Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Verdi, la colpa e’ dei cacciatori

| 13 febbraio 2009 | 40 Comments

Toscana. Verdi: colpa dei cacciatori sviluppo incontrollato ungulati

“La responsabilita’ dello sviluppo incontrollato dei cinghiali sul territorio e’ prima di tutto dei cacciatori stessi: prima con l’introduzione del tipo ungherese, vero e proprio maiale nero travestito da cinghiale, che pesa il doppio e prolifica il triplo dei nostri cinghiali autoctoni; poi con la pratica della pasturazione.
In un anno come questo, con nevicate, gelate o, all’inverso, in anni siccitosi, si sarebbero verificate morti naturali dovute alla carenza di cibo o alla minore proliferazione’. Lo dichiarano i verdi Toscani con i consiglieri regionali Mario Lupi e Fabio Roggiolani e il portavoce Mauro Romanelli. ‘Per questi motivi – spiegano – non si possono chiamare i cacciatori a collaborare alla soluzione del problema che per gran parte loro stessi creano.
I prelievi selettivi di contenimento devono essere affidati solo a chi e’ adeguatamente formato allo scopo e non a chi pratica la caccia come sport e divertimento’. ‘Gli agricoltori e i pastori – proseguono Lupi, Roggiolani e Romanelli – devono diventare i veri protagonisti della riduzione dei cinghiali con i recinti di cattura che consentono un vero intervento selettivo e non trasformano in sport quella che e’ una necessita’ per il mantenimento dell’equilibrio dell’ecosistema’. (Ansa)

***
Tratto da EcoNews – www.verdi.it del 13/02/2009

http://www.ilcacciatore.com
***

Category: Toscana, Verdi

Comments (40)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Luigi scrive:

    hahaha questa è bellissima!!! e chi è formato secondo loro se non i cacciatori che devono fare corsi e abilitazioni? chi deve farle queste cose? le guardie provinciali, pagate con le tasse e chiaramente in gran parte dei casi non cacciatori (se non apertamente ambientalisti) e nemmeno capaci di usare un’arma?

  2. alessandro fiumani scrive:

    Se manca la selvaggina è colpa dei cacciatori…
    Se la selvaggina è troppa è sempre colpa dei ccaciatori …
    Questa “patologia ” si chiama schizofrenia.
    Alessandro Fiumani

  3. massimo zaratin scrive:

    Cinghiali, cervi, daini, caprioli, storni in grandi quantità…ed il merito è dei cacciatori!

    Finalmente i verdi si sono accorti delle nostre capacità di agire in favore dell’ambiente. :)

  4. valerio ercolini scrive:

    Se nelle campagne ci isono lupi,(che non c’e’nerano piu’),le vipere e nelle zone palustri ci sono le nutrie,la responsabilita sono di quelle forze anticaccia che oggi vogliono fare i paladini della fauna e dell’ambiente.Perche’queste specie di animali ,(mi riferisco sopratutto alle nutrie),sono stati immessi sul territorio abusivamente,e non sono stati certo i cacciatori,anche perche’la nutria e un animale che e’stato importato,e non e’originario italiano e non e’cacciabile.
    Pertanto se hanno immesso sul territorio questi animali possono averlo fatto benissimo anche per i cinghiali, caprioli, daini ,cervi e mufloni,pertanto di quello che sta avvenendo e colpa dei VERDI ANTICACCIA.

  5. cla scrive:

    Avete sentito del satellite russo che si è scontrato con quello americano beh è colpa di un cacciatore

  6. gianluca scrive:

    Vi state ancora a preoccupare per i verdi…ormai so alla frutta, lasciate che sparino le ultime cartucce, fra un po svuoteranno la cartuccera.

  7. Alessandro scrive:

    E’ proprio vero, come diceva il buon Giulio, che il potere logora chi….non c’e la’..

    Non è per caso che vi brucia che oggi ad Arezzo il vostro parere conta come il 2 di briscola…?

    Forse in regione qualcuno ha aperto gli occhi….ed il 6 giugno arriva spedito….

