Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Legambiente: zps, bene le regioni

| 9 ottobre 2008 | 21 Comments

Tratto dal sito dell’agenzia ASCA
***

LEGAMBIENTE, DA REGIONI UN IMPORTANTE SEGNALE RESPONSABILITA’

(ASCA) – Roma, 9 ott – ”Non vi e’ alcun motivo valido per rimandare lo stop assoluto all’utilizzo dei pallini in piombo nelle zone di protezione speciale a partire da questa stagione venatoria. Siamo lieti che la commissione tecnica delle Regioni abbia espresso parere negativo a questa proposta del ministero dell’Ambiente”.
Antonino Morabito, responsabile Fauna di Legambiente, plaude cosi’ alla decisione della commissione Ambiente e protezione civile degli assessori delle Regioni, coordinata dall’assessore all’Ambiente della Calabria Silvio Greco, che a maggioranza ha espresso parere contrario alla proposta del ministro Stefania Prestigiacomo sulla deroga al divieto di utilizzare pallini di piombo per la caccia nelle aree protette.
”Dalle Regioni arriva un ottimo segnale di responsabilita’ su un tema delicato e controverso. Chi opera localmente conosce bene il lavoro svolto per adottare il provvedimento originario, che rispondeva a una procedura d’infrazione comunitaria e recepisce i contenuti di un accordo internazionale ratificato dall’Italia due anni fa.
Invalidarlo ora che una parte delle Regioni ha legiferato, e a stagione venatoria iniziata, rappresenterebbe soltanto un danno ed esporre l’Italia a nuove procedure d’infrazione”.

res-rus/sam/rob
(Asca)




Category: Legambiente, Leggi/Politica, ZPS/SIC

Comments (21)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Pispola67 scrive:

    E dai forza.
    Negli altri paesi da annni il piombo è bandito dalle zone umide e da anni anche noi dovevamo arrivarci. Cerchiamo di sollecitare le armerie, piuttosto, a rifornirsi adeguatamente presso i fabbricanti. E’ facile infatti reperire l’acciaio, ma le Tin-Zinc (zinco- stagno), almeno a Firenze sono reperibili solo presso un’armeria di periferia,e solo della Mirage.

  2. valerio ercolini scrive:

    Caro ministro ,non la dia vinta a chi vuole mettere questo governo in difficolta’.Era logico che le regioni rossoverdi avrebbero fatto di tutto per dare lo stop a i pallini di piombo.Pero’ si potrebbe permettere la caccia nelle zone a protezione speciale con i pallini nichelati ,che fanno la stessa vece di quelli di acciaio.

  3. FIORE scrive:

    propongo la cerbottana, (non è una parolaccia è) a i pirulini con lo spillo per le lombardelle dovrebbe andar bene

  4. marco.m69 scrive:

    Per Pispola 67:
    Ti auguro che le Tin Zinc ti vengano a costare tanto da poterti indebitare……………….

    Ma possibile che non pensi a chi sta peggio di te e che si trova ad un bivio se smettere o indebitarsi per poter continuare a svolgere la propria passione?

  5. randagio scrive:

    Dovresti pensare a tutte le sofferenze che i pallini d’acciaio provocano agli animali che purtroppo feriti andranno a morire lentamente, perchè lo sapete anche voi ambientalisti che i pallini d’acciaio non abbattono l’animale senza sofferenza come il piombo, ma a voi cosa importa l’impotante è bandire il piombo. Dice un proverbio dove non c’è non ci si mette…..

  6. lucas scrive:

    Che ca@@ata sta storia del piombo che fa diventare verdi le papere…
    A parte che il 99% delle poche zone umide rimaste in Italia sono parco, quindi vige il divieto di caccia, non c’è alcun fondamento scientifico per questo divieto. E’ solo un copiare gli americani per una ca@@ata di cui si stanno accorgendo anche loro.
    Alla fine fai molti più danni con i pallini d’acciaio (che sono anche pericolosi) che con una buona cartuccia tradizionale caricata col piombo.
    E allora i campi di tiro a volo?
    E’ solo un modo calcolato di dare addosso ai cacciatori. Si pensa che parecchi, costretti a cambiare fucile e ad acquistare catucce che costano cinque euro l’una, smetteranno e basta.
    Questo è quello che vogliono: assestare un altro colpo mortale alla caccia.

  7. fabio scrive:

    Visto e considerato che i migliori ambientalisti siamo Noi cacciatori , visto che è appurato il nostro interessamento affinchè le specie animali rimangano in buona salute , appurato che il piombo non è tossico , altrimenti il ministero della sanità ne proibirebbe l’uso medico ( dentistico ) ed alimentare ( tubazioni acqua ) , propongo ai cacciatori d’anatre , di acquistare le cartucce con pallini in acciaio ed una volta sparate , caricare i bossoli come meglio la propria coscenza vuole .Che poi venga il wwf a controllarne il contenuto .

