Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Enpa e Lipu: Italia fuorilegge

| 7 novembre 2008 | 38 Comments

Tratto da GreenReport.it
***

 Enpa e Lipu: Italia fuorilegge per la caccia, condanna europea sempre più vicina

allodola.jpgLIVORNO. Dopo le diverse interrogazioni parlamentari urgenti presentate in Parlamento sulla procedura di infrazione europea 2131/06 di cui è oggetto l´Italia, intervengono Ente nazionale protezione animali (Enpa) e Lega italiana protezione uccelli (Lipu)
«E´ dal 28 giugno 2006 – spiegano le due associazioni – che la Repubblica italiana si trova sotto la procedura di infrazione 2006/2131 per non conformità alla direttiva 79/409 relativa alla conservazione degli uccelli selvatici. Si tratta di una procedura ampia e pesante, con un parere motivato di oltre 60 punti nel quale la Commissione europea contesta al nostro Paese varie violazioni della direttiva Uccelli, tra cui alcune particolarmente gravi riguardanti l´attività venatoria. E´ opportuno ricordare, tra queste, l´abuso o il cattivo uso delle deroghe a cacciare specie protette; la mancata previsione di tutela dei periodi più delicati per la biologia degli uccelli quali la nidificazione e la migrazione, e ancora la mancata previsione, nella nostra legge, dell´impegno da parte dello Stato di attivare tutte le misure necessarie per garantire uno stato di conservazione favorevole per la fauna selvatica. Mancanze molto serie, che a due anni e mezzo di distanza dall´attivazione della procedura non hanno ancora ricevuto risposta da parte del Governo, e che dunque stanno conducendo l´Italia verso la condanna e le relative sanzioni».
E´ dunque urgentissimo che il Governo si adoperi per sanare le gravi infrazioni, sia sotto il profilo formale che in modo concreto, attivando tutte le misure necessarie per la tutela della fauna selvatica, in particolare garantendo che non si pregiudichi lo stato di conservazione delle specie e si proteggano in modo assoluto i periodi di nidificazione e migrazione degli uccelli. Tali richieste, tese ad evitare il danno ad un patrimonio prezioso della collettività, diventano ancor più urgenti in questi giorni, a fronte della grave situazione che sembra delinearsi in Parlamento, con la presentazione di alcune proposte di modifica in senso addirittura peggiorativo della legislazione italiana. Il che allontanerebbe ancor più l´Italia dal quadro internazionale, piegandola ad interessi che non sono certo quelli, assolutamente prioritari, della tutela della biodiversità».

Category: Deroghe, ENPA, Leggi/Politica, Lipu

Comments (38)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Bartolo scrive:

    Se la procedura va avanti da più di due anni (e, ancora, non si è arrivati ad una conclusione), un motivo ci sarà…
    Il motivo è che le direttive sono dei “tratti” generali, che servono a mantenere una legge abbastanza “uguale” per tutti i paesi europei. Ma è anche normale che da noi non è come in Inghilterra o come in Germania, ed alcuni uccelli (es. gli Storni), da noi fanno danni, e in altre zone no…

    Ciao,
    Bartolo

  2. Giacomo scrive:

    x enpa e lipu:

    ve lo copio e ve lo incollo

    Tali richieste, tese ad evitare il danno ad un patrimonio prezioso della collettività, diventano ancor più urgenti in questi giorni, a fronte della grave situazione che sembra delinearsi in Parlamento, con la presentazione di alcune proposte di modifica in senso addirittura peggiorativo della legislazione

    Che bella notizia…Cosa c’è..Cosa c’è…!! Vi tremano le gambe,finalmente vi state accorgendo che in parlamento si sta delineando una grave situazione per voi..E non solo si sta delineando, ma si avvererà…Addio fantasmi dell’opera -dei pupi-.

  3. lorenzo scrive:

    si ma a loro non frega un accidente, per costoro l’importante è che noi si smetta di andare a caccia in qualsiasi periodo forma e luogo. spero proprio che taglino i fondi a tutte le associazioni ambientaliste. Nelle modifiche della 157/92 eliminerei tutte le gurdie giurate volontarie ad effettuare i controlli ai cacciatori, ma solo gli organi statali superpartes dovrebbero effettuare i controlli cosi si creerebbe anche nuovi posti di lavoro ps (per gurdie giurate volontarie intendo sia quelle ambientaliste che quelle di associazioni venatorie).

  4. lorenzo scrive:

    dimenticavo che è l’ora di finirla di essere controllati da cani e porci basta noi vogliamo controlli seri come persone civili vista la nostra fedina penale limpida e non come delinquenti.

