Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Solo noi possiamo aiutare noi

| 28 maggio 2009 | 55 Comments

La politica di chi vuole cambiare le cose parte da Vetralla.
Il nuovo Caccia Ambiente nasce appena un anno fa per la difesa dei cacciatori e non solo.
Negli anni passati tanti, tantissimi politici hanno ritenuto di poter perorare la causa venatoria e convincere il popolo dei cacciatori a votare per loro e per i loro movimenti.
Sono state promesse soluzioni, svolte, modifiche, provvedimenti e salvezze ma mai nulla è stato mantenuto ne tanto meno niente è migliorato, anzi di anno in anno abbiamo perso ancora di più.
Negl’anni passati tanti hanno provato a migliorare le cose ma mai nessuno vi è riuscito e così siamo stati (i cacciatori) preda facile per alcuni presidenti di A.A. V.V. e per i soliti baroni della caccia.Tante le soluzioni prospettate per risolvere il problema ma in Italia non si è arrivati mai a nulla.
In Francia e Spagna non è stato così.
In Francia e Spagna i cacciatori sono riusciti a mettersi assieme, uniti in un Partito dei cacciatori e votando il loro soggetto politico hanno portato loro rappresentanti (loro stessi) al governo e nelle amministrazioni locali cosicché la situazione venatoria potesse essere migliorata, e in effetti è stato così.
Se loro ci sono riusciti perché noi no?:
Anni fa dopo alcuni tentativi nasceva il partito dei Verdi (oggi fortunatamente in via di estinzione) che negli anni è arrivato a tanti successi fino a far sedere alcuni ambientalisti al parlamento e uno di loro presso il Ministero dell’ambiente. Danni ne hanno fatti tanti e non solo a noi, era quello che volevano e vi sono riusciti. Oggi sono praticamente estinti, ma non dimentichiamo quante testimonianze hanno lasciato con i loro atti, leggi, provvedimenti e divieti. Estinti si, ma con gloria, almeno per loro.
Ebbene noi, come tanti, non crediamo al partito delle categorie, non crediamo alle potenzialità del partito dei pescatori , non a quello dei muratori, ne a quello delle casalinghe , ne a quello degli idraulici, …… ne a quello dei cacciatori.
Ma crediamo a Caccia Ambiente perchè noi (tutti i cacciatori e non solo) non siamo altro che i verdi che stanno dall’altra parte della barricata, quelli che difendono si la caccia, ma anche la pesca, la micologia, l’ornitologia, la biologia, l’agricoltura, l’ambiente e quindi tutte le tradizioni del mondo rurale.
Noi non siamo più il partito dei cacciatori, noi siamo il partito di coloro i quali vogliono evitare che un intento fazioso di certi soggetti possa cancellare per sempre quella idea di ruralità che tanti di noi hanno e che si rischia di perdere.
Noi siamo il partito di coloro che vorrebbero vedere i propri figli capaci di distinguere una sogliola da un merluzzo, un coniglio da una lepre, un petalo da una foglia e non immaginarli solo in TV; noi non vorremmo mai i nostri figli come dei perfetti geni di computer ma rincoglioniti nell’approccio alla vita e a ciò che vi sta attorno.
Questo siamo e questo vogliamo, e siccome tutto ciò che ci è stato tolto è stato fatto attraverso i soprusi complici di leggi e atti istituzionali di impronta marcatamente politica allora abbiamo deciso di dire basta con le stesse armi e quindi entrando anche noi in politica per sollecitare leggi opposte a quelle emanate fin ora e bloccarne altre contrarie. Questo lo fanno i partiti, non le associazioni, non i movimenti, non gli amici di turno, ma i partiti.
E se anche un giorno dovessimo poi scomparire speriamo almeno di aver potuto lasciare qualcosa anche noi.
Tuttavia non siamo degli illusi, ne stupidi, ne sprovveduti e abbiamo fatto bene i nostri calcoli.
Sappiamo bene che non tutti i cacciatori saranno con Caccia Ambiente ma tanti potrebbero aderire con i loro familiari e tutti i voti che si riesce a portare. Ripetere poi la cosa con pescatori, agricoltori, fungaioli e ambientalisti che difendono la caccia come tradizione ( se ne conoscono diverse) darebbe vita ad un pacchetto elettorale di tutto rispetto che farebbe gola a tanti partiti più grossi e poi via alle alleanze. Se a tutto ciò si aggiungessero le risorse delle Associazioni Venatorie e l’esperienza di alcuni loro esponenti, il successo sarebbe certo.
Le soglie di sbarramento sono un problema per chi rimane solo, non lo sono per chi va in coalizione e ancor meno per chi si candida ad alcune amministrative dove queste soglie non ci sono.
Ed è proprio così che dobbiamo iniziare, dal basso, dai consigli comunali, e poi pian piano salire sempre più.
La strada è in salita e si presenta tortuosa ma ci crediamo e vorremmo che ci credessero in tanti di più ma soprattutto vorremo che non ci si affidasse al primo che capita e che soprattutto non si continui a lamentarsi e basta.
Se vogliamo ottenere qualcosa di buono dobbiamo prenderla da soli; il mezzo c’è e si chiama Caccia Ambiente.
Non cadete nella rete di chi dice che “non può succedere” solo perché fa gli interessi del politico suo amico che ha promesso un posto di lavoro per il figlio, o peggio gioca con i cacciatori per fare i suoi interessi elettorali. Ai cacciatori puliti diciamo: solo noi possiamo aiutare noi e questo sarà il nostro slogan.
Caccia Ambiente fa politica per cambiare le cose.
Ma come già detto, poche parole e avanti con i fatti, e allora al lavoro.
Si parte da Vetralla  (VT) dove il 29 e 30 Maggio si incontreranno tutti i coordinatori e dirigenti di Caccia Ambiente.
Non sarà un congresso, ne un convegno, ne una assemblea ma molto di più: sarà la convocazione del primo coordinamento nazionale che dovrà mettere sul tavolo di lavoro fatti, iniziative, idee, proposte e critiche che saranno il trampolino di lancio verso una nuova era della gestione venatoria Italiana.
Si valuteranno tutti quegli apporti che tendono a dare utilità alla categoria dei cacciatori ambientalisti, si perché tali siamo e seppure noi lo sappiamo, l’opinione pubblica debitamente deviata non lo sa e va educata.
Non saranno 2 giorni di propaganda ne di facciata, ci rimboccheremo le maniche per lavorare e portare vantaggio a tutti anche a coloro i quali non ci credono più; abbiamo la speranza di ridare una speranza.
Noi non lasceremo mai più le nostre passioni nelle mani di altri ma saremo noi, o meglio voi, a gestire di persona secondo giustizia ciò che altri in passato hanno gestito secondo il proprio tornaconto.
I partecipanti, che scoprirete presto non essere tutti cacciatori ( noi non lasciamo nulla intentato al caso) intervengono perchè hanno preso l’impegno di spendersi per la nostra causa con il loro tempo e risorse, sacrificando magari parte del tempo dedicato agli affetti familiari.
Forse però, proprio in questo, stiamo facendo un  regalo ai nostri figli!

