Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Anche ai chinghiali piace la pizza

| 23 maggio 2009 | 32 Comments

cinghiale4.jpgTRIESTE/ Attaccati da un cinghiale si salvano grazie a una pizza.
Hanno lasciato la pizza sul tavolo e così si sono salvati dagli attacchi di un cinghiale. È accaduto al Ferdinandeo di Trieste, una zona boschiva poco fuori dal centro città. Protagonisti dell’avventura, raccontata oggi dal Piccolo di Trieste, Paola Pahor e il suo fidanzato. I due stavano mangiando la pizza all’aperto quando un cinghiale di grosse dimensioni si è avvicinato minaccioso alla coppia. «Siamo riusciti a fuggire perché abbiamo lasciato la pizza che stavamo mangiando sul tavolo», ha raccontato Pahor. È da mesi che i cinghiali sono stati segnalati nella periferia della città di Trieste. Il sindaco Roberto Dipiazza mesi fa ha emesso un’ordinanza con la quale ha vietato ai concittadini di nutrire i suini selvatici. Sempre più spesso gli animali si avvicinano alla città e prendono di mira i cassonetti delle immondizie dove trovano cibo e nutrimento.

http://www.ilsussidiario.net

Category: Curiosità, Trentino Alto Adige

Comments (32)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. dardo scrive:

    Ora spero che gli ambientalisti capiscano la gravità del problema, mettano da parte politica e buonismo e capiscano che l’abbattimento è l’unica soluzione, per riportare equilibrio. E se questi cinghiali fanno danni torno a ripetere fate pagare i danni alle associazioni ambientaliste ! Gli abbattimenti naturalmente nel periodo di caccia aperta, e la possibilità di accedere nei parchi per ridurre ulteriormente le unità.

  2. Alessandro Fulcheris scrive:

    Come sono contento!!! Speriamo li sbranino tutti, a partire da Pecoraio in giù…però un cignale che ha appena mangiato la Francescato gli rimane la carne un pò acida..mi sa…

  3. Giusti Giacomo scrive:

    Siiiiii!!!!!!
    Poero Dardo!!
    Quelli un capiscono una sega!!!!!!

    Alessandro
    quella la un gli rimane acida,o un la mangiano o la vomitano subito!Fa schifo!!!!!!

  4. Franco Girolami scrive:

    Per Alessandro Fulcheris.
    Caro Alessandro, proprio come ha detto Giacomo, certi “alimenti” non restano acidi: sono proprio immangiabili. La loro totale e irreversibile ottusità ideologica li rende sordi e ciechi, anche di fronte all’evidenza.
    Pensare di convincerli è assolutamente inutile, basta vedere le loro reazioni sulla questione dei cinghiali delle Madonie o sui piccioni di Venezia, o sulle nutrie. Catture, sterilizzazioni (forse parlare all’orecchio di tanti ungulati per tentare di convincerli. Tutto. Purché non si parli di fucili. Solo qualcuno pensa ancora di poter stringere accordi con questi signori: l’Arcicaccia. E siccome i dirigenti di questa benemerita associazione non sono stupidi, rimane solo una spiegazione.

  5. Fabrizio scrive:

    spero che qualche cinghiale si divori il figlioletto (in tenera eta’) di certi noti -e meno noti- talebani ignoranti, che ci denigrano da anni.

    cosi’ forse capiranno che il mondo non e’ la casa delle bambole, la vita si nutre di vita, e la predazione e’ un fatto naturale.

    Fabrizio

  6. Ros_Mad scrive:

    Ennesima prova dei danni provocati dai cinghiali EST-EUROPEI IMPORTATI DALLE ASSOCIAZIONI VENATORIE E ALLEGRAMENTE RILASCIATI SUL TERRITORIO per far comodo a voialtri!!!! Ma siate seriiiii, forza una volta tanto!!

  7. massimo fedeli scrive:

    ilproblema è che a questi non gli succede mai niente, però sono convinto che qualcosa cambierà la prossima stagione, troppi danni, troppo pericolo, vedrete che il tempo ci darà ragione, ilpartito caccia ambiente si deve alleare con qualcuno perche da solo…..certo si potrebbe arrivare a 1milione 1.700.000 voti da soli ma è sempre poco.

