco , pero’ posso dirti come la penso io .
    Rispetto a come si faceva prima per farli cantare meglio e di piu’ , cioe’ accecarli , la ” chiusa integrale ” ( perche’ penso che sia a questo che fai riferimento ) e’ gia’ un gradino piu’ su di quella pratica barbara e incivile . E’ comunque un metodo quello della chiusa integrale , che viene sempre meno utilizzato lasciando il posto a quello basato sul fotoperiodo che tu sicuramente , da cacciatore esperto qual sei conoscerai benissimo , percio’ non ti descrivo . E’ quello che se dovessi cacciare turdidi o allodole da capanno userei io .

    Quelli che ci rovinano sono gli stessi che ci hanno fatto un mazzo cosi’ fino a pochi mesi fa’ quando si parlava di modificare la 157 e che ricominceranno a farcelo appena se ne ricomincera’ a parlare . Quello era solo l’ avvertimento , probabilmente seguira’ anche il resto . Un primo risultato l’ hanno gia’ ottenuto , perche’ a distanza di mesi e mesi ancora non si e’ fatto ” concretamente ” nulla e non si sa quando e se si arrivera’ a qualcosa e a cosa si arrivera’ .
    Staremo a vedere .
    Ciao !

  42. Giacomo scrive:

    x SPRINGER :

    copio e incollo

    So chi ” sarebbe meglio non collaborasse ” con gli ambientalisti per non farci fare brutte figure nonche’ ghettizzarci ulteriormente , e quello sicuramente …….. sei tu .

    La tua geniale idea di recintare ampie zone montagnose per metterci gli Orsi ( e lasciare fuori noi e tutti gli altri ) non sarebbe venuta neanche al buon Pecoraro Scanio o Fulco Pratesi . Speriamo non ti leggano seno’ siamo rovinati !!

    Caro Springer fai troppe chiacchiere quello che hai detto sull’ambiente lo stiamo dicendo da una vita non hai niente da insegnare a nessuno.

    Sei d’accordo di tenere gli ucceli in gabbia per richiamo con aggiunta di trattamento a foto periodo !

    E non sei d’accordo con la recinzione di un parco per gli orsi animali pericolosi per l’uomo.

    Adesso ci sarebbe da sperare che i tuoi cari animalambientalisti non ti leggano ! Per non fare una pessima figura.

    E con te mi dispiace discorso chiuso io rispetto le idee degli altri tu no, non sei un ambientalista che può collaborare con i cacciatori.

    Perchè tu non sei un cacciatore sei uno sparatore che vuole fingersi ambientalista.

  43. SPRINGER scrive:

    Bravo Giacomino ….. vedo che ti sei scocciato ancora e non hai ( ancora ) capito nulla .
    Un personaggio politico famoso dopo averti letto esclamerebbe : MA CHE C’AZZECCA QUELLO CHE HAI SCRITTO !!!
    Vabbe’ , lasciamo stare .

    Quello che non mi e’ chiaro ( cioe’ tutto ) sul tuo sproloquio a proposito di richiami vivi e’ : ma tu non eri un’ ” orgoglioso migratorista ” ?? Alla faccia dell’ unita’ e del ” tutti per uno e uno per tutti ” che vai sbandierando …… vedo che pensi solo al tuo orticello .

    Dopo aver fatto la felicita’ degli ambientalisti con la tua geniale idea sulla ” gestione ” dell’ Orso recintando vaste aree montagnose ( praticamente dei Parchi ) , farai la contentezza di tutti gli altri colleghi cacciatori migratoristi ( come te ) e capannisti che hanno l’ assoluta necessita’ di avere richiami vivi in gabbia . Non dirmi che li vuoi vietare vero ?? Oppure che li vuoi sostituire con il Phonophil ?? Oppure spiegami come pensi di poterli utilizzare senza tenerli in gabbia .
    Un goccino di Attack sul rametto e un’ altra sotto le zampine ??
    Meglio….. che lasci perdere .

  44. Giacomo scrive:

    Classico comportamento animalista rivolti contro quello che ti viene addebbitato cercando di denigrare chi non la pensa come te perchè non tieni argomenti per rispondere.

    Ci sta uno su questo sito con cui puoi continuare a discutere sicuramente vi trovate
    su tutto.

    Per me la chiudo quà, abbiamo capito abbastanza sul tuo conto.

Leave a Reply


9 + = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.