Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Taccuino: Se non ora quando?

| 27 maggio 2009 | 34 Comments

TACCUINO ITALIANO DELLA CACCIA,DELL’AMBIENTE,DELLA TERRA E DELLE TRADIZIONI
(un’ esclusiva ilcacciatore.comCorriere dell’Umbria (Perugia) e iltamtam.it (Todi))

N.48 del 27 maggio 2009 – MINI RUBRICA DELL’AMBIENTE : “Gli ambientalisti estremisti, con le loro tesi catastrofiche, sono ormai il centro di una filosofia secondo la quale ci sono troppe persone sulla Terra e queste sfruttano poche risorse inquinando sempre di più l’aria, i mari e la Terra. I padroni del Pianeta è il titolo di una nuova inchiesta di Riccardo Cascioli e Antonio Gaspari. I due, smontano pezzo dopo pezzo le tesi che annunciano i “disastri verdi” che staremmo provocando. Cibo, energia, acqua. Poi spiegano come le risorse non possono finire. Come in realtà l’acqua non finirà per l’uomo. Le teorie sui  “limiti dello sviluppo” sono in realtà piene di buchi, e lo dimostrano quelle sviluppate in anni passati e che oggi non trovano riscontri effettivi. Il Club di Roma, per esempio, prevedeva negli anni sessanta che il petrolio sarebbe finito nel 1992, l’oro nel 1981. l’argento e il mercurio nel 1985, lo zinco nel 1990.” (1) Per fortuna, nulla di tutto questo è avvenuto.
CINQUE RIGHE DI LETTERATURA : “ Il  Canonico aveva notato che a ogni “Buona Caccia signor Canonico” di quella vecchia sciancata, la polvere non gli diceva più, i cappellotti non prendevano, i conigli si scotevano da dosso i pallini quasi fossero state gocce d‘acqua benedetta, e nell’andar via quatti quatti, si voltavano indietro, agitando le orecchie per canzonarlo. “Voi non dovete dirmi niente, “jettatoraccia” ! Avete capito ?”. E la povera vecchierella non gli aveva detto più niente.” (2)

SE NON ORA, QUANDO ?

Abbiamo continuiato a cercare sulla stampa quotidiana qualche notizia in più, oltre alla sottoscrizione da parte di alcuni candidati al Parlamento Europeo del Manifesto FACE, che potesse riguardare la caccia in rapporto alle elezioni Europee del 6 e 7 giugno .  La risposta l’affidiamo ad una parola alla quale ormai siamo affezionati :  “zero carbonella” con l’eccezione  dell’articolo apparso ieri sul Corriere della Sera dal titolo emblematico “L’Unione Europea eleggerà 18 parlamentari “fantasma”, e della quale poi parleremo.  Ma quello che è più grave “zero carbonella” anche per le altre tematiche che dovrebbero essere poste in discussione alla vigilia ormai delle elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo. Chi ha guardato ieri sera “Ballarò” in Televisione ha visto bene come siamo messi : non una parola sui programmi Europei, ma tante fino alla nausea, su questioni  “private” , che nulla hanno a che vedere con i problemi quotidiani della gente. I politici vadano a parlare di “gossip”  a chi stenta ad arrivare alla fine del mese, così potranno accertare bene la  bellicosa risposta degli interessati.

Eppure ,recentemente,  parlando in Italia (Assisi) il Presidente del Parlamento Europeo Hans Gert Pòttering ha sostenuto che circa il 70% delle nostre attività di tutti i giorni e regolato da normative Comunitarie.

Ed infatti le problematiche sono innumerevoli, e per parte nostra,  ci limitiamo ad elencare solo alcuni titoli : Trattato di Lisbona, Globalizzazione dei Mercati e Concorrenza, Occupazione e politiche del lavoro, Sicurezza ed educazione alimentare, Energia Ambiente, Politica Agricola Comune, Supervisione dei mercati finanziari, Welfare, Immigrazione e Terrorismo.