    Saluti ed auguri

  8. Ettore Carta scrive:

    Oh Dio mio, cosa ci tocca leggere ancora nel 2009!!! Ma dove cacchio vivono questi alieni? E’ vero che stiamo dando loro, molta, anzi troppa importanza a commentare le idiozie che scrivono, ma l’unica cosa che si può ribattere loro, è un sano e sensato consiglio:
    “MA ANDATE A LAVORARE, INVECE DI MANGIARE PANE A TRADIMENTO, RETRIBUITI COI SOLDI DEI CONTRIBUENTI CHE PAGAN LE TASSE.”

  9. Luca Davide Enna scrive:

    Carissimi Amici.
    Ci sono troppi cinghiali? Troppi Cervi, Caprioli, Daini, Mufloni ? Colpa dei cacciatori!(Dicono i cocomeri). Eccola lì, l’hanno buttata grossa, la bomba, pur di fare parlare di sè, questi individui extraparlamentari.
    Se ci sono troppe delle specie di cui sopra la colpa “sarebbe” dei cacciatori ed essi non “potrebbero” più essere chiamati a fare parte dei tavoli decisionali ?
    Una boiata del genere non ha il benché minimo barlume di verità !
    Invece, guardando bene, ci sono TROPPI: Storni, Passeri, Fringuelli, Piccioni, Tortore dal collare, Nutrie, Strillozzi, Calandre, Corvi, Taccole, Gazze Ghiandaie, Cornacchie, Gabbiani, Cormorani e, tranne in alcuni casi per i quali si prevedono debolissimi prelievi (vedi il caso del fringuello il cui prelievo è localizzato e limitatissimo), per gli altri, gli ambientalisti hanno fatto di tutto affinché la maggior parte di queste specie non si potessero cacciare (Storni, Passeri, Piccioni, Tortore dal Collare, Nutrie, Strillozzi, Calandre, Corvi, Gabbiani e Cormorani NON SI CACCIANO) mentre le altre specie sono trattate quasi come “nobili” e la loro cattura è limitata. L’AUMENTO DELLE SPECIE NON CACCIABILI ( e di quelle invasive e limitatamente cacciabili) HA CAUSATO E CONTINUA CAUSARE DANNI PER MILIONI DI EURO ALLE PRODUZIONI AGRICOLE, SENZA CONTARE I DISAGI CHE SOPPORTANO MOLTE CITTA’ PER L’INVASIONE DA PARTE DI : STORNI, PASSERI, TACCOLE, CORVI, CORNACCHIE, TACCOLE, PICCIONI ED IL DEPOSITO DI TONNELLATE DI GUANO SU: AUTO, MONUMENTI E QUANT’ALTRO…
    Bene, allora sarebbe il caso di far sì che i verdi e gli ambientalisti fossero buttati fuori da qualunque consesso e da qualunque tavolo delle trattative.
    E’ ora che questi personaggi (che hanno contribuito allo scialacquio di denaro pubblico con le motivazioni più disparate ed al disequilibrio ambientale causato dall’aumento sproporzionato delle specie nocive per le quali hanno chiesto il divieto di caccia a più livelli ed in varie riprese) siano allontanati dai luoghi pubblici e siano rimossi dai posti di potere.
    Non abbiamo bisogno di dittatori, ma di persone equilibrate che comprendano che al giorno d’oggi non vi può essere equilibrio ambientale senza la partecipazione dei cacciatori.
    Cari Saluti
    L.D.E.
    p.s. forse sarebbe anche il caso di non pubblicare più le loro deliranti richieste, o no?

  10. Giusti Giacomo scrive:

    Sono completamente dei pazzi fuori dal mondo!Spero che alle prossime amministrative prendano una batosta anche in Toscana.

  11. Daniele scrive:

    Per Luca:
    “..p.s. forse sarebbe anche il caso di non pubblicare più le loro deliranti richieste, o no?”

    Guarda Luca, che se anche noi non li pubblichiamo, i loro comunicati come quelli di tutte le altre “forze” animalambientaliste vengo regolarmente pubblicati (con notevole risalto) da tutte le testate giornalistiche… Non e’ nascondendo la testa sotto la sabbia o facendo finta di non conoscere il problema, che possiamo pensare di risolverlo!!!

