Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Non tradite i Cacciatori

| 22 maggio 2009 | 68 Comments

LA MAGGIORANZA NON TRADISCA I CACCIATORI
In due giorni, a proposito dello stralcio deciso alla Camera dell’articolo relativo alla caccia dalla legge comunitaria 2008, si è scritto e letto di tutto. E il contrario di tutto.
Molti hanno scambiato questa decisione per una definitiva sconfitta; molti altri (fra i quali anche alcuni deputati della maggioranza, oltre al solito schieramento misto dei più irriducibili anticaccia) hanno gioito talvolta anche in maniera sguaiata. La realtà invece è un’altra. Il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, e il vicepresidente vicario, Gaetano Quagliariello, con un comunicato stampa hanno precisato l’esatto valore di questa decisione, esortando i cacciatori e agli agricoltori a non dimenticare che il testo sarebbe uscito dal Parlamento se la maggioranza fosse stata ancora quella di centrosinistra.
Il CNCN, pertanto, esorta i principali responsabili della compagine governativa affinché non deludano, ancora una volta e in maniera del tutto incomprensibile, le legittime aspettative della maggioranza dei cacciatori italiani e della stragrande maggioranza degli agricoltori, che tanta fiducia hanno riposto in loro, e si aspetta un coerente e risolutivo intervento da parte del Governo alla ripresa dei lavori sulla riforma della legge 157/92.
22 maggio 2009
L’UFFICIO STAMPA

Category: Leggi/Politica

Comments (68)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giacomo scrive:

    Esatto circa 3.500.000 di voti da dare alla sinistra, altrimenti se ne fregano delle schede annullate !! A sinistra !! Barra a sinistraaaaa !! Adesso ci divertiamo anche noi.

  2. Federighi Alessandro scrive:

    @Fiore:lascia perdere sti ragionamenti! Pensa che nel governo Prodi c”erano come deputati almeno 3 Brigatisti e il capo dei no global(Caruso ), eppure anche io andavo a lavorare per pagare certa gente, ma che ci “azzecca” con la caccia? il nostro problema è che siamo disuniti e i nostri avversari GONGOLANO, e continueranno a godere di questo nostro ,brutto , modo di essere da sempre ! Penso che ormai sia tempo di un partito dei cacciatori, che faccia solo politica a nostro favore ! adieusu

  3. Fiore scrive:

    @ Federighi Alessandro,

    il nostro problema è che abbiamo troppi avversari, per di più avversi alla caccia che nemmeno sanno cosè!! il partito dei cacciatori non risolverà la situazione.
    1) non potra essere apolitico ci saranno sempre fazioni che tireranno da una parte o dall’altra.
    2) con lo sbarramento al 4% la selezione è già fatta, e se anche riuscissero a prendere qualche seggio in parlamento saranno voci che non verranno mai ascoltate.
    3) se poi diventassero troppo scomodi verrebbero comprati dal comandante unico.

  4. grifonenero scrive:

    Caro PDL,

    vuoi i voti dei cacciatori ?

    Fai i fatti e non parole.
    Fino ad adesso hai solo promesso e non mantenuto.
    Non riesci entro il 5 giugno ad approvare le modifiche alla 157 ?
    Scrivi una nota a livello nazionale in cui affermi che ti impegnerai formalmente con il mondo della caccia italiana ad approvare il testo Orsi. E non solo al Senato…

    Non vedere soldo ???… noi non dare cammello !!!

  5. ANTONIO PINOTTI scrive:

    Carissimi amici, sono contentissmo di leggere i vostri commenti, nel senso positivo s’intende. Si percepisce LA PASSIONE DELLE PERSONE PERBENE QUALI TUTTI VOI SIETE, ANCHE SE NON VI CONOSCO. IN FRANCIA, NEL 2000 DOPO LA LEGGE VARATA DAL GOVERNO CHE ISTITUIVA FRA L’ALTRO GLI “ACCA” (Associations Communales de chasse Agrèès) piccoli comprensori di caccia,che di volta in volta vengono concessi dai proprietari dei fondi,si sollevò una grande protesta dei cacciatori FRANCESI.PRESe LA GUIDA DI QUESTO MOVIMENTO JEAN SAINT JOSSE che ha fondato un partito dei cacciatori, pescatori ed agricoltori.A settembre del 2000 oltre un milione di cittadini si riunirono lungo i Campi Elisi, vicino all’Arco di Trionfo. Il partito dei cacciatori FRANCESI HA OTTENUTO IL 4% ALLE ULTIME ELEZIONI pRESIDENZIALI E DUE SEGGI AL PARLAMENTO Europeo.