  8. umberto scrive:

    Può darsi che qualcosa cambi, ma solo per i “cicciaioli” cioè coloro che vogliono portare acasa tutte le sere la borsetta piena di ciccia, ma per noi uccellai cosa cambierà? Eppure paghiamo anche noi i danni provocati dal quel tipo di selvaggina.Però è vero,i tordi e merli non sono così distruttivi, e sono anche più simpatici

  9. Fabrizio scrive:

    cari amici cacciatori,

    se la predazione e’ esercitata dagli animali e’ cosa giusta, se esercitata dall’ uomo e’ una mostruosita??

    noi siamo specie predatrice e con una naturale istinto predatorio….
    altro che “raccoglitori frugivori” come sostiene qualche disinformato !!!

    se vendessero le pasticche contro l’ ignoranza e l’ ipocrisia………. davanti alle farmacie ci sarebbero lunghissime file.

    fabrizio

    • larakkk scrive:

      gli animali nn lo fanno per divertirsi,gli uomini si,è questa la differenza..l’uomo puo evitare di cacciare senza che muoia di fame al giorno d’oggi..un animale se nn ha bisogno di cacciare non lo fa, i cani erano predatori,ma con il cibo che gli da l’uomo e tutto il resto spesso non fanno male ad altri animali(se nn per istinto o per gioco o perche educati a farlo),anzi,se abituati possono convivere cani e gatti, cani e conigli,cani e uccelli..i casi in cui il cane attacca per “mangiare”,per sopravvivenza(anche l’uomo)forse si riducono al randagismo estremo,al riunirsi in branchi di cani selvatici e affamati…..
      l’uomo forse si puo sostiture al predatore(un animale come il lupo) nel momento in cui la sua assenza provoca danni all’ecosistema,nel momento in cui gli erbivori che nn vengono piu cacciati dal predatore aumentano troppo e velocemente…per caccia di selezione… ma anche qua c’è tanto da discutere..
      l’uomo nn è autorizzato a fare cio che vuole solo perche “specie predatrice”

  10. Fabrizio scrive:

    cari amici cacciatori,

    il partito caccia ambiente DEVE trovare qualche alleato politico.

    Io penso alla Lega Nord, ma …. la Lega Nord e’ disposta ad assumersi la paternita’ politica della nostra nobile tradizione?

    E’ disposta a sfidare le menzogne della potente
    lobby che da anni ci diffama, anche con l’ aiuto (non credo disinteressato) di certi compiacenti manipolatori di notizie?

    Il punto mi pare tutto qui.

    Fabrizio

  11. stiv scrive:

    X Ros Mad

    Le prime introduzioni di cinghiali provenienti dall’Est Europa per scopi venatori sono frutto delle politiche sbagliate delle riserve di caccia private per uso esclusivo e e di quelle ad uso “commerciale ” è da lì che i primi esemplari somo usciti e hanno popolato tutta l’italia ma che ass.venatorie abbiano messo in tempi passati mano al
    portafogli per comperare cinghiali all’estero e li abbiano immessi in territorio libero mi sa tanto di cavolata,in caso contrario sarebbe il caso di dire i nomi dei responsabili!
    In quanto a danni ,sprechi e risorse mal gestite credo che l’ambientalismo italiano possa far scuola!

  12. stiv scrive:

    X Ros Mad

    Ma tu quanto versi ogni anno in CONCESSIONI GOVERNATIVE – IN VERSAMENTI ALLA PROVINCIA – E A QUALCHE EVENTUALE ATC- E QUANTO HAI VERSATO A TITOLO VOLONTARIO L’ANNO SCORSO IN PIU’ ALL’ATC PER RISARCIRE EVENTUALI DANNI !Dato che mi risponderai che non vai a caccia e che non versi quindi un emerito c..o!
    Che problemi hai ?
    Guarda io oltre a tutto quello che sopra descritto verso anche una marea di tasse per mantenere quelli che sono in galera e provengono dall’EST EUROPA e non sono cinghiali!