Ma torniamo ai nostri problemi con una premessa che è fuori da ogni discussione, non possiamo chiedere “la luna nel pozzo” quando questa è in cielo.  Visitando questi giorni alcuni siti on-line, oltre a quello del “cacciatore.com” che ci ospita, si prova una certa meraviglia, nel leggere i vari interventi dei frequentatori. Sovente, ed in buona fede, si  auspicano poteri taumaturgici ad una candidato per le elezioni Europee, non tenendo minimamente conto dell’attuale organizzazione dei “Poteri” della U.E. in materia di attività faunistico-venatoria.

Secondo la versione consolidata del Trattato sull’Unione Europea e del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea (Gazzetta Ufficiale U.E. C115-51° anno-9 Maggio 2008) attualmente in vigore, in attesa della ratifica completa del Trattato di Lisbona, sono 32 i settori di competenza dell’Unione Europea. Ne citiamo per brevità alcuni : Affari economici e monetari, affari istituzionali, agricoltura, concorrenza, sviluppo, trasporti, sanità pubblica, diritti umani, ambiente,ecc.  Ebbene tra queste 32 competenze non

figura la caccia essendo le competenze legislative riservate esclusivamente agli Stati membri .  L’U.E. per cosi dire si è indirettamente interessata alle questioni venatorie attraverso due DIRETTIVE la 79/409 – Conservazione degli uccelli selvatici del 2 febbraio 1979 e la 92/43 – Conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatica del 21 maggio 1992.

C’è da dire che gli Stati membri, oltre a tener conto nella legislazione venatoria di competenza, delle due direttive sopra citate, devono adempiere agli obblighi scaturiti dalla firma delle Convenzioni  di Parigi del 18 ottobre 1950 (Protezione degli uccelli) ; di Bonn del 23 giugno 1979 (Conservazione specie migratorie) ; di Berna del 19 settembre 1979 (Conservazione vita selvatica e ambiente in Europa); di Ramsar del 2 febbraio 1971 (Conservazione zone umide).

Il “ Triangolo decisionale” della U.E  è costituito  dal Consiglio dell’Unione Europea quale principale organo decisionale in ambito Europeo, che per taluni aspetti condivide con Il Parlamento Europeo adottando le cosiddette “co-decisioni”.    Dal  Parlamento che è l’organo eletto dai cittadini, il quale esercita il controllo politico sulle attività dell’Unione e partecipa al processo legislativo. Dalla Commissione che risponde del suo operato dinanzi al Parlamento Europeo, ma che gode di notevole indipendenza nell’esercizio delle sue funzioni. Essa infatti agisce nel solo interesse generale dell’Unione e non riceve quindi istruzioni dai Governi degli Stati membri.
Pretendere dei “miracoli” da un Parlamentare Europeo in materia di caccia, stante l’attuale quadro normativo della U.E.,  equivale al desiderio di chi vorrebbe  acquistare   “l’aspirina”  in un negozio di frutta e verdura.

Certo sul piano delle “risoluzioni”  alcuni Parlamentari Europei Italiani (Berlato-Ebner) unitamente a tanti colleghi di altre nazioni, dettero almeno vita, alcuni anni fa, ad una iniziativa, mancata per pochissime adesioni, che avrebbe colto il risultato più atteso dai cacciatori Europei, e cioè di raccomandare alla Commissione la modifica della direttiva n.409/79 ormai vecchia di trenta anni.

Se scorriamo l’attività della precedente legislatura europea, possiamo solo annotare le iniziative Commissione – Parlamento in tema di direttiva delle armi o per la salvaguardia delle carni provenienti da animali appartenenti alla fauna selvatica.
Altro conto è il ruolo dei Governi, dei Ministri interessati o dei rappresentanti Italiani in seno alla Commissione.

