Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

La provocazione di Orsi

| 17 marzo 2009 | 31 Comments

orsi_provoca.jpg

Clicca sull’immagine, per vedere e ascoltare la provocazione di Orsi

Category: Generale

Comments (31)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Alessandro Cannas scrive:

    Ha ragione che se la spicciassero da soli..Non e’ affar nostro..Non e’ una provocazione …..

  2. giancarlo scrive:

    avevo gia’ accennato in altri post che questa e’ una soluzione per fare vedere che anche noi contiamo.ORSI…avanti tutta e complimenti.

  3. cla scrive:

    ce qualcuno che mi può dire quale è stata la provocazione di Orsi che io non riesco a vedere il video? Grazie

  4. sandro scrive:

    Sono pienamente d’accordo con il sen.re Orsi in ogni singola parola espressa in questo filmato.
    Complimenti vivissimi , è anche così che può ridarci dignità a tutti noi cacciatori.

  5. GIANFRANCO scrive:

    x cia ORSI invita i cacciatori LIGURI a effettuare uno stop alla caccia di selezione al cinghiale da subito, e senza dilungarmi ” CHE SE LA VEDANO GLI AMBIENDALISTI ” che ci hanno offeso sino ad ora.

    ORSI SIAMO TUTTI CON TE ” VAI FINO IN FONDO TI SEGUIREMO”.
    Saluti
    Antonelli Gianfranco
    Segretario P.le CST-CONFAVI
    Ascoli Piceno

  6. cla scrive:

    Grazie Gianfranco beh non posso che essere d accordo. Io ce li manderei davvero gli animalisti con la speranza che i cinghiali se li mangiassero tutti. Ciao

  7. Giusti Giacomo scrive:

    Sarebbe davvero l’ora!!!!Bravo Senatore!!Se i cinghiali entreranno nelle case,e gli altri nimali spezzano e mangiano tutto,gli storni e le tortore biannche gli cacano in capo,ecc.ecc,Che si arrangino!E`veramente arrivato il tempo di dire basta alle calunnie e alle offese,che se la vedano da soli.Se fossi un cacciatore ligure dopo questo appello pulirei il fucile.E cosi dovrebbero fare tutti i cacciatori delle altre regioni,chiamati per gli abbattimenti o con l’art.37.

  8. rossi s scrive:

    bravo Sen Orsi ci pensi il WWF la lipu la LAC ma che paghino anche i danni agli agricoltori come facciamo noi cacciatori

  9. roberto scrive:

    Caro Sen. Orsi, ho esaminato le proposte di modifica Federcaccia, non si faccia infinocchiare poichè da quanto ho letto rimane quasi tutto inalterato rispetto alla 157, soprattutto per ciò che riguarda la modifica dell’art. 18 che continua a prevedere gli stessi tempi di apertura e chiusura (tranne che per alcune specie di acquatici al 10 febbraio). La speranza e la fiducia del mondo della caccia che ruota attorno al Suo nome non vorrei che finisse in una bolla di sapone!!!!

  10. stermy scrive:

    Pienamente d’accordo. Propongo, inoltre, anche lo sciopero dei orto d’armi: nessuno paga la tassa statale e quella regionale nè l’atc. Voglo vedere se a settembre nessuno è andato a ritirare i tesserini e lo stato e le regioni non hanno avuto introiti dai cacciatori (sono milioni d euro) cosa inventano. Per me riaprono la caccia anche alle capinere. Al limite staremo un anno a casa a far contente le ns. mogli.

  11. Claudio ACL BS scrive:

    E’ da un pò che sostengo la stessa teoria del Sen. ORSI e in più post l’ho ribadito.
    I cacciatori devono smetterla di farsi insultare e comunque accorrere per risolvere i problemi ogni qualvolta vengono chiamati dalle province!
    Che dimostrino gli ambientalisti che i loro metodi “dissuasivi” sono efficaci!!!

  12. paolo scrive:

    BRAVO SENATORE VAI AVANTI SIAMO CON TE
    UN SALUTO DALLA SICILIA

  13. Ledo scrive:

    Sen.Orsi Mai Mollare si lotta fino alla fine!!!!!!

    Dobbiamo crederci in quello che facciamo.

  14. giancarlo scrive:

    xcla no”io ce li manderei”… ci devono andare ambientalisti e company.. naturalmente senza armi,prenderli al cappio come nel far west ahahah!!! se poi non ci riescono che provino a chiamare un certo”GIANNI” IL GIORNALISTA “NEUTRALE”, lui ha avuto a che fare con coccodrilli leoni,gli fa’ una sega il cinghiale.ahahahah!!!