  13. Giusti Giacomo scrive:

    Stiv
    Gl’e`stato detto 2000 volte chi ha importato i cignali dall’est Europa,ma non lo vuol capire,E`duro come le pine verdi!
    Fai come me,io ho risposto a te, non al duro come le pine verdi
    Non rispondere o controbattere e`la cosa migliore, credimi.

  14. Ros_Mad scrive:

    Caro il mio stiv (entro certi limiti caro….) io ogni anno verso al fisco italiano una bella fetta di ciò che deriva dal mio sudore! Che non vada a caccia e mi batterò fino alla fine per vederla SPARIRE me ne vanto e non poco e, tra l’altro, con le mie tasse – regolarmente versate – mi trovo a pagare le MULTE INFLITTE al nostro PAESE dall’Unione Europea per le continue violazioni alle leggi comunitarie sulla caccia. Altro che non verso un emerito c@@@@! Se ti costa così tanto andare a sparacchiare, ti ricordo che non te l’ha ordinato nessun medico! Fosse per me DECUPLICHEREI tasse e versamenti per concessioni a qualsiasi titolo legate all’attività venatoria.

  15. Peppe scrive:

    Incredibile, davvero. Ma mai che una cosa del genere capiti a qualche verdognolo.
    Come mi piacerebbe vedreli in un museo di storie naturali a fare compagnia al DODO imbalsamato, certi irresponsabili e incompetenti e verdognoli per giunta!

  16. Lara scrive:

    ho letto cose indecenti… possibile che la caccia la giorno d’oggi sia ancora praticata e per lo piu chiamata sport!!?? ..rispondo a tutti: è vero che l’uomo e gli animaili hanno un istinto predatorio,ma il fatto che in passato la caccia era quasi indispensabile per sopravvivere, ora invece non lo è piu..infatti io comprendo chi caccia perche ne va della sopravvivenza,questo è quello che anche gli animali fanno,non cacciano per divertirsi,ma per vivere…invece oggi voi cacciate per divertirvi ,per mangiarsi qualcosa di gustoso..vi sembrano motivi validi?? a me no..uccidere (con fucili sofisticATI) animali che non hanno modo di difendersi e senza una ragione valida( anche se uccidere in teoria non ammtte scuse,è un atto orribile)
    ..che vi piaccia o no la sterilizzazione oppure lo spostamento in aree protette sono le uniche soluzioni..il fatto è che ci vogliono soldi e alla gente non frega niente di salvare dei poveri animali che nn hanno fatto nulla di male se non riprodursi tra di loro e andare a cercare il cibo dove è facile trovarlo(istinto di sopravvivenza) e allora voi proponete l’abbattimento soluzione piu rapida ma orribile,come ragionate voi altri?? una vita animale nn vale proprio niente per voi..in passato le tribu cacciavano solo lo stretto necessario e chiedevano “scusa” all’animale ucciso, lo ringraziavano per la sua carne e utilizzavano tutto,ossa,pelle,carne, per nn sprecare nulla…

    • Ma è proprio nelle zone protette che il numero di ungulati ha sforato tutti i parametri di densità/ha……………tu ne vuoi aggiungere altri???????????Poi sterilizzare i selvatici…………………..questa come fai a portarla avanti????? Perchè non provi ad allevarti un bel cinghialetto simpatico nel tuo giardino???Dopo uno-due anni vedi come si sarà trasformato, a quel punto la sua mole sarà fuori dal tuo controllo…………….vuoi far diventare degli animali selvatici,fieri,cresciuti e vissuti in libertà , dei fenomeni da baraccone??? Non è peggio ??Queste bestie in oltre fanno grossi danni , che poi noi cacciatori provvediamo a pagare con i soldi versati da noi , quindi se come dici tu non li dovessimo più prelevare, chi si accollerebbe questo costo??Voi ambientalisti( :lol: )……………………saluti

    • mauro andrea giuseppe scrive:

      Lara, la natura si regge su equilibri delicatisssimi, se tu trasferisci dei cinghiali in aree protette, sicuramente andrà a danno di qualche altra specie e non sarà una cosa naturale ma provocata dall’uomo tanto quanto un ripopolamento sbagliato eseguito in ambito venatorio.
      Neanche io sono cacciatore, ma non vedo altra soluzione che un contenimento mirato.
      La carne, oltretutto rimane di proprietà dell’Ente (pronicia o parco) che la vende al cacciatore rimpinguando ormai le m isere casse.
      Guarda che l’uccisione di un animale per quanto ideologicamte tu non la possa condividere (la rispetto perchè l’hai espressa con molta civiltà e partecipazione d’animo) è molto meno grave del pregiudizio degli ecosistemi da parte del mondo urbanizzato.
      Io da fruitore della natura (escursionista, fungaiolo, pescatore) mi incazzo a bestia quando vedo uno scempio ai danni dell’ambiente e ti assicuro che approfondisco o faccio approfondire dagli organi preposti la situazione riscontrata…..altri che si scandalizzano per il cinghiale abbattuto o per la famosa ricetta di BIGAZZi credo che se ne stiano tranquilli e beati nel loro bel salottino urbano dotato di aria condizionata a pontificare contro questo e quello.
      Il mondo rurale ormai queste cose non le tollera più, perchè fa sempre la figura dell’ortolano….sai la storia del cetriolo…
      Un prato utilizzato per sfalciare il foraggio oltre che essere un’importante risorsa economica per il proprietario è anche biodiversità, differenzia l’ecosistema…se il cinghiale me lo rusca tutto…
      I problemi sono altri e sono legati alle zone sulle quali il mondo urbanizzato a messo gli occhi, mi riferisco alle pianure ed alle zone di bassa collina ove le reti ecologiche sono sparite, sopraffatte dai capannoni dalle “bonifiche agrarie” degli industriali agricoli (che amano farsi chiamare contadini ma che tali non sono).
      Il mondo rurale chede solo rispetto, rispetto delle proprie tradizioni (caccia compresa) del proprio stile di vita, chiede di continuare ad esistere nonostante venga quotidianamente defraudato dei servizi essenziali ,quali istruzione e sanità ,a scapito del mondo urbanizzato.
      Puoi non condividere l’uccisione dell’animale ma non puoi negare che la presenza di una persona che vive la natura (in modo opinabile, ci mancherebbe altro) non sia una cosa positiva per la soppravvivenza della stessa… pensa se non vi fosse più l’interesse della gente a vivere gli spazi naturali nel m odo più congeniale….sarebbe tutto in mano agli speculatori con buona pace dei cinghiali ma anche di quasi tutti gli altri animali (corvidi esclusi)
      Salut MAG

    • ilio scrive:

      Lungi da me fargli cambiare opinione, sarebbe una partita persa in partenza .Dialogare con persone che ragionano a senso unico senza un minimo di raziocinio, senza un’analisi ponderata del loro stile di vita è come fare un buco nell’acqua. Ipocriti e razzisti sono coloro che ospitano nelle loro mensa carne e pesce provenienti da allevamenti, se li posiziono a nostra immagine e somiglianza anche quelli di allevamento hanno il diritto di vivere, soffrono e gioiscono, hanno freddo e caldo, fame e sete hanno sbalzi di umore ecc. al pari di quelli selvatici ma non ci si fa scrupolo se vengono seviziati e uccisi tanto sono nati per deliziare i loro palati e riempire le loro pance. Lo steso dicasi di quanti si definiscono vegani. Un uovo proviene da un essere a cui è stato impedito dall’uomo gustare il piacere del sesso come natura ha stabilito,contro la sua volontà provandogli volontariamente l’aborto. Qualsiasi forma di alimento vegetale è stato ucciso per imbandire la loro mensa a meno che non siano morti per raggiunti limiti di vita ( vegetali secchi insomma) non sembra che nei supermercati siano presenti come alimento umano. Lo stesso formaggio ha bisogno del caglio che viene estratto dallo stomaco di animali dopo essere stati uccisi,anche se attualmente è disponibile sotto forma di sintesi ma sono prodotti immangiabili. Non mi addentro in altri settori della vita quotidiana come auto, tv, pc, cellulari, abbigliamento, farmaci,detersivi,ecc…ecc.. di cui se ne fa largo uso da tutti compresi pseudo salvatori ambientalisti. Non si salvaguarda l’ambiente e soprattutto la vita animale vietando o mettendo in discussione la caccia la quale occupa uno degli ultimi posti in relazione alla rarefazione della fauna selvatica e delle condizioni ambientali che si sono venute a creare, non è intellettualmente onesto dire intanto per ripristinare un po vietiamo la caccia, queste sono considerazioni che solo persone mediocre possono propine e persone che hanno ben altri scheletri nell’armadio da nascondere. Son ben altre la cose da fare per salvare quel poco che è rimasto da salvare, non contestando la caccia che paradossalmente, contribuisce in maniera determinante per la salvezza e il benessere della fauna e dell’ambiente. .