E’ su questo terreno che si possono cogliere dei risultati positivi per il nostro paese, basta pensare all’intesa sui problemi agricoli tra il Ministro ZAIA ed il Commissario EUROPEO sig.ra MARIANN Fischer BOEL, o a quella altrettanto importante tra il Ministro TREMONTI ed il Commissario JOAQUIN  ALMUNIA.  Perché però il Ministro delle Politiche Agricole,  non procede d’intesa con il Ministro Prestigiacomo , ad interloquire con il Commissario STAVROS DIMAS per accelerare la pratica della reintroduzione fra le specie cacciabili dello storno,che tanti danni produce alle colture agricole del nostro PAESE ? Già un anno è passato dalla richiesta che il Governo Italiano ha fatto alla Commissione U.E, e nulla si sa in proposito.

Basta citare poi il “caso ALITALIA” , per constatare il ruolo del Vice Presidente  Italiano della Commissione U.E che ha anche la delega sui trasporti.
I “dossier della caccia”  Italiana in rapporto all’Europa li abbiamo più volte rappresentati, e siamo quasi stufi di ripeterli. Ma per aderire al detto comune “se ci sei batti un colpo” lo battiamo ancora una volta questo “colpo” : Revisione Direttiva 409/79 (compito della Commissione U.E) ; risoluzione all’interno del Parlamento Europeo per ottenere la revisione della suddetta direttiva (Compito del Parlamento); Modifica “DATI BASE ORNIS” (compito della Commissione);  Creazione dell’AGENZIA EUROPEA PER LA TUTELA ED IL PRELIEVO SOSTENIBILE DELLA FAUNA SELVATICA (Compito della Commissione) ; Direttiva per la lotta ai predatori e per la reintroduzione delle siepi (compito della Commissione).
Intanto il “Palazzo” non dimentichi che l’Italia ha sulle sue spalle quattro procedure d’infrazione, comminate dall’Europa rispetto alla fauna selvatica. Ultimamente i vari “Ponzio Pilato” dei due schieramenti se ne sono “lavate le mani” stralciando “bontà loro” l’art. 16 della Comunitaria, che pur non influendo sui tempi di caccia, e lo abbiamo spiegato più volte, espone il nostro paese ad una sanzione pecuniaria, che prima o poi ci sarà data dalla Corte di Giustizia Europea. Ma a  “loro” che importa ? Tanto, semmai, pagherà “Pantalone” ! E che cosa ha da dire su questo tema il Ministro dell’Ambiente  on.le Prestigiacomo ? Dicono che il “silenzio è d’oro” ma quando è troppo è troppo, se poi le conseguenze ricadono quasi sempre sui cacciatori ITALIANI !

Per finire “la perla” ed è un “eufemismo” s’intende, relativa all’articolo del Corriere della SERA, di ieri, pag 17, che abbiamo citato in premessa, sui 18 parlamentari Europei “fantasma”.

In sintesi , se abbiamo capito bene,si tratta di questo : non essendo ancora in vigore il Trattato di Lisbona,attualmente  le norme europee fanno riferimento al Trattato di NIZZA. Il numero dei deputati  previsti dai due trattati è Lisbona n. 754, Nizza N. 736, ne mancherebbero 18, ed allora si è rivisto, il REGOLAMENTO del  Consiglio prevedendo 18 “osservatori”  che non avranno diritto di voto ne possono candidarsi per l’elezione a cariche in seno al Parlamento. Una domanda al contribuente è permessa ?  Cosa faranno ?

Che dire ?  Europa quanto ci costi !  233 euro all’anno per ogni cittadino europeo. Complessivamente il nostro paese destina 16 miliardi di euro a Bruxelles e ne riceve 10. (Il sole 24 ore-25-5-2009-pag.2).
ANTONIO PINOTTI

(1) da Greenwatch news n.3 del 1 marzo 2009
(2)  da “I piaceri della Caccia” a cura di G.A. Cibotto – Rizzoli editore, pag.29.

Category: Taccuino

Comments (34)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Fiore scrive:

    Sig PINOTTI stasera altra giratina a funghi, niente nel piano ormai asciutto ma nei barzerottoli a bacìo dove la montagna risputa l’acqua che ha preso un mese fa, qualche fungo l’ho trovato alcuni belli freschi e sani.