  15. valerio ercolini scrive:

    Senatore Orsi,
    siamo con Lei ,ci chiami quando e’il momento , invaderemo le strade e le piazze di Roma.
    Bisogna decimare inoltre i Parchi voluti dai vari Pecoraro ,i quali servono solo a sperperare denaro pubblico e ad incrementare gli ungulati che la notte sconfinano per andare a mangiare e distruggere l’agricoltura,per poi rientrare prima che faccia giorno.
    Questi carrozoni servono solo a rinpinguare con i nostri denari chi li vuole e li diffende per propi interessi,ed e’per questo che non vogliono la modifica della legge su i Parchi.
    Il PD e’il loro complice,perche’sistemando questi fanatici anticaccia,(WWF,LEGAMBIENTE,LIPU, ECC…ECC…) nei comitati di gestione,sa che ne avra’un ritorno in termini di voti elettorali.Pertanto e’arrivato il momento di togliere loro questo predominio e inserire,(con la nuova legge ),nei comitati di gestione di questi enti anche i cacciatori,i quali faranno da controllori su i denari che verranno spesi per la gestione dei Parchi.
    Senatore Orsi, il Governatore della Regione Lazio Marazzo si sta preparando a sistemare nel nuovo Parco tutti i suoi elettori in modo da essere sicuro che alla prossima tornata elettorale lo voteranno ancora.
    Saluti Valerio

  16. brunello scrive:

    Complimenti Senatore Orsi , vada avanti perche’ dimostrera’ e dimostreremo che i cacciatori sono persone civili , persone serene ed oneste e che non cadono nelle bassezze dell’ignoranza come sta’ succedendo nei giornali e nelle tv di stato.

  17. Andrea (PE) scrive:

    Sen.ORSI,ma quale solo lei e’ un grande e merita tutto l’appoggio dell’intero mondo venatorio….vada avanti spedito verso la meta.

  18. massimo fedeli scrive:

    si però in un paesino del trevigiano si è aperta la caccia ai piccioni, ki spara?

  19. riccardo bs scrive:

    riccardo (bs)
    ragazzi il senatore orsi a le palle e bisogna sostenerlo a tutti i costi speriamo che continui così

  20. Picchio scrive:

    Sen.Franco Orsi,
    apporti alla Sua proposta le modifiche chieste dall’ On.Berlato e diventerà il nostro mito, il nostro idolo, non si faccia sfuggire questa occasione, SIAMO TUTTI CON LEI.

  21. ELIO MENCHINI (lu) scrive:

    SENATORE E’ ne giusto vada avanti kosì

  22. Urbano scrive:

    Ragazzi siamo alle solite:Ho appena sentito su rai tre la statiea di Crozza del C…. sul Senatore Orsi.Ma è mai possibile che questa gente pagata con i nostri soldi del canone Rai,dobbiamo sentire baggianate del genere? un saluto a tutti.

  23. Giusti Giacomo scrive:

    Bisognerebbe che non sparasse essuno Massimo.Non ci deveandare nessuno a essere presi per il c**o.

  24. stefano scrive:

    DOPO i ripetuti attacchi ricevuti dai vari organi d informazione tv stampa ambientalisti e varie associazioni contro la caccia, credo che questa sia la cosa piu sensata ed inteligente che il sen ORSI poteva promuovere.BRAVO!

  25. francobarca scrive:

    Pienamente d’accordo:stop alla caccia D’emergenza,ed eventuali spese o danni a carico degli ambientalisti.
    Questo deve essere per noi tutti un momento di unione.RINFODERARE I FUCILI.
    Saluti.

  26. fabrizio scrive:

    ORSI SEI UN GRANDEEEEEEE!!!!

    fabrizio

  27. giannirm2 scrive:

    caccia al cinghiale, la provincia non può fare a meno di noi”
    Wednesday 18 March 2009

    Ora basta! I cacciatori della Provincia di Grosseto sono stanchi di essere presi in giro dalla Provincia.
    Sono quasi due anni che l’assessore alla caccia, Bastianini, prende in giro tutte le associazioni Venatorie e le associazioni degli Agricoltori sul “Progetto di gestione globale del cinghiale”. Abbiamo tutti letto le dichiarazioni del presidente della Regione Toscana che invoca delle procedure anche straordinarie per il contenimento dei cinghiali su tutto, e ribadisco tutto, il territorio. Quando le categorie dei cacciatori e degli agricoltori lo hanno richiesto, sottoscrivendo un regolamento unitario, sono state quasi irrise, gli è stato detto che la gestione delle aree protette è una questione che riguarda solo l’Amministrazione provinciale. Però quando c’è da pagare i danni si ricorre sempre ai soldi sborsati dai cacciatori. Si considera sempre responsabile la squadra del cinghiale anche se i cinghiali