      • Giacomo scrive:

        8O Sei già quà un’altra volta ? Ho capito ci hai ripensato !! Vuoi iscriverti alla FIDC ? :P :P :P :mrgreen:

      • larakkk scrive:

        diciamo che condanno la caccia inutile,solo per mangiarsi l’animale e per divertirsi, la caccia di selezione invece e quella controllata e mirata forse puo fare bene all’ecositema, ma cmq esistono anche altri modi x mantenere l’equilibrio,senza dover uccidere gli animali di troppo…ma cmq ho gia risposto a cose simili da un’altra parte..ma gli animali da allevamento vengono davvere seviziati,trattati cosi male?(nn è illegale trattarli male?nn fanno controlli?) sinceramente nn so cm vengano uccisi e tutto il resto,ma nn ho mai detto che nn mi dispiaccia,che nn mi faccio scrupoli,sinceramente qui si parlava di caccia,nn di macellazione e allevamento,quindi se si parla di animali selvatici e basta nn significa che tutti gli altri mi facciano schifo,è k nn stavamo parlando di quelli… anche voi cacciatori penso che utilizzate macchine comodita,energia e mangiate anche cose prese al supermercato o sbaglio? io posso solo fare qualcosa x evtiare di usare benzina,andare a piedi,risparmiare energia,acqua,e tutto il resto…ma nn darmi dell’ipocrita non ho mai affermato che la caccia è la sola cosa che fa danni all’ambiente e ke io nn ne faccio mai,anzi so bene che l’inquinamento è molto peggio,ma visto k qua si parla di caccia queste cose nn centrano molto o sbaglio?

  17. Lara scrive:

    l’abbattimento non è l’unica soluzione cari signori,è solamente la piu veloce ed economica,cio non significa che sia la piu giusta.. prendo come esempio il randagismo..molti ancora voglio abbattere questi poveri randagi,che diventano branchi e anche pericolosi a volte…questo è il risultato di un menefreghismo evidente,cani abbandonati cani lasciati a vagare,liberi di riprodursi quando vogliono..io dico sempre che prevenire è molto meglio che intervenire dopo..è colpa dell’uomo non dei cani e l’uomo non ha diritto di ammazzare i cani solo perche sono troppi,l’uomo li deve sterilizzare e in seguito mettere nei canili perche siano rieducati e adottati.. voi dite che nn sono cose efficaci perche neaasuno le mette in pratica VERAMENTE con sterilizzazioni di massa,nn importa quanti soldi si spendano,è colpa dell’uomo se si è arrivati a questo punto,se interveniva prima spendeva meno..voi pensate che gli animali nn hanno diritti..

    • Il randagismo è una storia diversa………………i cani randagi vanno prelevati,messi in canile, se possibile adottarli,ma se succede come in Sicilia dove sbranano la gente,anche se la colpa è di chi non li ha gestiti nel giusto modo, la soluzione deve essere una sola per quel tipo di bestia:l”abbattimento, perchè altrimenti ci puoi scommettere, lo RIFARA ed è troppo rischioso dargli un” altra possibilità!!!!!!!!!!saluti