  2. ANTONIO PINOTTI scrive:

    SIG.Fiore DA NOI ADESSO PIOVE SULL’ASCIUTTO E QUANDO L’ACQUA SI POSA SULLA TERRA CALDA…..

    Ringrazio TUTTI I LETTORI DEL TACCUINO E CHI MI OSPITA CHE E’ IL SIG DANIELE. AL NUMERO 5O
    sTAPPERò UNA BOTTIGLIA, E RICORDERò I TANTI AMICI CACCIATORI CHE NON CI SONO PIU’!

    Grazie ancora, e buona notte a tutti.

  3. Alessandro Cannas scrive:

    Cari amici cacciatori,che questo vi faccia riflettere…Ma molto…

  4. Alessandro scrive:

    Alessandro,

    ho riflettuto e molto….

    Resto della mia idea…

    Prima della Frassoni e di Zanoni, preferisco spingere Berlato e qualche leghista……..anche se poi incideranno poco…

    Saluti

  5. Alessandro Cannas scrive:

    Sandrino, mai pensato di farti cambiere idea, lungi da me..Era solo riferito alle trombonate mediatiche pro’ Angeli del Paradiso di ogni estrazione politica

  6. pietro scrive:

    Perdiamo 6 miliardi netti all’anno che non si sà da quale parte svicolano, soldoni che chissà se rivedremo più. Bell’affare abbiamo fatto.

  7. alfio scrive:

    SE NON ORA QUANDO? VISTO CHE QUESTA MAGGIORANZA CHE DOVEVA FARCI ANDARE A CACCIA NEI PARCHI, NON HA MANTENUTO NESSUNA PROMESSA E NONOSTANTE UNA SCHIACCIANTE MAGGIORANZA IN PARLAMENTO SPESSO VOTANO CONTRO LA CACCIA, E VISTO CHE LA LEGA NORD E’ IL SOLO MOVIMENTO CHE MANTIENE LE PROMESSE FATTE ALL’ ELETTORATO PERCHE’ NON LA RAFFORZIAMO E LA IMPEGNIAMO, A FARE LE MODIFICHE CHE CI INTERESSANO?

  8. Luca Davide Enna scrive:

    Carissimi amici,
    so che non siete abituati alle battute frivole, e per ciò me ne scuso per tempo, ma questa mi è scappata…
    Leggevo il Taccuino, cosa che mi piace ed appassiona, dell’Amico Antonio Pinotti.
    Mi ha colpito la frase sullo stappare la bottiglia al 50° pensando ai cacciatori che non ci sono più. Prevedo che gli altri ottocentroquarantatremila si toccheranno le balle.
    Hehehehehehehehehehe
    ;-))))))))

  9. Ezio scrive:

    Il nostro però è un Paese strano….

    Rimango sempre estasiato dalla preparazione anche tecnica del Sig. Antonio o di Ale Cannas, ad esempio…

    Però da “noi” questa “professionalità” mi sa che è altamente snobbata….

    Sarebbe sufficiente invece che il Presidente operaio, impresario, carabiniere, infermiere, ecc ecc ecc si svegliasse un mattino di buon umore e magari ben consigliato da qualcuno si esprimesse nell’ennesima conferenza stampa in un “Ecco a voi il Presidente un pochino cacciatore!”

    Subito dopo diventeremmo la categoria più di moda del momento ;-)

    Ciaooo.
    Ezio.
    P.S.: Sempre complimenti Sig. Antonio!!

  10. ANTONIO PINOTTI scrive:

    sig. Enna, io volevo riferirmi ad una fatto “retorico”, cioè unicamente riferito a miei compagni di caccia che negli ultimi anni mi hanno lasciato, per il resto l’augurio è di campare tutti fino al 4000 (è una battuta).

    Sig, Ezio Lei è sempre gentile, e di questo la ringrazio. Ma in questo paese sapere qualche cosa, non ostentarla, è un difetto non un pregio. Sei scanzato da tutti quelli che contano e invece sei cercato perchè hanno bisogno di sapere quello che non sanno.
    Ma nessuno deve sapere, perchè quando parlano dicono cose che chi ascolta ritiene che siano di chi parla, invece ripete parole che le sono state dette.

