Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

FIDC: Dall’Olio presidente

| 24 maggio 2009 | 65 Comments

dallolio.jpgGIAN LUCA DALL’OLIO NUOVO PRESIDENTE NAZIONALE
La Federazione Italiana della Caccia ha il suo nuovo Presidente. Sarà Gian Luca Dall’Olio a guidare la principale associazione venatoria italiana per il prossimo quinquennio. Il vicepresidente uscente è stato eletto presidente nazionale con il 61,24% dei consensi contro il 38,76% ottenuto dal suo diretto concorrente Massimo Cocchi – consigliere di presidenza uscente. Nel dettaglio, su di un totale di 345mila e 927 voti ponderati, a Dall’Olio sono andati 211mila e 851 consensi contro i 131mila e 620 raccolti da Cocchi (80mila e 231 i voti di differenza). 2mila e 456 sono invece state le schede bianche.
Il neopresidente ha subito ricevuto i complimenti e la stretta di mano del candidato sconfitto, a dimostrazione che la sfida si è sempre mantenuta su di un livello di estremo rispetto e lealtà, come del resto impongono lo stile e lo spessore dei due candidati.

“Dedico questa vittoria a mio padre – ha dichiarato a caldo un Dall’Olio visibilmente commosso – grazie al quale ho imparato cosa sia la caccia, e senza il quale difficilmente avrei intrapreso questa strada. Ringrazio chi ci ha premiato con il suo consenso, ma anche chi ha votato per la lista avversaria, contribuendo ad alimentare un confronto franco e leale. Occorre cominciare a lavorare da subito, per recuperare il terreno perduto negli ultimi anni e confermare il ruolo che ci appartiene”.

A breve, forse già entro la prossima settimana, sarà fissato il primo consiglio nazionale per passare dalle parole ai fatti ed essere immediatamente operativi con la nuova squadra di governo, ed organizzare il lavoro coinvolgendo tutti i presidenti regionali e provinciali. Insieme a Dall’Olio sono stati eletti vicepresidenti Lorenzo Carnacina (Nord), Leandro Calzetta (Centro) e Tonino D’Angelo (Sud); a ricoprire il ruolo di consiglieri di presidenza saranno invece Paolo Pini (Nord), Massimo Buconi (Centro) e Gennaro Giuffré (Sud).

Roma, 23 maggio 2009
Federazione Italiana della Caccia

Category: Federcaccia

Comments (65)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Peppe scrive:

    Il rinnovo delle tessere (assicurazione) estivo sarà per costoro MOLTO, virgola MOLTO amaro.

    Se ne accorgeranno sulla loro pelle e cercheranno di arrampicarsi sugli specchi dando colpe a tutti fuorchè a loro stessi che sono gli artefifici di questo disastro annunciato.

    Internet e il passaparola,la notizia in tempo reale ha smascherato queste persone, che non credevano che il loro dolce non far nulla di questi decenni, il loro non decidere perpetuo, il parlare al vento in costosi ed inutili convegni fosse capito dalla base dei cacciatori italiani.

    E giudicato per quello che è.

    Ignavia e tradimento di chi ha riposto (male) la fiducia in voi.

    Noi abbiamo sbagliato e siamo delusi.
    Scappiamo da chi ci vuole ancora bene.
    Voi nel futuro rappresenterete solo una ex maggioranza in conflitto con la sua base.
    ********* Quoto quello che hai scritto grifonenero

    Personalmente ho stracciato la mia tessera Fidc nel lontano 1993, da allora tutto è fermo. Qui nel Lazio non è mai stato fatto nulla e gli ATC ( almeno nella prov. di RM ) sono un inutile carrozzone non fonzionante, che serve a stipendiare solo Parassiti della società.
    Tutto questo grazie allo zampino della Fidc che ha tutto l’interesse a mantenere le cose come stanno.
    Spero che gli amici cacciatori ancora tesserati Fidc “purghino a dovere” questi signori stracciando le loro tessere confluendo verso altre associazioni forse più piccole ma sicuramente con meno ignomia e infamia sul collo.
    Il mio sogno e svegliarmi una mattina e apprendere che è stato tutto un brutto sogno, gli atc, la caccia in questo modo, tutti questi parchi , òe ZPS le ZSC ecc ecc.
    Magari anche una sola grande associazione ( O partito politico ) che ci ridia veramente dignità e ci difenda sul serio con argomenti validi dalle menzogne che quotidianamente ci spalano contro.
    Purtroppo mi sveglio e mi accorgo che non è un brutto sogno ma è la dura realtà, fatta da divieti sempre maggiori, e da calendari venatori che non esistono e…… da sempre i soliti personaggi sempre bene a cavallo a continuare a fare danni IRREPARABILI alla nostra amata caccia.
    Ma quali auguri di buon lavoro a questo “nuovo” ( direi il vecchio che stalla ) che non farà altro che rimanere un attesa di tempi migliori come lo sciacallo in cerca di carogne.
    IRRESPONSABILI! Ecco cosa siete.