    LA SITUAZIONE DELLA CRISI DELLA CACCIA ITALIANA E’ IDENTICA A QUELLA FRANCESE DEL 2.000 SE NON PEGGIORE.

    La politica e’ contro la caccia, ma si serve della caccia quando le conviene, le FEDERAZIONI SONO ASSENTI TOTALMENTE ORMAI DA ANNI. Io non voglio criticarle PER PARTITO PRESO, O PERCHE’ QUALCUNO PUO’ PENSARE A DEI RISENTMENTI PERSONALI. NON SI TRATTA DI QUESTO. MA ORMAI ANCHE I CIECHI E I MUTI SANNO BENE COME STANNO LE COSE.

    Che fare ? Un programma rivoluzionario per la caccia italiana senza guardare in faccia a nessuno, uomini capaci che abbiano il sale nella zucca, preparati tecnicamente,
    disinteressati, svincolati totalmente dai partiti, da tutti i partiti. QUALCUNO RIPETERà IL RITORNELLO: C’è GIà UN pARTITO ! Bene, ma non basta. ATTORNO A QUEL NUCLEO COMPOSTO DI UOMINI VOLENTEROSI, SI FORMI UNA COSA PIù GRANDE.Ma quante PERSONE CHE SCRIVONO SU QUESTO SITO,SAREBBERO SECONDO ME CAPACI, DI DARE IL VIA A QUESTO NUOVO PROGETTO, CHE NON DEVE ESCLUDERE NESSUNO. ANZI LE ESPERIENZE ESISTENTI SIANO IL MOTORE DELL’INIZIATIVA.

    In Italia conti se hai del tuo,se hai dalla tua parte una forza organizzata e non se aspetti supinamente che gli altri ti diano qualcosa.

    VI SALUTO CON MOLTA CORDIALITA’

  6. francescorm scrive:

    Sig. Antonio Pinotti,
    Se lei lo riterrà opportuno, o chiunque altro, sia del partito esistente o di quello che potrebbe nascere intorno a Caccia Ambiente,può mettersi in contatto. Vivo a Roma e non ho la tessera di nessun partito dal 1993!!!!!!!
    Cordialmente,Francesco.

  7. Giacomo scrive:

    Caro Pinotti, c’è una sola cosa da fare, votare por la sinistra PD, stessa linea federcaccia, e se le cose non si aggiustano appendere il fucile al chiodo.Con il massimo rispetto per la tua persona, un cordiale saluto.

  8. francescorm scrive:

    Caro Fiore,
    Leggo sempre i tuoi commenti e più di qualche volta mi ci sono anche riconosciuto.
    Il mio commento di ieri,e non rettifico alla Berlusconi,non era una difesa dello stesso, ma una constatazione di un fatto che ormai è storico. Tutti sappiamo quante ne ha fatte e ne potrà ancora fare, ma sono tre volte che lo eleggono con maggioranze che fanno venire gli incubi a D’Alema,Veltroni e ora a Franceschini,povero Democristiano d’altri tempi. Mi dispiace che da quelle mie parole, che dovevano finire là,si sia scatenata una guerriglia dialettica che nulla ha a che vedere con la caccia. Mette solo in evidenza che tutti abbiamo idee politiche e vorremmo si affermassero. Quindi per affrontare il problema, che oggi ci sta impegnando più del lavoro,o siamo uniti o altrimenti con le nostre divisioni faremo solo un regalo alla politica. Ma siamo uniti su che cosa. Le idee emerse fino ad ora sono tante e contrastanti,il tempo strige e chi può organizzare qualcosa di positivo, che domani non si ritorca contro la caccia,in modo anche autorevole ma condiviso da tutti,non si manifesta apertamente. Non faccio il qualunquista,se avessi capacità persuasive tenterei pure,ma per questo occorrono uomini o donne che abbiano anche la possibilità e l’influenza per rapportarsi fuori del mondo della caccia.
    Fiore, non sono di sinistra e da subito ho familiarizzato con Gianni, ma nella mia squadra di caccia i miei amici, quando votano, votano a sx, ma ogni settimana siamo a cena insieme per la caccia.
    Ti saluto calorosamente,come si conviene tra persone che condividono con passione ed ardore la follia della caccia.