  12. alessio bitossi scrive:

    Siamo comunque nascosti o quasi, caro Daniele,
    leggo spesso sulla stampa proclami anticaccia e cacciatori, ma quasi mai repliche da parte nostra!
    Saluti

  13. Daniele scrive:

    @ Alessio:
    “…ma quasi mai repliche da parte nostra!…”

    E’ questo il nocciolo del problema.
    Ma ti sei mai chiesto chi sono i maggiori responsabili, di questo assordante silenzio?

  14. mac scrive:

    ma dico io, prima dicono poveri animali muoiono di freddo quindi chiudiamo la caccia, poi se gli viene dato il cibo, “perchè non gli avete lasciti morire” ma questi son tutti matti…
    NON C’E’ COERENZA CON QUELLO CHE DICONO, la mi paura è che con le persone intelligenti ci può essere uno scontro, un confronto, ma con i pazzi che scontro volete ci sia???.
    speriamo bene…

  15. pietro scrive:

    E ti pareva, di chi poteva essere la colpa? Dei cacciatori ovviamente. Ammesso e non concesso che per i cinghiali la colpa possa essere, sencondo i verdoni, attribuita ai cacciatori, per i cervi, i caprioli, i lupi ed altre specie dannose la colpa a chi l’attribuiamo ai verdi naturalmente, o no? Per quanto riguarda le varie gestioni fallimentari da vero schifo neamche una parola, non è così signori verdi-animal-ambientalisti da strapazzo? Dalla bocca di questi signori vere ed autentiche falsità, come da sempre del resto. Compiono i disastri e poi a chi dare la colpa per apparire e accreditarsi belli lindi e pinti? Ci sono i cacciatori per questo. Ma che fetenzia, speriamo che siano davvero in via di estinzione.

  16. Claudio scrive:

    Io credo che tra noi cacciatori ed i falsi ambientalisti l’unica differenza e che loro sono degli abili speculatori organizzati, noi invece per tutto ciò che facciamo e paghiamo per esercitare un diritto, siamo dei poveri coglioni disorganizzati.
    Proviamo a fare una campagna seria e motivata contro le coglionerie e le asserzioni di questo branco di furbacchioni.

  17. pierpaolo scrive:

    Noi non siamo killer a servizio di nessuno dunque questi problemi che li risolvano loro.

    Vogliono i parchi ,le oasi,le riserve e chi più ne ha più ne metta, ora sono solo c…i loro.
    Anzi bisognerebbe anticiparli semplicemente levandogli la nostra disponibilità.
    Preferisco tornare a casa con due funghi che sparare a richiesta.
    Che se li formino i loro macellai….

  18. lorenzo scrive:

    Caro Daniele il problema si chiama come tutti i problemi di questo paese il vero “CANCRO E LA POLITICA IN TUTTE LE SUE FORME”, saluti Lorenzo.

  19. Luca Davide Enna scrive:

    X Daniele.
    In effetti è vero. Se noi non pubblichiamo le loro deliranti richieste ci sarà qualcuno che lo farà e nei loro siti (o nei loro giornali) certo non abbiamo diritto di replica.
    Hai ragione. “Touchè”.
    Piuttosto attendo una tua risposta ad una mail (ma suppongo che tu sia ingarbugliato tra il lavoro e la sistemazione dei recent post).
    Fatti sentire
    Ciao
    Luca

  20. giancarlo scrive:

    E VAI!agricoltori e pastori ,,,tutti a fare recinti…ma chi paga il tutto? avete domanato agli agricoltori e pastori cosa sarebbe giusto fare? la verita’ e che non sapete piu’ dove attacarvi ,segno buono….eravate dei falliti, ora lo siete di piu’ …io toscano… e spero che alle prossime amministrative non rimanga piu’ nulla di voi.amen.