    IO POSSO AVERE UN’IDEA DIVERSA DA QUELLA DI BERLUSCONI,MA SU UN PUNTO D’ORDINE MORALE OGGI SONO INFLESSIBILE, PER QUEL CHE MI RIGUARDA

    nON PUò ESSERE CONSENTITO A NESSUNO, IN UN CAMPO PARTICOLARMENTE DELICATO CHE SI RIFERISCE AI RAPPORTI TRA PADRE E FIGLI,FARE ASSIMILAZIONI ARBITRARIE E DI CATTIVO GUSTO. CHIUNQUE LO FA’ SBAGLIA, PUNTO E BASTA.

  11. ANTONIO PINOTTI scrive:

    SIG. Pietro, in un PROSSIMO NUMERO DEL TACCUINO, DAREMO CONTO DI TUTTE LE ENTRATE EUROPEE E DELLE SPESE, VOCE PER VOCE.
    QUANDO GUADAGNANO I COMMISSARI EUROPEI,I PARLAMENTARI EUROPEI, GLI ASSISTENTI, I PORTABORSE,QUANTI DIPENDENTI CI SONO,IL COSTO DEL PERSONALE, DEGLI INTERPRETI,E VIA DICENDO.

    Poi SCENDEREMO TERRA TERRA e giù giù vedremo Gli Enti, i vari carrozzoni,le comunità Montane. Gli enti parco avranno un’attenzione particolare. Ma anche gli “amati” atc avranno un taccuino dedicato a loro : Quanti sono ? Dove sono? Che fanno ? QUALI SONO LE SPESE PER CONSULENZE ? qUANTO è DESTINATO ALLA CACCIA ? qUANTI SONO I COMPONENTI DEI CONSIGLI IN iTALIA ? qUANTO è DESTINATO AI RIPOPOLAMENTI ? qUANTO PERSONALE HANNO IN DOTAZIONE ? qUALE è LA QUALITà ELLA SELVGGINA LANCIATA ? COME VIENE ACQUISTATA ? qUANTI RIPRISTINI AMBIENTALI SONO STATI FATTI ? Quante sedute del consiglio vengono fatte in un anno ?

  12. Fiore scrive:

    Sig Pinotti, forse non ha udito bene quelle che è stato detto a proposito di silvio, da parte di franceschini, il riferimento ai figli ERANO I NOSTRI O DI CHI CE LI HA e per esteso alle nuove generazioni.

    non era certo un attacco ai figli di silvio lo sappiamo tutti che un padre fa ogni bene per i SUOI figli mentre quelli degl’altri li usa a piacimento!!! Questo era quello che diceva franceschini.

  13. cazador scrive:

    Sono daccordo con te Antonio pero’ volevo mettere una piccola sottolineatura.
    Non e’ detto che quando si fanno delle revisioni si possa sempre andare in meglio non voglio essere pessimista tuttavia c’e’ da mettere in considerazione anche questo fattore!! spero solo di sbagliarmi!!

    UN SALUTO A TUTTI GLI AMICI CACCIATORI!!!!

  14. Traica Roberto scrive:

    non c’è peggio sordo di chi non vuol sentire-

    Roberto Traica

  15. massimo fedeli scrive:

    ao ma che sei resuscitato? a Traica stai a posto col pc. lo sai che disse il tordo al merlo? la sentirai la botta se non sei sordo!!!

  16. Traica Roberto scrive:

    tutto sistemato ma io è già un’ora che sono collegato.Ho un’altra chiavetta ma sono ritornato in telecom , domani mi telefonano per vedere di allacciare la a.dsl

  17. ANTONIO PINOTTI scrive:

    SIG.FIORE, UNA DELLE COSE CHE NON FAREI A QUESTO MONDO E’ QUELLA DI POLEMIZZARE CON LEI,MA NON LO FAREI NEMMENO CON NESSUN FREQUENTATORE DEL SITO. IL SITO PER ME E’ UNA PALESTRA DOVE IMPARO MOLTO, ANCHE SE NON HO PIU’ L’ETà (E SONO SINCERO).