  9. ANTONIO PINOTTI scrive:

    SIG.GIACOMO,io mi riferivo al partito dei cacciatori che già esiste. NON SONO PRATICO MA MI PARE CHE SI CHIAMI “CACCIA-AMBIENTE” O SBAGLIO ? QUELLO POTREBBE ESSERE IL NUCLEO DA cui ripartire.PER ME SULLA CACCIA DESTRA E SIN ISTRA “PARI SONO” . Tanti saluti, e dormiamoci questa sera sopra !

  10. ilio scrive:

    Non eravamo fuori di testa, eravamo solo onesti e in buona fede. Si voleva modernizzare una legge vecchia di 17 anni Volevamo qualcosa che riportasse dignità al cittadino cacciatore e sentirsi a buon diritto europei . Non c’e` bianco e nero, buoni e cattivi.. Al di là` della critica, oltranzista si è lavorato,con diligenza , professionalità su qualcosa di serio, per il bene vero dell’ambiente, nostro, e della comunità. Ognuno di noi con la sua esperienza a contribuito a questa modifica e ne siamo orgogliosi. Ma, non appena si scoprono le nostre intenzioni, si scatena una guerra mediatica intrisa di falsità, e pregiudizi. Qualcuno ha deciso di giocare sporco sulla caccia, inizia la guerra, patti segreti, tradimenti, paura di perdere privilegi e soldi, scambi di ruoli,compravendita di voti, per la conquista di qualche voto e poltrona per ingrandire il proprio impero. Dal giorno alla notte gli alleati “amici” si trasformarono in nemici traditori, un macabro gioco in cui doppiezza, menzogna, ignoranza,superbia, immoralità sono gli strumenti più` usati da politici “amici”.

    In un paese in cui le malefatte sono all’ordine del giorno non si può offendere ed emarginare il cittadino cacciatore che ha fatto della legalità il suo stile di vita, un atteggiamento del genere e` veramente infame da parte della politica.

    Giustificare e accogliere le istanze scalmanate e prive di ogni senso logico e conoscenza della materia caccia sui giornali sono tra le più vergognose. Anche posizioni prese nei confronti dei nostri ragazzi che vengono definiti incapaci e violenti dai giornalisti e politici oltranzisti è un giudizio malato, insensibile, pericoloso, dannoso, offensivo indipendentemente dalla parte della barricata in cui ci si trova, un giudizio sbagliato nei confronti dei giovani, qualcosa che non possiamo permetterci di questi tempi. Vietargli questa esperienza non significa proteggerli, se vogliamo proteggerli dobbiamo ragionare e cercare di capire le causa di questo degrado e dove abbiamo sbagliato. Non è certo considerarli degli incapaci che conquisteremo la loro fiducia e rispetto e non sarà col falso, strumentale,e demagogico ambientalismo che si indirizzeranno al rispetto e alla tutele dell’ambiente .

    Non siamo più disposti a farci sbattere ancora una volta la porta in faccia. In questo frangente perde un popolo di gente buona e leale, vince l’asse del male e del tradimento, ma un popolo buono se tradito e portato all’esasperazione può allearsi anche con il cattivo

    Siamo gente pacifica e responsabile, non ridicolizzare il popolo dei cacciatori. Esorcizzare la caccia come il male dell’ambiente attraverso la falsità l’egoismo il tradimento non porta bene a nessuno.

  11. sergio scrive:

    Ma che sinistra:ci andiamo a mettere in bocca alle iene.Io sto qui nel sud,e a me Prodi andava bene,ma aveva delle pessime alleanze(come si è visto) la Puglia è governata da Vendola :guardate il simbolo del suo partito.Non sono di destra,ma se il nostro deve essere un voto di protesta la lega è presente anche quì,non lo vorrei fare,ma visto che quei signori si alleano con chi meglio possono spartire,anche io mi alleo con chi ancora sta cercando di far passare la legge.On Berlato,credo fermamente nella sua opera e nella sua sertietà,ma ribadisco che nel suo partito,si sono scoperti franchi tiratori,che prima hanno predicato bene,una volta seduti razzolano molto ma molto male.Se ci sarà la Lega che aumenterà (spero di molto)la colpa sarà solo vostra,e mi scuso se ogni tanto metto dentro dei detti meridionali,qui sul Gargano si dice:e adesso mordetevi i gomiti.Sono TOSCANACCIO,ma mi sono fermato quaggiù circa 40 anni fà per la caccia.