  21. Baghy scrive:

    Negli Stati Uniti un aereo si è abbattuto su di un edificio causando la morte di una cinquantina di persone, dalle ultime notizie trapelate dal mondo ambientalista italiano sembrerebbe che la causa debba addebitarsi ad un cacciatore che credendo di sparare ad un uccello l’ha colpito spezzandogli un’ala . salutoni Baghy

  22. paolo scrive:

    A TUTTI I VERDI TOSCANI, E NAZIONALI,CAMBIATE MESTIERE,E VERGAGNATEVI,DI VOI STESSI.
    CAMBIATE LE COSE E LE CARTE IN TAVOLA, A VOSTRO PIACIMENTO O INTERESSE.
    SIETE DEI CAMALEONTI ED INCAPACI

  23. Mauro Di Tosto scrive:

    Quel che più mi sorprende è il fatto che la colpa non l’abbiano attribuita a BERLUSCONI perchè sapete che da quando non sono più in Parlamento ora non sànno più neanche cosa dire
    questa ne è la prova incontestabile!….
    Comunque sìa Presidente Fiumani non mi preoccuperei più di tanto perchè tanto oramai questi soggetti sono prigionieri di se stessi senza il povero Pecoraro che gli elargisce contributi a iosa pertanto andiamo avanti spediti con le modifiche alla 157/92 e la 394/91.
    Saluti Mauro Di Tosto Dirigente -CPA Roma-

  24. luigi scrive:

    Pur di non far svolgere l’attività venatoria preferiscono affermare la selezione naturale attraverso la morte per fame di questi animali oppure scaricare la colpa sui cacciatori per aver ripopolato cinghiali proliferativi. Dove arriva l’odio di questi soggetti nei confronti dei cacciatri è inimmaginabile!!!

  25. giuseppe dragone scrive:

    la caccia,quella vera esiste sin dall’alba dei tempi.ho 22 anni e sento molto spesso i cacciatori del mio paese raccontare quei bei momenti di caccia passati..purtroppo in italia nn abbiamo nessuno che possa effetivamente fare le nostre veci..nell’arco di 10 anni la caccia ha subito gravi modifiche e restrizioni..ricordo inoltre che noi “cittadini italiani” abbiamo il diritto di esercitarla.siamo i soli ed unici che con le nostre conoscenze e le nostre nozioni possiamo risolvere i problemi legati alla natura.quello del sovrappopolamento dei cinghiali è uno di questi..noi siamo i primi ,veri ed unici ambientalisti

  26. cialluk scrive:

    Non ti curar di loro ma guarda e passa;il loro lume non vale una candela, ormai sono al buio e stanno sbattendo la testa da ogni parte;il cacciatore sà aspettare e presto li vedrà passare, quei pochi rimasti, con la coda tra le gambe e non più verdi ma verdoni, specie protetta ed in estinzione.

  27. peppol@ scrive:

    per baghy…..se fosse successo in italia ciò che è successo in australia cosa titolerebbero i giornali ?

    saluti

  28. michele scrive:

    a taranto caccia ambiente si presenta alle provinciali con il proprio simbolo”caccia ambiente il partito dei cacciatori” grazie al lavoro e lautotassazione di rocco bellanova vice presidende nazionale vicario del cpa sport,il quale nell’ultima riunione fatta in puglia,ci ha pinamente conviti che se non si entrera’ a far parte, con un proprio partito nei vari governi periferici e centrali, cosi’ come anno fatto la lega nord e mpa.a destra, e i verdi e i radicali a sinista, noi rimarremo sempre legati al palo.in merito all’intervento del’avv. fiumani spero solo che non resti una semplice esternazione ma diventi un fatto tangibile anche in termine di contributo economico al partito dei cacciatori.altrimenti si corre il rischio di leggere i soliti proclami fatti anche da ex presidente silvani.a me risulta che i soci fondatori di caccia ambiente si sono autotassati e fino ad oggi non sono stati sostenuti economicamente da nessuna aa vv..le battaglie si vincono innanzitutto grazie agli strumenti che uno a adisposizione. forza a tutti i cacciatori e sosteniamo no ci resta altro.michele cpa

  29. alberto bs 66 scrive:

    Chi è che ha detto tutto ciò? I verdi? Ma chi sono?
    Boh!? Non so, o forse non mi ricordo… ah sì, mi sembra di ricordare: non sono per caso quelle testine che dicevano che avrebbero salvato il mondo e l’ambiente dalle grinfie dei cacciatori? Ma che fine hanno fatto? qualcuno ha notizie?
    Mah, se li saranno mangiati gli… ORSI, dopo essere stati presi a… sBERLATe…

  30. fabrizio scrive:

    cari amici cacciatori,

    i NOSTRI nemici stanno arrivando al puro delirio……..

    buon segno!! Dio fa impazzire coloro che vuole perdere!!

