Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Umbria, armi ad anima rigata

| 26 settembre 2008 | 5 Comments

Come riceviamo e cosi’ pubblichiamo
***

Armi ad anima rigata e caricatori: la questione diventi di carattere nazionale
Abbiamo seguito con preoccupazione quanto disposto dal Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato, relativamente alla presunta illiceità – per uso caccia – di tutte le armi con caricatore contenente più di due colpi, senza distinzioni tra semiautomatici (fucili ad anima liscia) o carabine (fucili ad anima rigata). In merito a tale direttiva, abbiamo interessato la Federcaccia nazionale, proprio per entrare nel merito del provvedimento e conferirgli il dovuto risalto, visto e considerato che in tutta Italia si pratica la caccia al cinghiale con gli stessi mezzi di prelievo. Contestualmente abbiamo anche contattato i vertici regionali del Corpo Forestale dello Stato, in quanto si è ritenuto il provvedimento stesso inopportuno e intempestivo, promulgato a ridosso dell’apertura e senza concederci i necessari tempi per una corretta informazione e analisi.
Ciò premesso, abbiamo appreso con soddisfazione la decisione di sospendere la direttiva per svolgere i necessari approfondimenti sull’argomento, e per darci comunque modo e tempo di informare i cacciatori in maniera adeguata e capillare.
Ringraziamo pertanto il Corpo Forestale dello Stato per la sensibilità dimostrata nella circostanza.

Perugia, 26 settembre 2008
Ufficio Stampa Federcaccia Umbra – Sezione Provinciale di Perugia

Category: Federcaccia, Umbria

Comments (5)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. paolobenci scrive:

    ora basta: Ma lo sono o ci fanno…c’è una legge dove chiaramente spiega che l’arma puo contenete tante cartucce nel caricatore per come essa sia amologata nel catalogo nazionale delle armi dalla fabbrica o fercaccia sveglia duri (alla toscana).

  2. ugo salvatore scrive:

    probabilmente ignorano quanto disposto dalle leggi sulla caccia, cosi come sembra lo facciano anche quelli del corpo forestale. sto asistendo da qualche mese a questa parte ad un tentativo di legiferazione da parte di organi che non sono deputati a farlo (questura in materia di lunghezza bossoli, forestale in materia di capienza caricatori ) adesso ci mancano i vigili del fuco che ci impogano gli spegnifiamma sul vivo di volata perchè potremmo causare incendi.

  3. ennio plini scrive:

    domanda:se per i cosidetti automatici,il massimo consentito sono tre colpi,perchè per le carabine dovrebbe essere permessi più colpi?Che differenza esiste tra un fucile a canna liscia che può usare cartuccia a palla su una distanza di 50 70 metri utili e una carabina a canna rigata che per sua peculiarità può essere utile anche oltre i 300 metri,chiaramente con canocchiale.Evidentemente la certezza di colpire con efficacia usando cartucce tipo militari,un animale che normalmente con anima liscia non può essere oggetto di tiro a quella distanza.Ma quanti tiri si fanno normalmente al cinghiale da trecento metri,quando sei in battuta:pochi,e quanti colpi riesci a tirare nell’arco utile per l’abbattimento:piu di tre?Se non sei tanto cecato,sono bastevole,altrimenti non c’è caricatore che tenga.A parte queste considerazioni dettate da una normale esperienza,si può sapere se il divieto di più di tre colpi è sottinteso nella legge che regola l’uso di fucili da caccia,oppure per le carabine no?

  4. stiv scrive:

    Caro Ennio.
    L’attuale legge parla di limite a 3 colpi totali quindi quelli nel serbatoio più quello in canna solo per i fucili da caccia a canna liscia ,mentre per quanto riguarda i fucili a canna rigata “carabine” la legge non menziona il limite di colpi ,quindi il limite di colpi è solo quello imputabile alla configurazione con cui l’arma è stata “catalogata “.
    Non conosco quali sono le tue esperienze di caccia ,ma credimi quando si usa una carabina a caccia qualsiasi caccia si pratichi i proiettili tranne che per la forma con il munizionamento militare non hanno nulla a che fare,oggi giorno poi con l’offerta di munizioni che c’è ! Le carabine, a caccia sopratutto nella caccia in battutta sono molto più efficaci di un fcile a canna liscia e credimi per esperienza personale quando usate con la dovuta attenzione che si deve sempre dedicare all’uso delle armi molto ma molto più sicure, infatti una palla di un fucile a canna liscia dentro un bosco puo diventare una pallina da flipper cosa che non accadrà mai con un colpo di 308W o di 30-06,queste rimangono fedeli alla traiettoria , inoltre a me personalmente è capitato di tirare a più cinghiali arrivati quasi in branco alla posta dandomi la possibilità di tirare più colpi in sequenza ,è vero non capita tutte le volte e non sono favorevole all’uso di armi con caricatori con un numero eccessivo di colpi ma di certo in una caccia dove magari in una stagione ti capita una sola volta di trovarti a poter abbattere uno o più capi credo che nell’avere un’arma valida e sicura non ci sia nulla di male.Poi se un domani vorremmo decidere di andare a caccia con armi ad un solo colpo o comunque con otturatore tipo mauser ben venga , ma no che certe decisioni vengano prese in modo arbitrario in una regione si e in una no ,ignorando le disposizini di legge .
    UN SALUTO A TUTTI I CACCIATORI

  5. ennio plini scrive:

    la mia considerazione,non era rivolta all’efficacia della carabina,che anche se non ho mai usata(Ho un marlin 30.30,e prima o poi……)riconosco come più consono al tipo di caccia “grossa”.Mi rivolgevo all’interpretazione della legge,che a sentire da varie fonti,viene nella maggioranza dei casi,interpretata dai guardicaccia,come restrittiva ai tre canonici,colpi.Per non trovarmi in situazioni,sempre spiacevoli,quando si tratta con le cosidette autorità,non adopero la carabina.Un saluto

Leave a Reply


9 + 5 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.