  2. BEN scrive:

    La penso come te, Fabrizio, l’assicurazione la si fa quasi sempre presso amici o perchè magari è l’unica in zona, quindi una vale l’altra, peccato però che non tutte “convergano” nel difendere i nostri interessi di cacciatori. Mi dispiace, per te, che non sia passato Cocchi, se pensi che lui poteva dare la svolta in FIDC ed essendone te un Rappresentante, non posso che pendere dalle tue labbra… . Ciao, Ben.

  3. ANTONIO PINOTTI scrive:

    sig.Fabrizio, CORAGGIO PRENDA UN’INIZIATIVA, UN PROGRAMMA, UN MANIFESTO PER LA CACCIA ITALIANA, LA LEGA DEI CACCIATORI, IO SONO CON LEI.

  4. lucas scrive:

    Incredibile! Hanno clonato Rosini!

  5. umberto scrive:

    Giovanni A mi sembra di capire che lei faccia parte delle guardie giurate di qualche ASS. venatoria.Le chiedo; se controlla un nostro collega che risulta a 49 metri invece di 50 da una strada carrozzabile che fa lo verbalizza? Io sono straconvinto che non lo farebbe perchè la sua ASS. poi le tirerebbe le orecchie. Mi creda ho assistito personalmente nella valle dell’Asso (SIENA) a verbaloni stilati da due guardie del WWF sempre di Siena per 1metro e venti di distanza tra un appostamento e l’altro misurati con la fettuccia.E’ da questi signori che dobbiamo tutelarci, e con un associazione ven. alle spalle mi sento più protetto.Naturalmente rimane un mio modesto punto di vista.Saluti

    S.VEN.Le chiedo

  6. massimo fedeli scrive:

    a France rm, iscriviti al cpasports, che annamo a vetralla?

  7. Fabrizio scrive:

    caro Sig. Pinotti

    io posso fare ben poco, sono solo, non ho mezzi ne relazioni “importanti” …. non faccio parte di quel mondo venatorio dorato e patinato, che fa bella mostra di se in lussuose riserve, con cani rigorosamente di razza e pedigree kilometrici…..

    Non faccio parte -ne voglio far parte- di quella “élite” che tra intrallazzi politico-clientelari, carriere facili, poltrone, poltroncine e tanta attenzione per i propri affari personali…… ha venduto la caccia e i cacciatori (nessun diretto riferimento).

    Vengo dalla gavetta in ogni senso, e se fossi un opportunista avrei una vita ben piu’ facile di quella che faccio, anche sul piano professionale.

    Non sono un uomo in vendita, e lasciarsi guidare solo dalla propria liberta’ di coscienza comporta un prezzo molto alto da pagare, ma sempre poca cosa rispetto al prezzo che pagherei in termini di dignita’ personale, se lo fossi.

    Ho solo la mia buona volonta’ e il mio -magari modesto- cervello, che a volte e’ soggetto ad avere qualche buona idea.

    Apprezzo la sua garbata ironia, e non me la prendo se qualcuno mi prende in giro, ma mi dica:

    - quanti sono i cacciatori che sarebbero disposti a non pagare la quota dell’ ATC, l’ anno prossimo, cioe’ nel 2010, se la legge 157/92 non viene riformata???

    - quanti sono i cacciatori che sono disposti non a seguire me (in fondo… chi sono io?) ma a lavorare per l’ associazione unica e un nostro partito?

    - quanti sono i cacciatori disposti a sacrificare anche una o due stagioni venatorie per difendere la caccia?

    se ce ne sono si facciano avanti, io non ho ricette miracolose, ne televisioni, ne sponsor politici: non sono ne MAI ho voluto essere il “galoppino” di nessuno. Ho solo la presunzione di ritenermi uomo d’ onore (nel senso buono del termine). Uomo d’ onore perche’ ho imparato che il valore di un uomo sta nel valore della sua parola.