    LASCIAMOLI DELIRARE….. CI STANNO FACENDO UN FAVORE!!!!

    la gente comincia a capire che dietro questo delirio anticaccia c’e’ un delirio antiumano!!!

    fabrizio

  31. giorgio giannoni scrive:

    Roba da toccarsi, i signori verdi volevano fare dei cacciatori una razza in via di estinzione, purtroppo noi siamo diminuiti in numero per le obrobrità di leggi e regolamenti che ci hanno imposto i vari partiti politici, ma lasciando la linea permissiva verso il mondo ambientalista della federcaccia – arci caccia- italcaccia, ma abbiamo capito il giuoco di lor signori e riorganizzandoci abbiamo ottenuto il primo risultato che non è da poco abbiamo indemolito fortemente qui partiti polici che appoggiavano questi signori, oggi grazie anche a Veltroni li abbiamo mandati tutti a casa sono diventati loro stessi una specie in via d’estinzione. Il popolo del web non si lascia condizionare più da nessuno. Un saluto a tutti i cacciatori e dandoci la mano facciamo una lunga fila fino a Roma. facciamo capire ai partiti politici che il nostro contributo elettorale e molto importante e significativo e non possino tralasciare di tenerne in conto.Facciamo capire che precipua riformare la legge 157/92 accettando in primis le proposte fatte e depopsitate al Senato e Alla Camera da COnfavi- ANLC-ANUU-ENAL MA QUESTO PRIMA DELLE VOTAZIONI EUROPEE
    Il Coordinatore CPA LIGURIA /PIEMONTE Giannoni Giorgio

  32. sergio scrive:

    GUARDATE ,LEGGETE E GIUDICATE VOI, COME QUESTA AAS.VENATORIA VUOLE AIUTARE I CACCIATORI ITALIANI

    LADEADELLACACCIA CHIEDE LA MOBILITAZIONE DEL POPOLO DEL WEB
    Ladeadellacaccia ringrazia tutti i cacciatori italiani
    ed in particolare del popolo del web, per contrastare questa ennesima offensiva della confavi spalleggiata da quei dirigenti del mondo venatorio che non vogliono modificare la 157/92 per paura di veder smantellati i centri di potere, a loro tanto cari, istituiti attraverso questa legge. Invitiamo tutti i cacciatori italiani ad inviare lettere di sostegno alle modifiche alla 157/92.

    Se la confavi e company hanno raccolto un decimo delle firme, rispetto a quelle che raccoglieremo noi attraverso la nostra Petizione Popolare, a sostegno delle loro tesi, noi cacciatori dobbiamo mandare al Presidente Berlusconi,al Presidente Fini,al Presidente Schifani e a tutti i parlamentari un numero di lettere almeno venti volte superiore rispetto a quelle che stanno arrivando loro da parte della confavi e company

    Per agevolare il compito a tutti coloro che intendono aderire alla nostra mobilitazione, provvediamo a pubblicare i links con gli indirizzi di tutti i parlamentari e di tutti i ministri presso i quali fare arrivare le lettere di sostegno alle modifiche alla 157/92.

    Forza amici cacciatori, forniamo ai parlamentari ed ai ministri un’ulteriore, grande, dimostrazione di quanto condivise siano le nostre proposte di modifica alla 157/92

    Indirizzo e centralino della Camera dei deputati:

    CAMERA DEI DEPUTATI
    Palazzo Montecitorio – Piazza Montecitorio
    00186 – Roma (Italia)

    Centralino telefonico 06-67601

    dlwebmast@camera.it

  33. Luca Davide Enna scrive:

    Scusate , ma l’ultima lettera del sig. Sergio è pro o contro la raccolta di firme della ConfAVI? :-)))
    Le proteste, civili e democratiche sono un buono strumento, in democrazia. però bisogna coordinarsi come si deve.
    *********************************************
    DUNQUE QUESTI SONO GLI INDIRIZZI:
    Indirizzo e centralino della Camera dei deputati:
    CAMERA DEI DEPUTATI
    Palazzo Montecitorio – Piazza Montecitorio
    00186 – Roma (Italia)