    Ciao
    fabio

  8. mac scrive:

    Ma io che caccio con un capanno alle allodole a più di 400ml da un lago cosa dovrei fare sparare piombo o acciaio???
    preciso che comunque anche il mio appostamento è in ZPS…

  9. fabio scrive:

    X cacciare le allodole in zps occorre :
    cartucce con pallini d’acciaio , bossolo in cartone , capanno in carta riciclabile , richiami vivi possibilmente di plastica anch’essa riciclabile , esami delle feci ( in caso ci scappasse ) atte ad accertare eventuali contenuti tossici . Una volta sparato , bisogna rigorasemente raccogliere i pallini di ferro dispersi nell’ambiente , per evitare contaminazione da ruggine delle falde sottostanti .

  10. lucas scrive:

    Inoltre vige il divieto di scorre@@iare, a meno che non si abbia applicato idoneo dispositivo atto a catalizzare i fumi.
    La pipì va trattenuta o, in alternativa, raccolta in apposito contenitore acquistabile presso le farmacie e poi smaltita secondo la normativa vigente.

  11. fabio scrive:

    Inoltre
    Gli uccelli eventualmente feriti , vanno soccorsi e immediatamente trasportati al più vicino centro di assistenza , pena l’arresto per omissione di soccorso

  12. Pispola67 scrive:

    X Marco.m69
    Io non so quanti soldi hai tu, ma ti assicuro che io vivo di un modestissimo stipendio da dipendente comunale, e sono già abbastanza indebitato con il mutuo. Le Tin-zinc non costano cifre tali da”fare smettere”, e ti assicuro che chi è socio di un lago di caccia non si troverà certo a un”bivio” per le cartucce. Di sicuro si dovranno evitare tiri a 70 metri con i “doppiettoni”, come si è fatto fin’ora.
    Non è per colpa dei verdi o della Lac, o delle “maledette” giunte rosse. In ogni paese civile il piombo è bandito. Comunque informati meglio: è il tungsteno a costare caro

  13. ross scrive:

    parchi parchi e parchi e chi ci si mette ad amministrare i parchi? guarda quello dell’arcipelago Toscano, un talebano! Non lo fanno mica gratis gli amanti della natura, costa centinaia di migliaia di €uro.

  14. marco.m69 scrive:

    per Pispola 67,
    di certo non volevo sapere quanti soldi hai,
    quello che volevo farti comprendere che dalle mie parti chi caccia in Laguna Veneta e non i posessori di Valli da caccia, ha quasi per il 75% fucili di venti o trentanni fa quindi per poter usare l’acciaio devono spendre almeno tra gli 800 – 1000 Euro per un fucile nuovo, e se usano il bismuto (unica alternativa dalle mie parti) devono spendere 2.50 euro a botta.
    Il tungsteno non credere che il sottoscritto non lo conosca, non l’ho citato perchè da noi non si trova.

  15. lucas scrive:

    Professor Titon, è inutile che mi chiedi alcunché o continui a provocare.
    Non ho intenzione di risponderti.

  16. massimo zaratin scrive:

    Da quanto abbiamo appurato nell’altra discussione caro Marco.69, parrebbe che importanti e dotti studi americani avessero dimostrato che le differenze sui tiri, in virtù del materiale usato per i pallini, dipendesse dall’effetto placebo cui sono sottoposti i cacciatori. Un corso di training autogeno per superare l’ansia dell’acciaio sembrerebbe permettere gli stessi risultati di carniere…che comunque per noi, poveri cacciatori medievali che non possiamo permetterci postazioni a pagamento, risulteranno sempre e comunque scarso…indipendentemente dal materiale usato!

  17. Alfio scrive:

    Gli accordi si possono sempre rivedere, anche in considerazione di accordi che non rispettano le aspettative dei cittadini italiani in quanto l’accordo è stato preso da un governo o ministro che i cittadini democraticamente hanno fatto sparire, l’europa deve anche tener conto di questo.
    Saluti Alfio.

  18. Lorenzo scrive:

    Appello dai Pantani della sicilia sud Orientale!!!!! Piombo Nichel o acciaio Il vero broblema è dove poterli usare!!!!!
    Chiudendo queste zone, noi gli acquatici aspettiamo che cambino abbitudini!!!
    Grazie Ass. La Via….

  19. Michele Sorrenti scrive:

    Per Lorenzo:

    l’ACMA sta cercando di fare modificare la decisione assurda e vergognosa dell’assessorato agricoltura e foreste della regione Sicilia, che con un colpo di mano ed un regalo agli ambientalisti ha chiuso le ultime zone di caccia agli acquatici rimaste aperte in Sicilia.

    Ti volevo dire che è importante che in quelle zone nasca una protesta ed un movimento di cacciatori che rivendichi in modo deciso le proprie ragioni. Agli ambientalisti in Sicilia è stato dato troppo, quasi tutte le zone umide sono chiuse alla caccia e non si può accettare anche questo ulteriore atto di egoismo.

    Ciao

    Michele Sorrenti

  20. seb1959 scrive:

    Concordo con Sorrenti, la Sicilia è l’unica Regione d’Italia in cui gli anticaccia sono riusciti a far equiparare le ZPS ai parchi, nemmeno pecoraro scanio nel suo famigerato decreto arrivò a tanto, anche se avrebbe voluto.
    Saluti e in bocca al lupo a tutti i cacciatori siciliani.

  21. Lorenzo scrive:

    Grazie a tutti …Ma pare che la situazione si sia risolta!!!!Tutti a caccia…Ps. Speriamo piova presto!

Leave a Reply


1 + = 6

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.