Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Resconto convegno Vicenza

| 24 settembre 2008 | 11 Comments

Come riceviamo e cosi’ pubblichiamo
***

Thiene, lì 24 settembre 2008
RESOCONTO DEL CONVEGNO NAZIONALE SULLA CACCIA TENUTOSI A VICENZA IL 19 SETTEMBRE 2008

confavi.gifRiteniamo opportuno pubblicare il resoconto sommario di quanto avvenuto nel corso del convegno nazionale sulla caccia tenutosi presso l’Ente Fiera di Vicenza la sera del 19 settembre u.s., anche per fornire una più esaustiva informazione rispetto a quanto parzialmente riportato da alcuni mezzi di informazione.
Innanzitutto la sala Palladio dell’Ente Fiera, che contiene 1.000 posti a sedere, era stracolma in ogni ordine di posti, obbligando molti cacciatori a sedersi sulle scalinate che dividono i gruppi di poltroncine o a rimanere in piedi in fondo alla sala .
Contati, i cacciatori assiepati nella sala, erano complessivamente più di 1.500.
In previsione di un notevole afflusso di pubblico, era stata allestita una sala adiacente alla sala principale dotata con un maxischermo in modo da permettere a coloro che non erano riusciti a prendere posto nella sala Palladio di seguire comunque i lavori. Questa sala era stata allestita con 400 sedie, tutte occupate ed attorniate da tanta gente in piedi (pressappoco 200 persone).Circa 2.000 persone hanno quindi seguito i lavori del Convegno titolato “La caccia che vogliamo”.
Il discorso di apertura è stato tenuto dalla sottoscritta, in qualità di Presidente nazionale della CONFAVI, Associazione organizzatrice dell’evento.
Dopo di me ha preso la parola l’on. Sergio Berlato che ha illustrato, interrotto numerose volte dagli applausi scroscianti del pubblico, la proposta di modifica alla 157/92 redatta in collaborazione con il popolo del web ed integrata dalle osservazioni di CONFAVI, Liberacaccia, Enalcaccia ed ANUU.
Dopo la presentazione della Proposta di legge, già presentata in Parlamento, ha preso la parola il Presidente di Liberacaccia, Paolo Sparvoli, che ha fornito il suo apprezzato contributo alla serata, sottolineato dagli applausi del pubblico, così come è stato accolto da un calorosa dimostrazione di assenso l’intervento di Giovanni Persona, vice presidente nazionale dell’ANUU migratoristi, così come molto apprezzato è stato l’intervento di Fabio Fioroni, rappresentante del’Ente Produttori Selvaggina, dichiaratosi pubblicamente in piena sintonia con le proposte avanzate dall’on. Sergio Berlato.
I rappresentanti di FIDC, ARCI ed Italcaccia, sia pure formalmente invitati con largo anticipo, hanno deciso di non partecipare all’incontro.
E stata poi la volta di Giorgio Piazza, Presidente regionale della Coldiretti del Veneto, il cui intervento si è dimostrato in perfetta sintonia con quello dell’on. Sergio Berlato.
Ha quindi preso la parola l’on. Antonio Buonfiglio, Sottosegretario di Stato al Ministero delle Politiche Agricole, che ha elogiato l’impegno dell’on. Sergio Berlato ed il suo determinante contributo fornito al Ministero delle Politiche agricole non solo in  materia venatoria ma anche in materia agricola, essendo egli vice Presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo e rappresentando l’avamposto in Europa per la difesa degli interessi nazionali.
Nel suo intervento il Sottosegretario Buonfiglio ha confermato l’impegno del Governo a sostenere le modifiche alla 157/92 che verranno effettuate in Parlamento, così come era stato anticipato nel corso degli incontri tenutesi al Ministero delle Politiche agricole nel mese di giugno u.s.. Nel suo intervento il Sottosegretario ha ringraziato le associazioni venatorie che hanno fornito il loro contributo per la stesura del testo di proposta di modifica alla 157/92, invitando anche le altre associazioni a partecipare ai lavori, avvisando che comunque le modifiche alla 157/92 si faranno con o senza l’appoggio dei dirigenti delle tre associazioni rimasti finora alla finestra a guardare.
L’intervento del dott. Roberto Basso, in rappresentanza dell’Associazione ambientalista Ambiente e/è Vita ha dimostrato che non tutte le associazioni ambientaliste sono uguali, ma che esiste una parte intelligente del mondo ambientalista che non si limita a sostenere l’anacronistica posizione del No alla caccia, ma che vuole contribuire alla corretta gestione del patrimonio faunistico ed ambientale.
Particolarmente apprezzato anche l’intervento dell’assessore provinciale alla caccia di Vicenza Marcello Spigolon, quello dell’Assessore regionale alla caccia Elena Donazzan e dei due deputati primi firmatari delle proposte di modifica alla 157/92, on. Luca Bellotti e on. Francesco Biava.
Molto gradito anche l’intervento del Consigliere regionale della Lombardia Vanni Ligasacchi che ha ricordato l’ottimo lavoro di collaborazione tra il Consiglio regionale della regione Lombardia e l’on. Sergio Berlato che ha portato all’approvazione della legge regionale sulle deroghe.
Stessa cosa è stata fatta anche dal Consigliere regionale del Veneto Roberto Ciambetti che ha ricordato come si è giunti all’approvazione della legge regionale sulle deroghe del Veneto, grazie all’impegno dell’assessore regionale Elena Donazzan ma grazie soprattutto alla sapiente regia dell’on. Sergio Berlato.
Alla fine degli interventi dei relatori è stata data la parola al pubblico, permettendo ad ognuno dei partecipanti di poter esprimere liberamente il proprio pensiero e di avanzare le proprie domande alle quali sono state fornite puntuali risposte.
L’incontro è terminato a mezzanotte e 45 tra lo sventolio di centinaia di bandiere dell’Associazione Cacciatori Veneti e tra la soddisfazione generale di tutti i partecipanti.