    LE PAROLE DI FRANCESCHINI, FANNO PENSARE AD UNA SORTA DI “SIMILITUDINE” CHE SIGNIFICA “fIGURA RETORICA CHE CONSISTE NEL PARAGONARE FRA LORO CONCETTI,IMMAGINI O COSE,SULLA BASE DELLA SOMIGLIANZA DI ALCUNI CARATTERI COMUNI” (ZINGARELLI PAG.1679). I FIGLI DI BERLUSCONI, SI SONO INTESI “ASSIMILATI” IN TALE “similitudine”.

    IN PAROLE POVERE,TERRA, TERRA, ANCHE LORO SONO FIGLI COME TUTTI GLI ALTRI FIGLI. COME SI FA A DIRE CHE NON NE FANNO PARTE ?

    PERò IO HO PARLATO COME PADRE E NON LA VOGLIO ASSOLUTAMENTE BUTTARE IN POLITICA. Per essere SINCERO HO PENSATO CHE NON E GIUSTO CHE IN UN MOMENTO PARTICOLARE CHE DEVE ESSERE RICONDOTTO ASSOLUTAMENTE ALLA SFERA PRIVATA DI UNA PERSONA , PERSONE ESTRANEE PRENDENO A PRETESTO TALE CIRCOSTANZA, PER METTERE IN CATTIVA LUCE IL PADRE NEI CONFRONTI DEI FIGLI. E’ una mia opinione, CHE GIUSTAMENTE LEI ed ALTRI POSSONO RITENERE SBAGLIATA.SAREMO SEMPRE AMICI.

    CARISSIMI saluti.

  18. Fiore scrive:

    @ Sig. PINOTTI, sulla sua ultima frase non ho mai avuto dubbi, anzi ora che ci penso un detto buddista recita così:

    se hai un amico che però non ha il coraggio di correggerti quando sbagli, nei fatti è un tuo nemico.

    Questo non vuole essere una presa di posizione nei suoi confronti per il discorso su franceshini, ci mancherebbe non sono così presuntuoso, era solo per dire che i diversi punti di vista portano una crescita, nell’osservazione delle cose o dei fatti e questo non può che essere positivo.

    Non essendo padre aimè, non posso dare giudizi precisi, ma sono stato figlio e da quel punto di vista penso che se invece di vedere le cose come fatte passare dai mass media si giudica come se invece di padre si cambia in , “Fareste educare i vostri figli da un maestro” poco raccomandabile,visti i fatti e le circostanze nelle quali da anni sguazza e che nessuno ha mai avuto la forza di fargli notare!!??

    la similitudine secondo me era questa PUç INSEGNARE DEL BENE CHI VICEVERSA DIMOSTRA DI FARE DEL MALE!

    molto meglio i porcini rossi e i barzerottoli pieni di soffice muschio.

    UN GRANDE saluto.

  19. ANTONIO PINOTTI scrive:

    Sig.Fiore, mandiamola così: d’accordo sui porcini rossi ma non sul resto, ma non ne facciamo però una questione capitale.

    BUONA NOTTE A lEI ED A TUTTI GLI AMICI DEL SITO.

  20. Fiore scrive:

    Certamente concordo con lei Sig. PINOTTI

    buonanotte e a rileggersi.

  21. Ezio scrive:

    Caro Fiorello Franceschini ha toppato di brutto….

    La famiglia ed i figli degli altri non si toccano.

    Se vuole che il PD guadagni qualche punto potrebbe iniziare col dire, AD ESEMPIO, che i cacciatori in questo Paese sono una risorsa e non un problema…

    Così magari ascolteremo qualcosa di veramente nuovo.

    Troppo “impegnativo” però, vero??!! :-(
    Ciao.
    Notte.
    Ezio.