  5. Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

    Ma questi signori ci sono o ci fanno? Ragionano con la testa propria o con il c..o di chi sa chi? Ma da quando in qua in Italia si cacciano gli ucceeli durante la nidificazione e la migrazione verso gli areali di riproduzione? Questa gentaccia è penosa e francamente comincia a starmi sempre piùsui maroni. Per questa gente la caccia deve essere chiusa a priori. Vi venisse a tutti un bel attacco di diarrea acuta.
    Bagnolesi Giovanni Roberto Lucca

  6. ross scrive:

    vedete care federarci come sono bravi i ns commensali a far passare per gravi e mortali violazioni dello stato italiano queste veniali mancanze!!! prima di tutto il governo deve farsi rispettare in europa e non calare le brache come pecoraroverde,noi si và a sindacare quello che fanno i tedeschi o i francesi? ci piglierebbero a calci! Allora federarci o vi svegliate dal torpore o la fine per voi sarà prossima!

  7. Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

    Hai perfettamente ragione Lorenzo. Quest’anno sono stato controllato due volte: una volta dalla Lipu e la seconda volta dal WWF. Le guardie del WWF erano un uomo ed una donna. Un saluto alla comunità. W la caccia.
    Bagnolesi Giovanni Roberto Lucca

  8. Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

    Ross la maggior parte dei federati con federcaccia non sa nemmeno della pwetizione popolare per la raccolta firme a sostegno della modifica della 157/92. Sono riusciti a nascondere anche questo ai loro associati. Ieri parlavo con un ragazzo giovane tesserato fercaccia che non sapeva niente di tutto qquello che sta accadendo. Ci sono cacciatori che vanno dalla loro associazione solo quando devono rinnovare l’assicurazione e poi si frgano di tutto. Questi sono riusciti a fare il lavaggio del cervello ai loro associati.
    Un saluto
    Bagnolei Giovanni Roberto Lucca

  9. FIORE scrive:

    “la legge è legge, e per quanto possa sembrare strano, va rispettata”

  10. ezio scrive:

    Sii meno “definitivo” FIORE ;-)

    Non molti anni fa era “legge” bruciare le “streghe” sui roghi…. E guai a chi pensava che non fosse proprio il… massimo… ;-)

    Ciao.
    Ezio.

  11. LUPINOLENGU scrive:

    Basta allenarsi bene.Personalmente i documenti li faccio vedere solo a POLIZIA,PROVINCIA,CORPO FORESTALE e CARABINIERI.Quando si presentano questi poveri frustrati come wwf lipu ecc. gli giro le spalle e me ne vado,si stancano sempre prima loro.

  12. LUPINOLENGU scrive:

    ENPA, ente nazionale protezione animali.Ma tutti gli animali o solo quelli insidiati dai cacciatori? E’ chiaro che sono falsi problemi di gente che cerca pubblicità mettendo alla gogna la categoria più invisa all’opinione pubblica come quella dei cacciatori.Altimenti mi aspetterei manifesti e comunicati per l’orrenda morte di milioni di ARAGOSTE messe vive nell’acqua bollente, o per la strage di ZANZARE e MOSCHE nel periodo estivo,per non parlare poi della mattanza di MANZI,OVINI e MAIALI.E allora proteggiamoli tutti questi animali,oppure L’ENPA diventi ENPAUDC,ente nazionale protezione animali uccisi dai cacciatori.

  13. massimo fedeli scrive:

    ma di quale legge parli fiore?

  14. massimo fedeli scrive:

    ma la colpa di tutto questo non è stato l’ex dc Prodi, ke a suo tempo non trasmise al parlamento europeo la situazione italiana xke tirato dalla giacca da i verdi? altrimenti il governo cadeva? quindi l’europa senza aver ricevuto risposta a proceduto con la direttiva sulla conservazione della fauna senza tener conto delle esigenze dei singoli paesi,vedi calamità storni, al nord europa ke gli frega degli storni li da loro ke se magnano, le vacche? i tulipani?i salmoni?

  15. FIORE scrive:

    quella della mano sinistra del diavolo, dal film

    TRINITA’

    se vuoi continuo la frase:

    non c’ho niente contro il tuo amico, ma se s’è infilato nel letto della gallina sbagliata, non è colpa mia, e dice che sia violenza carnale!!

    lo sò a mente, l’avro visto 70 volte

  16. ezio scrive:

    A proposito di leggi…di quelle venatorie ovviamente e comunque in massima sintesi se no solo per le incongruenze di queste dovrei fare un libro ed una enciclopedia multimediale per tutte le altre… :-(

    Se sparo ad una alzavola, un’allodola, una gallinella d’acqua in Piemonte sono un BRACCONIERE, se lo faccio nel resto d’Italia no;

    Se caccio la becca a gennaio in Piemonte sono un BRACCONIERE, se lo faccio in Liguria no;

    Se caccio il sabato nel mio atc sono un BRACCONIERE, tranne se sono un cinghialaio in squadra, allora divento un BENEFATTORE;

    Ora scopro pure che se vado a caccia il martedì in Alto Adige è tutto ok, mentre nel resto d’Italia non sarei proprio in regola.