    Posso solo lanciare un appello a tutti gli uomini d’ onore presenti fra noi cacciatori: la stragrande maggioranza fra noi, una esigua minoranza nel resto del genere umano !!

    caro sig. Pinotti, sono sicuro che anche lei e’ uomo d’ onore (nel senso di persona onesta e leale) e posso solo dire solo questo:
    o ci salviamo assieme, o i comuni nemici continueranno ad eliminarci ad uno ad uno separatamente, facilitati da taluni cacciatori che uomini d’ onore NON SONO.

    Se la misura della nostra determinazione non sara’ aalmeno pari a quella dei nostri nemici, allora sara’ giusto che continuiamo a farci “scannare” come pecore, perche’ vorrebbe dire che pecore siamo.

    Spero molto nell’ incontro di Vetralla, anche se -per mie difficolta’ personali- penso che saro’ presento solo col cuore.

    Fabrizio

  8. Giusti Giacomo scrive:

    Fabrizio

    Io sarei pronto,ma come giustamente hai detto,sei/siamo soli,e da soli non si fa un c***o!
    Bisogna avere qualcuno dietro che ci indirizzi tutti.
    Per es.le aavv.
    Gli operai quando facevano scioperi,avevano il sindacato dietro che li tutelava,organizzava,e indiceva gli scioperi.

  9. Fabrizio scrive:

    organizziamoci in

    COMITATI DI BASE DEI CACCIATORI

    LE ASSOCIAZIONI NON SERVONO A NULLA, ANZI SONO UN FRENO.

    OGNI PROVINCIA ALMENO UN COBAS-CACCIATORI, COME PUNTO DI RIFERIMENTO PER GLI ALTRI,

    COSTITUITO DA QUALCUNO DEL NOSTRO SITO.

    CONTIAMOCI POI VEDREMO.

    Fabrizio

  10. pietro scrive:

    “Mala tempora” vedo all’orizzonte. Tutto va modificato affinchè nulla cambi. Evviva. In siculo si dice “semu ricchi e no sapi nuddu”.

  11. F2 36G. scrive:

    Federcaccitori dala padella siamo finiti nella brace.Se siete persone che amano la caccia non rinnovate più la tessera per la prossima stagione

  12. ercolini valerio scrive:

    Caro Fabrizio,

    sono stato un sostenitore di Chocchi e tu lo sai,anche se faccio parte di un’altra associazione venatoria,non e’stato eletto e mi dispiace.

    Detto questo pero’ora non facciamo l’errore di non votare Berlato,perche’riperderemo la nostra unica occasione.

    Pertanto dovremo a mio parere portargli tanti voti da essere il parlamentare piu’votato in Italia,anche se non e’presente in tutte le circoscrizioni del paese.

    Ti riccordo che Sergio Berlato e’uno dei parlamentare del documento FACE,se prendesse una montagna di voti,potrebbe diventare il responsabile venatorio per il PDL non solo in Europa ma anche in Italia.

    Pertanto credo che non dobbiamo farci scappare questa occasione,anche perche’comunque Berlato sara’eletto e solo Lui ci potrebbe trare fuori da questo pantano.

    Chiedi il mio numero di telefono a Daniele in modo che facciamo una chicchierata.

    saluti valerio

  13. valentino88 scrive:

    X valerio ercolini

    Speriamo che sia così,concordo con te.

  14. BEN scrive:

    Concordo pienamente, se avete Berlato in lista, VOTARE!!! altrimenti perderemmo anche l’unico che ci dice di fare da “traino” alla sospirata modifica della 157.

  15. Amici ci stanno prendendo in giro. Il 9 giugno ve nè renderete conto. Il nano non vuole nessun cambiamento. Chi me l’ha detto? Fonti sicure e personali. Abbiate pazienza e nè trarrete le conclusioni. Preferiscono tentare di racattare i voti dei verdi che non mantenere quelli dei cacciatori. Naturalmente chi ha sempre votato PDL continuerà ancora a farlo, poi non venga a lamentarsi se avrà l’ennesima fregatura.

    Gionni

Leave a Reply


1 + 5 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.