    • Giacomo scrive:

      voi pensate che gli animali nn hanno diritti
      —————————————————

      Con tutto il rispetto per il suo modo di vedere, io credo che hanno anche il diritto di procrearsi !! Secondo lei è meglio sterilizzarli anzichè abbatterli per non farli soffrire ? Si è vero è colpa dell’uomo se si è arrivati a tanto !! Ma se è colpa dell’uomo la mala gestione degli animali è anche dovere dell’uomo mettere le cose a posto, ma senza ulteriori oneri dei cittadini che non riescono ad arrivare a fine mese.
      Lo dice lei che non ha importanza quanti soldi si spendono, evidentemente sta tirando acqua al suo mulino, perchè dopo sterilizzati bisogna tenerli per forza in canile ! O forse un cane anche se sterilizzato non morde e può ammazzare come è successo in Sicilia ? L’importanza c’è e come se c’è. Cara signora i soldi servono per gli ospizi per gli anziani che come i cani vengono messi in mezzo alla strada e non se ne costruiscono, Bisognerebbe fare un ospizio vicino ad ogni ospedale, servono per le scuole e gli asili perche i professori li stanno licenziando e le scuole si stanno riducendo , servono per gli ospedali dove per avere delle analisi si deve aspettare mesi. Noi cacciatori facciamo gia tanto per i nostri cani per mantenerli un anno intero e per andare a caccia tre mesi lei queste cose non le sa o non le vuol sapere. I cani randagi quelli che aggrediscono le persone vanno eliminati senza se e senza ma cosa vuole sterilizzare……
      Perché sterilizzare non è una violenza ? Lei ci starebbe in vita senza poter avere figli ? Su questo tasto si perde tempo e denaro per cose più importanti, oggi come oggi bisognerebbe badare un po più badi alla famiglia e alla vecchiaia, sempre che non abbia soldi a palate come Paperon de Paperoni, Quando avremo aggiustato la nostra società senza avere persone che vivono di stenti allora si può anche badare di più agli animali. Chi proprio ci tiene badasse al suo cane come facciamo noi cacciatori, o mi sbaglio ?? Salutiaaamo

      • Giacomo scrive:

        Badi non ci vuole, chiedo venia ?

      • lara scrive:

        un cane sterilizzato nn è che nn morde piu,è solo piu tranquillo e evita di mettere in giro altri randagi,molto piu selvatici del padre e molto piu pericolosi..se ci sono 5 raandagi e aspetti qualche anno ti ritrovi dei branchi di randagi..perche invece nn sterilizzi quei 5?? fai prima no?.. e poi li fai adottare.. se i randagi si riproducono tra loro diventano sempre piu selvatici sempre piu diffici anche da adottare,da recuperare….quei 5 invece possono facilmente essere recuperati essendo ancora amichevoli all’uomo… nn conoscete la mentalita del cane..non gli fa nulla essere sterilizzato,vive solo piu a lungo e piu felice.. nn sa cosa si perde e i cani si accoppiano per istinto di sopravvivenza non certo xke gli piacciono i cuccioli o per metter su famiglia o per amore…

      • larak scrive:

        sai anchio la pensavo cosi sulla sterilizzazione molto tempo fa.. poi mi sono andata a informare da varie fonti e ora comprendo xke molti la sostengono e la sostengo anchio…ci sono moltissimi punti a favore..e bisogna anche un po conoscere il modo di pensare dei cani,nn è niente vero che nn possono vivere felici se nn sterilizzati,i cani sentono il bisogno di riprodursi solo per istinto di sopravvivenza,nn per altro, nn pensano come noi uomini,non si dispiacciono di nn aver avuto figli e non c’è alcun bisogno di fare fare 1 cuccolata alla cagna prima di sterilizzarla, perche lei nn sa cosa si perde, è sbagliato umanizzare i cani proprio per nn fare di questi errori ..ti dico una cagna non sterilizzata per vivere bene cosa deve fare? una cucciolata ogni anno e mezzo minimo..o c’è alto rischio di gravidanze isteriche e tumori..posso spiegarti bene ogni lato positivo della sterilizzazione se vuoi,ti consiglio di fare alcune ricerche davvero,su siti cinofili affidabili,vedrai che cambierai idea almeno in parte,ne vale la pena di informarsi un po…perlomeno ne saprai di piu sull’argomento.. in ogni caso dicevo che tutti i cuccioli che fa una cagna nella sua vita quanti saranno?? tanti vero? molto meglio se non ne fa, a favore dei cani dei canili.. se 30 cuccioli vengono adottati ,trenta cani del canile nn potranno essere altrettanto fortunati…meglio nn mettere inutilmente nuovi cani in circolazione,meglio lasciare fare le cucciolate agli allevamenti seri..e poi volevo dirvi una cosa…io vedo spesso cani chiusi nei box, cani usati per la caccia,molti cacciatori pensano di tenere chiuso il cane tutta la settimana cosi poi a caccia è piu attivo..naturalmente nn condivido voi? come tenete i vostri cani? spero in giardino, in famiglia,come compagnia e ripettando le loro esigenze…