    Se è questa la logica della “legge” posso solo dire che “mi adeguo ma non capisco”…

    X Fiore
    Grande film!!
    Il mio primo film visto al cinema, da marmocchio, con mio padre… Che serata!! ;-)

    Ciao. Ezio.

  17. FIORE scrive:

    Ezio,allora sei più giovane di me, anch’io una delle prime uscite al cinema con il babbo ho visto “più forte ragazzi” cappero qui s’invecchia!!

  18. silvestro scrive:

    ci hanno chiesto di aveere un dialogo con gli ambientalisti…ed ecco con quali toni rispondono alle nostre richieste…
    l’ho detto e lo ripeto…con queste persone non si può avere dialogo…sanno solo fare “RICORSI” denuncie…e dire parole denigratorie contro di noi….

    saluto tutto il forum “IL CACCIATORE”

  19. robi scrive:

    è la procedura che l’europa ha fatto contro l’italia per le deroghe e le zps e varie altre cose. credo che sia di la somma di tanti anni passati, come avviene in questi casi, e a un certo punto l’europa ha agito. non so cosa deve succedere per far tornar indietro l’europa, direi fare le cose che ti chiede per evitare la sentenza della corte europea. Questo (la sentenza) secondo me non deve avvenire perché altrimenti significherebbe che l’Italia sarebbe stata condannata per via della caccia e avrebbero avuto ragione gli ambientalisti. Quindi bisognerebbe capire velocemente come risolvere il problema, mi sa che dipende però dal ministero dell’ambiente e non dell’agricoltura, o forse delle politiche comunitarie

  20. ezio scrive:

    Non so Fiore…Io mi riferivo a “Lo chiamavano Trinità”, anno del Signore 1970… Io avevo 8 anni, ed era da sei che andavo in giro con doppietta a tappi “modificata” per il lancio di sassolini e varie,… fionde ed archi, e forse era già arrivato il primo aria compressa…con relative prime vittime da spiumare con ausilio del nonno… ;-)

    Che tempi! ;-) ;-)
    Notte.
    Ezio.

  21. FIORE scrive:

    si il film è quello, ma io nel 70 ne avevo 4

    ciao

  22. lucio scrive:

    guardacaso ora che si sta discutendo della modifica alla 157 vengono fuori tutte queste infrazioni tutte queste preoccupazioni siete ridicoli ormai siete al capolinea

  23. roberto scrive:

    amici la modifica della legge non è cosa facile, troppe promesse semplicistiche ma la situazione mi sa che è complicata. Speriamo solo che non peggioriamo addirittura la situazione perché nel 2004 è andata così, sognavamo e alla fine ci abbiamo rimesso

  24. Giovanni A. scrive:

    Guarda caso, il governo ha sempre difficoltà se deve rispettare le promesse fatte ai cacciatori, chissà perchè. Mentre per ciò che a loro interessa fanno in fretta eccome se lo fanno. On. Berlato, ci dobbiamo accontentare sempre del suo fatiscente “state tranquilli”?

    Credo che si sia capito che non tutti siamo dei boccaloni vero?

  25. silvestro scrive:

    perchè qua in italia siamo definiti “fuorilegge”dai cari amici ambientalisti…mentre negi altri stati vedi la francia guai a dire una cosa del genere…
    due sono le opzioni
    o siamo fessi o nn siamo capaci di far valere i nostri diritti

  26. matteo scrive:

    le persone si ammazzano come cani e dopo 2 giorni escono dal carcere e questi dicono che siamo fuori legge per la caccia ma non fate ridere i polli cos’è che vi rode?

  27. Giacomo scrive:

    La fiamma della grande battaglia ha appena iniziato ad ardere,e già si cerca di buttare acqua sul fuoco.Forse si pensa che tentare di spegnere
    quando il fuoco è all’inizio e più facile.Onorevole Berlato..! Io ho ancora fiducia in te e nel tuo impegno politico,e ancora ti ringrazio per quello che stai facendo,che rispetto agli altri menefreghisti è sempre molto.Questo vuole essere un incitamento da parte mia che sono come San Tommaso,ci credo che una persona sia sconfitta solo quando l’ho visto con i miei occhi,e non con quello degli altri.Mi sembra di essere in quel film di Robin Hood dove si tramava alle spalle di Re Artù in sua assenza.
    Ma le frecciate di Robin -cacciatore del bosco- di Sherwood andavano sempre a segno per la buona sorte del popolo.

    E con questo caro onorevole credo che hai capito che per adesso non siamo tutti dei pulcinella, ti auguro sempre buon lavoro.Un saluto agli uomini dei boschi che stiamo per riconquistare.