  22. luigi scrive:

    Franceschini stava cercando di dire che l’esempio di come comportarsi in società proviene soprattutto dal Capo: se il capo è immorale come possono essere i sudditi? Se un padre di famiglia si comporta scorrettamente, immoralmente come possono crescere i figli? In America Clinton ha avuto un problema con una donna: lì si è scatenato il putiferio contro Clinton, in Italia viceversa non si vuole capire e si mettono in mezzo i figli del Capo. Questo è il succo del discorso che io condivido pienamente. Certo ci sono gli amici del Capo( politici, stampa e simpatizzanti: quanti? tanti ) che fanno vedere le cose diversamente, ed ecco che un pensiero espresso nelle parole( quelle di Franceschini ) viene travisato e si polemizza.

  23. Fiore scrive:

    Luigi

    menomale qualcuno ancora riesce a discernere la bugia dalla realtà!!!

    ormai è la prassi quando si scoprono gl’altarini, si BUTTA TUTTO IN CONFUSIONE così si rovesci il vero significato delle cose!!!

  24. Ezio scrive:

    In America il putiferio si è scatenato perchè Clinton non ha detto la verità….Non perchè si è fatto fare un “servizio” da una signora…
    Se in Italia dovessero dimettersi tutti i “capi” che non dicono la verità dovrebbero commissariarla!!!

    Quale sia il rapporto del Presidente “tutto lui” tranne che “cacciatore”, per sfiga nostra, con la nota fanciulla, in Italia, non si è ancora capito chiaramente…
    E a dire il vero a me personalmente non me ne può fregà de meno…. Visto peraltro che i famigliari di lei e lei medesima mi paiono molto tranquilli e rilassati…

    Piuttosto mi preoccupo di altro…Ad esempio delle dichiarazioni o meglio farneticazioni continue di alcuni Ministri della Res Pubblica e di altro…

    Quello che ha detto Franceschini è stato oltremodo chiaro….ed in questo caso ha toppato.

    L’onestà intellettuale che per fortuna, anzi per sfortuna visto il Paese in cui viviamo, mi caratterizza mi da la possibilità di dare un “giudizio” sereno su chiunque … ma proprio CHIUNQUE!!
    Ovviamente non sono infallibile e mi limito a vedere ciò che è alla luce del sole…

    Se poi sotto sotto….

    Ciao a tutti.
    Per me anche in questo caso che con la caccia non c’entra nulla ho chiuso.
    Ezio.

  25. Luca Davide Enna scrive:

    Antonio Pinotti,
    Luigi,
    Fiore.,
    Carissimo Antonio Pinotti,
    naturalmente la mia era una battuta, così per sdrammatizzare una situazone la quale di per sè è già abbastanza pesante.
    Ad maiora !
    Luigi e Fiore.
    Carissimi, non starei a ingrandire la diatriba tra il “capo” il padre di famiglia ecc. Ciò che fa una persona è partimonio della sua coscienza e della sua anima e non sta a noi giudicare ( anche se a volte ci scappa, soprattutto quando si tratta di personaggi pubblici che hanno tra le mani il destino di molte persone…). Dopo di che, se la politica si piega al gossip, il decadimento è totale.
    Piuttosto, che ne pensate di Franceschini come presidente nazionale arcicaccia? :-)))

  26. Fiore scrive:

    @ Luca Davide Enna,

    il gossip è politica secondo il capo del governo!

    il presidente di arcicaccia va benone, semma Franceschini potrebbe prendere il posto della dirigenza Confavi visto la pochezza dei risultati anche lui potrebbe fare megli!?!?

  27. Ezio scrive:

    Mi sto chiedendo sempre di più non “CHI” debba crescere i miei figli (quello lo so già…) ma piuttosto DOVE debbano crescere….
    Lo sconforto è ai massimi livelli….

  28. Giacomo scrive:

    Non vi illudete che Franceschini sta bene con FIDC ! PD e Fidc con Orsi saranno il futuro della caccia, FIDC unica associazione del domani se farà approvare la 157, così non perdiamo altro tempo.

