Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Caccia in cucina, un successo

| 24 febbraio 2009 | 6 Comments

Successo per Caccia in cucina – L’iniziativa si allunga fino al 1° marzo
Tagliolini al sugo di lepreProsegue in 52 ristoranti bergamaschi aderenti all’Ascom, la manifestazione intitolata «Caccia in cucina. Giornate di gastronomia venatoria», manifestazione che ha l’obiettivo di proporre piatti di cacciagione. «Iniziata il 16 febbraio – ricorda Pino Capozzi, presidente ristoratori Ascom – l’iniziativa doveva durare una settimana, ma la maggior parte dei colleghi hanno deciso di prolungare le proposte gastronomiche a base di cacciagione per altri sette giorni, fino a domenica 1° marzo. I ristoranti partecipanti sono passati, tra l’altro, dai 37 dello scorso anno ai 52 di questa edizione».

Il 2009, è stato ribadito in un incontro tra i membri dell’Anuu migratoristi e da Federcaccia, sarà un anno importante, perché sono previste modifiche sostanziali alla legge 157 sulla caccia. Saranno modificati i tempi e le specie cacciabili, sarà abolita l’opzione fissa di caccia, saranno cambiate le regole per la mobilità sul territorio in relazione alla caccia migratoria. Modifiche si attendono anche per la definizione degli ambiti territoriali. I cacciatori rivendicano il loro amore e rispetto per la natura e definiscono il loro sport «uno stile di vita». Un altro messaggio è scaturito dai vari interventi: per superare le attuali difficoltà in cui si trova il settore occorre ritrovare l’unità del mondo venatorio, per dare all’opinione pubblica l’immagine giusta del cacciatore che, è stato detto, svolge una attività tradizionale sempre considerata nobile e dai risvolti culturali.

Tra i ristoranti cittadini che parteciperanno alla manifestazione troviamo: Agnello d’Oro, Al Vecchio Tagliere, Trattoria Da Ornella, Il Gourmet,Trattoria Santambroeus, Tre Porcellini, Una Restaurant. In provincia: Dada (Albano S. Alessandro), Isola Zio Bruno (Albino), Locanda della Corte (Alzano Lombardo), Trattoria Visconti (Ambivere), Villa Cavour (Bottanuco), Corona e Pedretti a Branzi, La Teglia (Castione della Presolana – fraz. Dorga), Le Botticelle (Castione della Presolana – fraz. Bratto), Del Misma (Cenate Sopra), Ambra e Il Mascherone a Clusone, Garden e Hotel Libia a Fino del Monte, Moderno (Fuipiano Imagna), Trattoria Bolognini (Mapello – fraz. Piana), Sole (Mezzoldo), Alessandro (Mozzo), Coq d’Or (Nembro), Antico Drago (Oltre il Colle), Milano (Piazzatorre), Trattoria del Moro (Ponteranica), Settecento (Presezzo), Bellavista, Miranda, Poggio d’Oro e Zu’ a Riva di Solto, Ell Riff (Roncobello – fraz. Bordogna), La Rotonda di Bacco (Roncola), Cafè Liberty (San Pellegrino Terme), La Botte (Sarnico), San Marco (Schilpario), Al Centro e Vertigo a Seriate, Azzurra (Spinone al Lago), Liberty (Taleggio – fraz. Peghera), Papillon (Torre Boldone), La Conca Verde e Ristorante della Torre a Trescore Balneario, Il Grisu e La Lepre (Treviglio), Ai Cigni dell’Adda (Trezzo sull’Adda), Osteria Tavola Rotonda (Villa d’Adda), Cadei (Villongo), Da Gianni (Zogno).

***
Tratto dal sito L’Eco di Bergamo

Su gentile segnalazioni di Silvano S.
http://www.ilcacciatore.com
***

Category: Generale

Comments (6)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. giancarlo scrive:

    ogni tanto …un segno positivo!!

  2. giannirm2 scrive:

    Se tutti coloro che con la caccia ci vivono e la sfoggiano come stile, farebbero sentire la propria voce, non ce ne sarebbe per nessuno, abbiamo una tradizione millenaria, insita in tutti gli uomini, meno che in certi ominidi.

  3. cla scrive:

    bella iniziativa andrebbe fatta in tutta italia

  4. Fabrizio Arena scrive:

    concordo…sarebbe una iniziativa da riprendere ovunque, visto che ognuna delle nostre regioni ha centinaia e centinaia di ricette diverse su come cucinare la selvaggina!!! e mangiar bene piace anche a chi non va a caccia !!!!

  5. massimo fedeli scrive:

    tutto bene me pare no??!! ecco dove entra fidc e anuu, la cosa potrebbe essere giusta e buona fatta in tutta italia, poi si parla di modifiche alla 157/92 ma sappiamo cosa ne pensa fidc allora xke sbandierare queste notizie positive su alcuni cambiamenti, quando è risaputo ke l’unica modifica ke vuole fidc è il porto di fucile a 16 anni, o sbaglio? sono troppo critico? voglio i fatti e fino a ora fidc non nè a fatti.

  6. fabrizio scrive:

    l’ iniziativa e’ molto intelligente ed e’ un grande passo in avanti nel rapporto fra la caccia e il pubblico.

    spero che si allarghi a tutta Italia, magari con la partecipazione delle principali trasmissioni televisive in materia di cucina e di turismo.

    fabrizio

Leave a Reply


+ 4 = 8

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.