  28. Giusti Giacomo scrive:

    Ma ragazzi si commentano ancora i loro vaneggiamenti?Ma cosa vanno blaterando in quell’articolo?Le solite bugie e falsità come sempre,e noi giù,a commentarle!Nidificazione,migrazione,ma questi sono fuori di testa!Sono molto più agguerriti e isterici come vecchie zittelle,perchè si sentono crollare il mondo addosso……E speriamo che gli schiacci una volta per tutte!!!!

  29. Giovanni A. scrive:

    Caro Giacomo Giusti, non meravigliamoci se enpa, lipu, wwf e accidenti simili ci danno addosso, è il loro mestiere se così si può dire. La cosa anomala invece è la totale assenza delle associazioni venatorie, lasciamo perdere chi va a braccetto con quella gente, ma chi dice di essere con noi, politici e associazioni, dove cacchio sono? Non voglio fare il disfattista, ma la luce dei fatti è questa evidente sotto gli occhi di tutti, almeno al momento. Spero anch’io che le cose cambiano, me lo auguro con tutto il cuore!!!

  30. andrea 85 scrive:

    Riccardo I d’ Inghilterra, detto “Cuor di Leone”, non Re Artù…:)..

  31. Giacomo scrive:

    Scusa Andrea ho cambiato un pò la storia,perchè nei film, a me Riccardo “Cuor di Leone” è stato sempre antipatico, mi piace più Re Artù.Grazie per la correzione.Un saluto da Giacomo

  32. Giacomo scrive:

    tanto cambiando il Re non cambia lo spirito del mio post.

  33. Pietro scrive:

    L’ho già detto e lo ripeto, troppa gente nel nostro paese si alza la mattina e si fa il regolamento per il proprio orticello. Questa ovviamente è una metafora, tuttavia mi domando fino a quando durerà la pacchia per questi signori? Che vadano a lavorare e produrre razza di vagabondi anzichè rompere i cespi alle persone oneste. Qualcuno dice che la legge e legge e va rispettata, sono daccordo, ma quando la legge è ingiusta è degna di essere rispettata? Quando questa ha prodotto un serie infinita di “MAGNA MAGNA” a nostre spese non è forse giusto che venga buttata nel water e tirata la catena? Viva la caccia C…O.

  34. Giovanni A. scrive:

    Sono d’accordo in toto con te Pietro. Ma dimmi, conosci qualcuno che ci abbia fatto vedere la specifica volontà di tirare la catena sulla 157? A parte le promesse, ancora il buio più totale, quando vedremo la luce?

  35. silvestro scrive:

    io ancora nn capisco se questa gente (anti caccia) quando scrive un articolo pensano a quello che scrivono…o gettano le parole così come viene…
    nn si può essere così liberi di infangare il nome di un’altro…

  36. fabrizio scrive:

    a volte i nostri nemici prorompono nel piu’ puro delirio.

    il contenuto? le solite parole d’ ordine e giaculatorie in uso da decenni; le solite frasi a effetto; le solite panzane …..

    contano sull’ effetto “Wanna Marchi”, cioe’ che cose assurde (come le creme scioglipancia e gli incantesimi per vincere al lotto) ma ripetute assertoriamente e con un continuo martellamento mediatico, vengano ritenute serie e credibili da una certa percentuale di sprovveduti.

    Giocano sui grandi numeri: su milioni di persone di buon senso e intelligenti, non e’ difficile trovare una percentuale di sprovveduti disposti a credere a qualsiasi scemenza, ivi compresi i soggetti con il quoziente intellettivo di una gallina.

    quindi, buttiamo in faccia ai loro autori le loro menzogne e sbugiardiamoli in qualsiasi sede.

    un saluto al popolo cacciatore

    fabrizio

  37. Pietro scrive:

    Egregio Giovanni A. hai ragione e non per presa in giro. La luce purtroppo è ancora una utopia; qualcuno ci sta provando a dissolvere qualche nube con la speranza che un pò di luce faccia capolino. Eppure noi cacciatori non chiediamo la luna nel pozzo, sarebbe veramente utopistico, ma essere presi in giro è troppo. Quando i nostri rappresentanti che dovrebbero difendere i nostri interessi in ogni dove fanno comunella con la parte avversa che pensa solo a screditarci in ogni occasione, quale luce possiamo intravedere seppure all’orizzonte? Personalmte la vedo nera come la pece egregio Giovanni, se poi ci togliamo anche la speranza siamo belli che fritti. Con la buona serata.

  38. roberto scrive:

    x LIPU e ENPA
    Stiamo procedendo alla realizzazione e modifica della 157/92 proprio perchè abbiamo i c…..ni pieni delle deroghe, dei ricorsi al TAR e DI VOI…….
    cari saluti
    roberto cpa bari

Leave a Reply


3 + 8 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.