    Centralino telefonico 06-67601

    dlwebmast@camera.it

    *********************************************
    Riproponiamo pochi punti ma concreti ed attendiamo le risposte.
    ***********************************************
    LE RICHIESTE PIU’ PRESSANTI DI NOI MIGRATORISTI, SONO LE SEGUENTI:
    **************************************

    I cacciatori, con le loro firme, hanno chiesto di recuperare i mesi di caccia che sono stati sottratti ingiustamente, non solo “a loro” ma anche “all’economia” che ruotava intorno al mondo venatorio. Quell’economia posta in ginocchio ed umiliata ogni anno con i viaggi all’estero alla ricerca di quella tradizione e di quelle passioni proibite in Italia, alla faccia dei miliardi di indotto che produce e che, maggiormente, produceva la caccia prima del 1992.
    I cacciatori, dunque, chiedono di cacciare nuovamente dalla metà si Agosto all’ultimo giorno di Febbraio, senza compromessi. Ciò è possibile, ma ci vuole la volontà politica (la quale è stata trovata in molte altre vicende, dal 1994 ad oggi).
    Chiedono libertà di movimento, innanzitutto all’interno della propria regione e poi, con un pacchetto di giornate, nel resto del Paese.
    Chiedono di poter cacciare almeno da un’ora prima dell’alba ad un’ora dopo il tramonto ( e ciò è oltremodo naturale, ad esempio, per la caccia agli acquatici, come Lei ben sa).
    Chiedono di recuperare quelle specie cacciabili oggetto delle piccole cacce legate a molte tradizioni venatorie regionali.
    Chiedono di introdurre in calendario quelle specie già cacciabili in altri Paesi d’Europa e presenti anche in Italia.
    Chiedono di poter cacciare (sempre introducendo le stesse in “calendario venatorio” ) le specie nocive come: il Passero, il Piccione selvatico, lo Storno, la Tortora dal collare, ecc.
    Questi sono alcuni dei punti IMPRESCINDIBILI.
    Caro Senatore, noi abbiamo fiducia nel suo operato così come abbiamo sostenuto ( e sosteniamo) l’on. Berlato in quelle battaglie che noi ritenevamo ( e riteniamo) giuste. Adesso, però, attendiamo che il vostro lavoro si intensifichi e divenga più intransigente nel portare avanti le nostre richieste.
    Cordiali Saluti
    e
    Buon Lavoro.
    L.D.E.

  34. giovanni b scrive:

    Scusate ragazzi,
    ma io mi diverto di più a leggere le scemenze dei verdi che a vedere un film di Toto, speriamo che non spariscano altrimenti io come mi diverto.

  35. ettore1158 scrive:

    Buonasera,mi vorrei agganciare a quello che ha scritto il collega cacciatore Luca Davide e vorrei concordare con lui tutti i punti che ha elencato: perfetto, ma secondo me ha dimenticato una cosa che tutti noi dimentichiamo e credo che sia la piu’ importante di tutti: i PARCHI o aree protette e vorrei ricordargli che tutti quei punti da lui elencati senza poter usufruire del ns. territorio sarebbero solo articoli inutili su carta.Dunque ben vengano tutte quelle modifiche riguardanti le specie e i tempi ma riappropriamoci prima di tutto del territorio che ci e’ stato ingiustamente sottratto, e questo bisogna farlo IMMEDIATAMENTE , prima ancora che avvenga la modifica della 157/92.

  36. luigi scrive:

    Concordo pienamente con Ettore1158.

  37. Claudio ACL BS scrive:

    X Ettore
    Concordo con quanto dici, ma ci tengo a far una precisazone: non primadi tutto come dici, ma immediatamente (come giustamente affermi) e contemporaneamente alla modifica della 157.