    provengono da zone protette. Non solo, se c’è da fare degli abbattimenti, quasi sempre vengono chiamate persone estranee alla zona ed alla squadra di competenza territoriale. Non capiamo poi perché i danni pagati dall’Amministrazione provinciale siano solo entro i 200 metri da queste zone protette, quando anche alla conferenza organizzata proprio dalla Provincia, presso le Terme di Petriolo, un relatore ha fatto vedere i dati, rilevati con radio collare, di quanto si spostino i cinghiali. Certo ogni cacciatore sa che al cinghiale “non fanno certo male i piedi” e che non ha nessun problema a percorrere 3 chilometri a notte, però ora che hanno anche dei riscontri scientifici potrebbero aumentare i metri almeno fino a 1000.
    Se poi andiamo a vedere le richieste di abbattimenti fatte dagli agricoltori nel periodo di caccia chiusa vediamo che a solo poco più del 50% fa seguito un intervento della Polizia provinciale. Certo conviene di più mandare le guardie provinciali a fare servizio con gli autovelox, tanto i danni si pagano con i soldi dei cacciatori.
    Ci piacerebbe anche sapere quanto viene a costare al cittadino un intervento notturno effettuato da due o più guardie provinciali, quando invece sarebbe possibile farlo di giorno usufruendo dei cacciatori autorizzati dall’art. 37, che sono sicuramente una “manodopera” gratuita. Oppure, tanto per rimanere nell’argomento delle prese in giro, l’Amministrazione provinciale potrebbe anche avvalersi di quei cacciatori, a cui ha fatto un corso pagato oltre 200, che non sono mai stati chiamati.
    Dobbiamo inoltre chiedere conto del perché non vengono effettuati i contenimenti, nelle Zrc e Zrv, alle volpi che spesso vanificano gli sforzi economici e personali che i cacciatori sostengono.
    Chiediamo anche all’assessore Bastianini perché, al contrario di ciò che hanno fatto il presidente della Provincia e l’assessore alla caccia di Arezzo, durante la conferenza programmatica della caccia della Regione Toscana, non abbia chiesto il mantenimento dei “governi dissuasivi” ai cinghiali nel periodo estivo. Troviamo assurdo togliere l’unica arma che permette di tenere i cinghiali nel bosco in un periodo in cui altrimenti possono trovare tutto il cibo che vogliono nei campi coltivati.
    Ci viene spontaneo dire che ancora una volta persone incompetenti stanno legiferando sulla testa degli agricoltori e dei cacciatori.
    Crediamo che la misura sia oramai colma, non si può sempre chiedere tutto ai cacciatori, potreste ritrovarvi un giorno senza più nessuna squadra disposta a ritirare il registro per andare a caccia e allora cosa e chi vi aiuterà? Forse, come disse una volta l’assessore, l’esercito? Come se poi 10000 soldati, che rimpiazzano i cacciatori costassero alla comunità poco… oppure potrebbe chiamare i cacciatori di un’altra Provincia, così, alle successive elezioni, si spera, si presenti là.
    Paolo Isidori Presidente Libera Caccia
    Il Tirreno 18/03/2009

  28. cristian scrive:

    Caro Senatore Orsi vada avanti per la sua strada sia perche` rispetta leggi e direttive europee sia perche`tutti i cacciatori sono pienamente d`accordo con lei..anzi la ringrazio anticipatamente per l’impegno ed il lavoro che sta svolgendo.

  29. Picchio scrive:

    SENATORE ORSI,
    - LEI E’ STATO INCARICATO DI PORTARE MIGLIORAMENTI ALLA VERGOGNOSA L.157.
    - LEI FA PARTE DI UN PARTITO CHE GOVERNA IL PAESE.
    - I PARTITI AL GOVERNO DEL NOSTRO PAESE, TRA I QUALI IL SUO, POSSONO LEGIFERARE E GOVERNARE CON LARGA MAGGIORANZA E POSSONO FARE QUELLO CHE RITENGONO PIU’ GIUSTO SENZA LA NECESSITA’ DI SCENDERE A COMPROMESSI.
    - LEI HA PROPOSTO DELLE MODIFICHE SERIE E IN LINEA CON LE DIRETTIVE EUROPEE E QUINDI SA’ DI ESSERE NEL GIUSTO, ANCHE SE LE PARTI MANCANTI ALLA SUA PROPOSTA MI FANNO PENSARE CHE LEI ABBIA DEL TIMORE CHE IO RITENGO INGIUSTIFICATO.

    … MA ALLORA !!!, GLI VUOL DARE UN CALCIO IN CULO A QUESTI QUATTRO GATTI DI CIARLATANI IGNORANTI CHE RAPPRESENTANO SOLO LA PARTE PEGGIORE E DELETERIA DEL NOSTRO PAESE ?? O NO ??????? C’E’ LO VUOL DIMOSTRARE UNA VOLTA PER TUTTE CHE IL GOVERNO ATTUALE E’ CON NOI ????

    FORZA SENATORE ORSI, SI FACCIA SENTIRE,
    … male non fare, paura non avere..

  30. pluto scrive:

    Io questo lo sempre sostenuto, questa e la strada giusta!!E aggiungo che il senatore e veramente un grande!!! voglio ridere quando cominceranno gli storni a far danni………

  31. massimo fedeli scrive:

    Ben detto sig.Paolo Isidori, ci chiamano solo quando hanno bisogno di noi rifiutatevi.

Leave a Reply


3 + = 9

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.