      • larakk scrive:

        per quanto riguarda l’abbattimento dei cani randagi anche qua ci vorrebbe un po piu di informazione..un addestratore sa che qualsiasi cane puo essere recuperato..difatti molti lavorano per il recupero di cani aggressivi anche maltrattati piacchiati o provenienti dai combattimenti, si possono rieducare completamente e cio significa che nn faranno piu cio che hanno fatto in passato, cosa che non vi entra proprio in testa..un buon educatore cinofilo prima capisce il motivo del comportamento e poi trova un metodo per modificarlo..quindi basta pensare : cane pericoloso? lo abbattiamo.. no ,hanno diritto ad un’altra possibilita questi cani… io la sterilizzazione la intendevo cosi: catturi uno per uno i randagi e li sterilizzi,poi o li rimetti al loro posto se il canile è affollato,se c’è posto in canile o in centri di recupero(per i cani k vanno rieducati…) .. questa è la prima cosa da fare,il motivo principale è di evitare che nascano ulteriori randagi,molto piu selvatici dei genitori,genitori che almeno avevano 1 passato da cuccioli accanto all’ìuomo..e quindi piu pericolosi..in questo modo i cani saranno si prelevati dalla strada il prima possibile ma almeno nel frattempo la situazione nn peggiorera e in futuro se adottati nn faranno ulteriori cuccioli(ogni canile dovrebbe sterilizzare tutti i cani presenti…inoltre è noto che 1 po si tranquillizzano…..

  18. Springer scrive:

    Io rispetto la posizione di Lara e Ros_Mad . Non voglio convincerli di niente . Capisco e comprendo chi non vuole essere cacciatore e chi non se la sente di uccidere un’ animale . Mi piacerebbe solo che queste ” ramanzine ” mi venissero fatte da ” vegani ” e non da semplici ambientalisti anti caccia che in teoria rispettano la vita animale e in pratica , direttamente o indirettamente , derogano a questo loro sacrosanto principio in qualche modo . Solo loro pero’ sanno a che categoria appartengono .
    Mi riesce anche difficile trovare OGGI delle giustificazioni sull’ essere cacciatore tranne il dover scrivere le cavolate che normalmente scriviamo in questi casi ( albe- tramonti , ecc.ecc. ) . Questo pero’ solo perche’ sono italiano . Invece mi riuscirebbe molto ma molto piu’ facile ” difendermi ” se fossi ad esempio un cacciatore ” americano ” visto che loro dai cittadini non cacciatori e grazie al grande lavoro fatto in recupero di specie e in ripristino e protezione ambientale , sono considerati ambientalisti a tutti gli effetti . Gestiscono con questi ( gli ambientalisti ) 550 Oasi di protezione . Avrei cosi’ dei dati e progetti portati a termine da presentare riuscendo a far capire meglio l’ importanza del cacciatore e della Caccia in un mondo che ha perso il suo equilibrio naturale e che grazie a questo e questa , ha modo di ritrovarlo e in diversi casi addirittura ” recuperarlo o ricrearlo perche’ scomparso ” . Da loro infatti proprio dai cacciatori e grazie al loro impegno ( anche economico ) si sono riusciti a salvare habitat e specie in gravissima difficolta’ .
    Purtroppo sono cacciatore italiano e non ho niente di tutto cio’ da presentare per questo per il momento sono costretto a tacermi .
    Posso solo dire che mi trovo d’ accordo con quanto scritto poco sopra da Alessandro Federighi e Mauro Andrea Giuseppe percio’ non lo ripeto .

Leave a Reply


+ 5 = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.