  38. Pietro Pirredda scrive:

    Spero che il partito dei verdi scompaia dal panormana nazionale. E’ un partito di animalisti senza cognizioni di causa. Il vero ambientalista è colui che tiene al mantenimento di un ecosistema. Il cacciatore si pone (a mio parere) questi obiettivi. Purtroppo negli anni passati quel partito ha avuto il permesso di parlare a differenza di noi cacciatori. Certo non siamo stati aiutati neanche delle AA.VV. che sono rimaste in silenzio.
    Oggi grazie alle ultime elezioni i partiti minori/inutili sono fuori dai giochi. Olè olè

  39. Fiore scrive:

    Verdi per favore!! state zitti, o perlomeno evitate le ca…te più grosse! e sù svegliatevi anche voi, l’italia è diventata proprio un paese di rimbambiti!!

    avanti così

  40. Luca Davide Enna scrive:

    X Ettore 1158, Luigi, Claudio ACL (BS).

    Carissimi Amici,

    è logico che una rivisitazione delle percentuali territoriali destinate a vincolo va attuata, all’interno della 157/92. Non dimentichiamoci, però, che andrà radicalmente riformata la legge nazionale sui parchi 394/91 (il periodo è lo stesso della 157…). Bisognerà ripensare alle norme protezionistiche e consentire che almeno nel 60% delle “aree parco” si tolgano i divieti integrali e si consenta , ai residenti, di svolgere l’attività venatoria (come da calendario nazionale o regionale, dunque locale), sia alla selvaggina migratoria che alla stanziale in buono stato conservativo ed infine alla fauna “nociva” (penso ai cinghiali, ai corvidi, alle volpi, agli storni ecc.). Ma, ripeto, tutto si potrà fare passo dopo passo. E’ vero che il decreto partorito dal Ministro Padano-Leghista e dalla Ministra Siculo-Forza Italiota, è un autentico esempio di compromesso al ribasso, ma non bisogna disperare. Chissà che qualcuno inizi a risvegliarsi dal torpore e si accorga che con queste “misure” l’Italia non và da nessuna parte.
    Quindi , le tappe erano:
    1) Modifica del DMA su SIC e ZPA : obiettivo : FALLITO
    2) Modifica della Legge nazionale n° 157 dell’11 febbraio 1992 in senso “EUROPEISTA” (bella parola…): obiettivo : ???
    3) Modifica della Legge nazionale n°394/91, sempre in senso “EUROPEISTA” (sempre: bella parola…) : obiettivo ???

    Cerchiamo di intervenire presso i nostri referenti politici, a tutti i livelli, perchè, su tre punti programmatici , uno è clamorosamente fallito e adesso tocca agli altri due.
    Devo dire la verità, come sempre. Mi hanno fatto piacere le dichiarazione del Signor Orsi (parlo del Sig. Orsi, perchè ha fatto quelle dichiarazioni spogliandosi della veste di senatore della Rep.). Mi ha fatto meno piacere il varo del Decreto su SIC e ZPS, così come mi ha fatto ancor meno piacere di non sentir battere CON FORZA, i tasti più importanti per i cacciatori-migratoristi ( che poi, se si rende libertà, ritorneranno tutti nuovamente migratoristi, come prima del 1992, finalmente)italiani.
    1) periodi di caccia: Da metà Agosto all’ultimo giorno di Febbraio
    2) Piccole specie cacciabili già presenti nella L.N. 968/77
    3) Introduzione delle specie già cacciabili in Europa secondo la 409/79 e presenti come migratorie anche in Italia
    4) Introduzione in calendario delle specie nocive : Piccione Torraiolo, Tortora dal collare, Storno, Cormorano, ecc.
    5)Periodi di caccia da una o due ore prima dell’alba ad una o due ore dopo al tramonto
    6) Libertà di spostamento in tutta la propria regione di residenza
    7)un pacchetto di 20 o 30 giornate pe rlo spostamento nella penisola
    8)depenalizzazione dei reati minori in materia venatoria
    10 ) varie ed eventuali…

    IN mancanza dell’introduzione , nella normativa, di questi PUNTI FERMI, essa non avrebbe significato e gli elettori potrebbero rendersi conto che è il caso di organizzarsi in PARTITO. Sarebbe l’ennesimo fallimento della politica sociale e della politica “generale ” italiana (non l’organizzarsi in partito, ma il mancato varo di una legge che non tenga conto dei dieci punti e rigetti le istanze dei cacciatori = elettori = contribuenti…).

    Cari Saluti

    L.D.E.

Leave a Reply


6 + 5 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.