  29. luigi scrive:

    Nel comportamento di un uomo ci sono dei valori; alcuni di questi valori come per es. la moralità, la famiglia, se non sbaglio sono valori di un certo orientamento politico che nella fattispecie coincidono con i valori di cui è portatore il Capo. Ora quando Franceschini ha utilizzato degli aggettivi in relazione al capo e cioè se non sbaglio “furbo ricco e potente ” io ho interpretato la parola ” furbo” proprio in relazione all’evento di sopra. Come si suol dire: si predica bene e si razzola male. Non capisco viceversa il gossip. Secondo voi, in relazione ai valori suesposti( moralità, famiglia etc.) si può parlare di gossip? Per me questi sono i valori fondamentali su cui si basa la nostra società, altro che gossip.

  30. Valerio scrive:

    Giacomo non ti riconosco piu’,posso capire la tua delusione che e’anche di tutti noi,ma dire che sara’Federcaccia a far modificare la 157/92 e’una cosa da altro mondo.
    Attualmente non c’e’la fatta la politica venatoria seria a farla modificare,come speri che lo faccia chi a sempre rimato contro e a preteso di rappresentare gli anticaccia?
    Se la pensi propio cosi’ ci siamo veramente ridotti male.
    Comunque la legge sara’modificata perche’San Berlato fara’fare il miracolo a Silvio.
    Lo so che non ci credi ma ara’cosi’.
    saluti Valerio

  31. Giacomo scrive:

    Caro Valerio io mi chiedo perchè questo miracolo non è stato fatto a tempo debito ? Perchè perdere i voti adesso è poi fare il miracolo dopo ? Non credo che durante le elezioni un partito si possa permettere di perdere voti ! Io credo che adesso (prima delle elezioni) ci sta la scusante di approvare una legge per prendere voti, mi sembra leggittimo, a parte la validità del cambiamento, noi vogliamo una legge Europea non stiamo chiedendo la luna come dice qualcuno.Io Berlato non posso fare altro che rispettarlo per quello che ha fatto e che abbiamo fatto insieme per la caccia, ma nel PDL ho perso la fiducia,mai avrei creduto che una promessa fatta a 850.000 cittadini fosse stata rimangiata a questo modo, senza dare neanche una spiegazione, ogni cosa ha i suoi tempi e la scadenza la sapevamo tutti.

    Sono spiacente e addolorato e ti ammiro per la tua perseveranza,un cordiale saluto da Giacomo.

  32. Ezio scrive:

    X Luigi

    A me pare, dico pare, ce la “furbizia” così come l’”anticaccismo” sia una caratteristica trasversale del mondo politico e avrei una miriade di esempi per dimostrarlo.
    Attribuirla esclusivamente ad una sola “parte” o ad un “singolo” credo non sia giusto.
    Come dice spesso l’amico Fiore, in Italia si fa ciò che conviene e non ciò che è giusto.
    La sostanza delle chiacchiere infinite penso stia in quella semplice frase.
    Ciao.
    Ezio.

  33. luigi scrive:

    Ezio io sono d’accordo con te quando affermi che la “furbizia” e l’”anticaccismo” sono trasversali e appartiene in generale a questa nostra Italia. Ma proprio per questo siamo caduti così in basso e le leggi (vedasi soprattutto quella sulla caccia che viene schivata se non addirittura avversata dagli schieramenti politici) sono lo specchio, io dico, non solo del trasversalismo relativo alle varie posizioni politiche, ma relativo soprattutto alla gente: il popolo si merita i governanti ( in senso lato ) che ha!!! Conseguentemente al popolo “conviene” così; altra cosa sono però i “valori”, tra i quali io, da cacciatore, includo anche quello della caccia, perchè la caccia fa socializzare, si conoscono persone appartenenti a categorie sociali le più diverse, quindi ha capacità aggregante e creatrice di amicizia, di conoscenze, di scambio di opinioni e quindi di arricchimento anche culturale.

  34. Ezio scrive:

    X Luigi
    Come farei a non essere d’accordo con te??!!
    Non sarei più il realista che dico di essere o almeno di cercare di voler essere…
    Però se ciò che pensiamo è vero, è triste….
    Ciao.
    Ezio.

Leave a Reply


6 + 1 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.