  12. sergio scrive:

    Forse qualcuno non lo sà,ma la Lega è presente anche quì al sud

  13. ercolini valerio scrive:

    Caro Ilio,

    siccome qualcuno sul sito mi aveva messo una pulce nell’orecchio,sono andato ad indagare via internet per vedere se la Lega Nord la quale ha presentato gli emendamenti aveva poi votato contro i suoi stessi ,ho avuto l’amara sorpresa di constatare che tutta la Camera parlamentare ha votato Lega compresa contro la Comunitaria Europea.

    Pertanto nei prossimi giorni faro un intervento da inviare a Daniele piu’dettagliato.

    Saluti Valerio

  14. francescorm scrive:

    A questo punto,sig. Valerio Ercolini,non ci rimane che l’opzione CONFAVI-Berlato.(Forte segnale di protesta)

    E come disse qualcuno: muoia Sansone con tutti i Filistei(politici di dx e di sx).

    Cordialmente,Francesco.

  15. luigi scrive:

    Cara Sig.ra Caretta
    innanzitutto la informo di essere uno dei tanti cacciatori che hanno profuso il loro impegno nella raccolta delle 843000 firme a favore della riforma della caccia, e ci tengo a dirle che prima di parlare contro l’operato della Lega in merito allo stralcio dell’art. 16 lei si debba informare meglio, in quanto la Lega è l’unica forza di governo che non sta dimostrando ambiguità (vds i vari provvedimenti approvati dal governo in questo annno….)infatti lo si deve a loro l’estremo tentativo di far approvare tale articolo nonostante i personaggi ambigui del PDL (BOCCHINO & Company) continuino a prendere in giro il popolo dei cacciatori votando contro la caccia…..e se proprio glielo devo dire il giorno prima io ed altre persone eravamo alla camera dei deputati proprio per tutelare gli interessi di noi cacciatori grazie all’on. PINI nel tentativo di far approvare tale articolo….LEI DOVE STAVA???? troppo semplice sputare sentenze……dimostri con i fatti facendo sentire direttamente anche la sua voce nelle sedi opportune ovvero nei palazzi del potere solo così potrà rendersi conto realmente di cosa fanno i politici e soprattutto della coerenza e serietà dei leghisti

  16. ercolini valerio scrive:

    x francescorm.

    Caro Francesco,ieri sera quando ho potuto constatare che la Lega aveva votato pure lei contro la Comunitaria,se avessi preso un bel pugno in faccia mi avrebbe fatto meno male.

    Non perche’sono un leghista,ma perche’faccendo parte di questo governo la Lega poteva essere una speranza per noi,ed io mi ci ero messo anima e corpo per appogiarla,ti puo immaginare la mia delusione.

    Pertanto secondo me come dicevi anche tu,non ci rimane che l’opzione CONFAVI-BERLATO.
    Saluti Valerio

  17. ilio scrive:

    Caro Valerio l’opzione Confavi non mi entusiasma,è un’arma a doppio taglio. Non vorrei essere nei panni degli amici del collegio di Sergio, veramente non saprei come comportarmi se si vota il p.dl per ringraziare Sergio ne trarrebbe profitto “topolino e la banda Bassotti , se ci si astiene o si annulla la scheda si voltano le spalle a Sergio e questo non se lo merita di certo. Io per fortuna questo giro non ho di questi problemi perché Sergio non rientra nel mio collegio. Ero orientato a votare Lega Nord ma visto che anche loro stanno col “branco” annullo la scheda.

  18. Ci hanno pugnalato alle spalle, come fanno i vigliacchi ed i codardi. Sapro’ ricompensarli nella maniera migliore. Per quanto riguarda l’on. Berlato presumo che anche per questa legislatura ce la faccia ad essere rieletto, ma il “bonus” e’ finito anche per LUI. Fra cinque anni non essendoci piu’ NIENTE da far approvare in materia di caccia sara’ problematico un Suo reincarico. Il gioco e’ finito. Ora per NOI ma fra qualche anno per QUALCUN ALTRO.

    Gionni

Leave a Reply


8 + 6 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.