Ricordando a tutti che i fatti che tanto stimiamo ci faranno incontrare le Associazioni Ambientaliste amiche dei cacciatori proprio il 29 mattina e che alcuni membri di Caccia Ambiente saranno presenti al Game Fair Domenica 31, ribadiamo la nostra disponibilità ad ogni collaborazione vera e rinviamo alla prossima settimana per le comunicazioni in merito al progetto che si porterà avanti.

Un saluto  a tutti i cacciatori a cui non piace stare solo a guardare.

La Direzione Nazionale

Category: Caccia ambiente, Leggi/Politica

Comments (55)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Traica Roberto scrive:

    SCusa volevo scrivere Antonino

    Roberto Traica

  2. Fiore scrive:

    Gionni

    x Fiore. E se domenica si battesse il Milan per due a zero facendogli fare i preliminari di C.L. ti giuro che m’imbriao per una settimana di fila. Sai come soffrirebbe lo Zio Fester (galliani).

    Bagnolesi,

    non ci voglio nemmen pensare, perchè se accade veramente silvio da di comunist a tuuti i tifosi viola nonchè l’arbitro e i segnalinee e pure l’erba del campo.

    ognimodo alle volte la legge di causa effetto si manifesta proprio in momenti delicati!!

    e questo lo è!!!

  3. o Fiore, Silvio dica quello che vole, m’importa una ricca se@a. Te lo immagini chiocca pelata che cerca di strappassi i du’ peli che gli son rimasti su i capo?

  4. Clandestino scrive:

    Grandi…..semplicemente Grandi..!!!

    Signor Fabrizio Arena, è possibile avere informazioni piu’ precise, ???…
    Anche una fotocopia……da parte mia, cerchero’ di informare-parlare con piu’ persone possibili…eppoi….se non prendiamo una decisione seria e ci diamo una mossa noi cacciatori, chi altri potra’ farlo al nostro posto…??….
    Io ci proverei…..tanto, peggio di cosi’ non potra’ mai andare……cosa abbiamo da perdere…??….io dico poco, molto poco.

    Gionni, un plauso sincero, anche solo per l’interesse nei confronti di Ben…….sono queste le cose che ci differenziano dalla massa.

    Bravi, bravi, bravi e…..finalmente.

  5. Fabrizio Arena scrive:

    x Clandestino
    Scrivimi alla mail
    cacciaambientefirenze@hotmail.it e ti darò tutte le informazioni che vuoi.
    Ciao e a presto.

Leave a Reply


4 + = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.