Maria Cristina Caretta

Presidente Associazione Cacciatori Veneti
Presidente Nazionale CONFAVI

Category: CONFAVI

Comments (11)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. danilo scrive:

    1 richiesta alla d.ssa CARETTA

    venga giu’ in sicilia a fare il presidente dell’associazione cacciatori siciliani!!!…
    da noi non c’e’ nessuna associazione purtroppo, e si vede!!!!!!!!
    comunque complimenti vivissimi x la splendida riuscita della manifestazione

  2. totò scrive:

    caro danilo sei bravo a parlare ti vogliamo vedere in prima linea a difendere a difenderci

  3. brunello scrive:

    Da presidente regionale ANUU Calabria ,esprimo viva soddisfazione per tutto cio’ che state facendo per la caccia e per i cittadini cacciatori. Finalmente qualcosa si muove , adesso bisogna solo insistere con i Federcacciatori affinche’ si uniscano per combattere le battaglie future.
    cordiali saluti bruno zema

  4. fabrizio scrive:

    x danilo

    sono anch eio un cacciatore siciliano e sono un tesserato Federazione Siciliana della Caccia è vero che ci sono tante associazioni inutili in Sicilia e spero che tu come farò io il prossimo anno cambierò AA.VV. e mi auguro vivamente che tanti cacciatori sicilianoi che hanno gli occhi chiusi si sveglino e anche loro cambino AA.VV. così questi signori capiscono che è arrivato il loro tempo e devono andarsene a casa.

  5. valerio ercolini scrive:

    X Danilo.
    Caro amico ,organizzatevi ed associatevi ad una associazione che vi tuteli.Ma dovete essere voi cacciatori siciliani a fare questo.
    Mettetevi in contatto con una associazione aderente a CONFAVI per sapere il dafarsi.
    Il CPAsport ,di cui faccio parte e’una associazione venatoria che ha aderito a CONFAVI,se siete interessati mettetevi in contatto al seguente numero telefonico e chiedete chiarimenti.Questo il numero:055/4224119 fax 055/4224122 ore ufficio.
    Saluti Valerio Ercolini.

  6. lucas scrive:

    Mi è particolarmente piaciuto il seguente passo:

    “Nel suo intervento il Sottosegretario ha ringraziato le associazioni venatorie che hanno fornito il loro contributo per la stesura del testo di proposta di modifica alla 157/92, invitando anche le altre associazioni a partecipare ai lavori, avvisando che comunque le modifiche alla 157/92 si faranno con o senza l’appoggio dei dirigenti delle tre associazioni rimasti finora alla finestra a guardare”.

  7. Ricardo Turi scrive:

    Il mio auspicio è che queste benedette modifiche si facciano al più presto perchè i cacciatori non ne possono più di aspettare.

    Riccardo

  8. renzo scrive:

    E poi qualcuno ha detto che vogliamo UNA CACCIA SENZA REGOLE E IN PIENA ANARCHIA… Boh

  9. danilo scrive:

    x valerio ercolini

    sono gia’ associato a confavi tramite A.S.C. N.,non e’ quello il problema.Non abbiamo nessuno che pesa a livello istituzionale,questo e’ il vero problema

  10. danilo scrive:

    x fabrizio passa a A.S.C.N. anche tu!!! persone serie e perbene!!!! dopo 10 anni di sicilianacaccia ho capito tante cose!!
    ascn e’ aderente a confavi e alla modif. della 157/92 proposta dall’on. berlato!
    dai che il prossimo anno sarai con noi. ciao fabrizio

  11. fabrizio scrive:

    cari amici cacciatori,

    mi chiamo anch’ io fabrizio, ma sono un cacciatore toscano, e -per quello che puo’ valere le mia opinione- un grande passo avanti e’ gia’ stato fatto con la raccolta di 603.000 firme, che se anche non sono autenticate dal notaio, hanno un valore politico ….. pesante….. e soprattutto hanno segnato il momento in cui LA DIRIGENZA NAZIONALE FEDERCACCIA HA PERSO LA FACCIA di fronte ai propri iscritti.

    in questi ultimi mesi, mi sono reso conto che il vero e unico ostacolo all’ unita’ della AA.VV. e’ proprio federcaccia e la sua politica soporifera, immobilista e genuflessa al sinistrame-verdame. Sappiano lorsignori che la supponenza e l’ arroganza non premiano mai.

    Succube della sinistra, la dirigenza di questa associazione non puo’ fare a meno di agire in modo inadeguato per i cacciatori, e soprattutto, non puo’ fare a meno di imbrigliare, ostacolare e denigrare quelle AA.VV. che dimostrano piu’ serieta’ e piu’ iniziativa.

    Il presidente Timo mi ricorda Maria Antonietta, che ai parigini affamati disse che se non avevano pane mangiassero le brioches……
    se le nostre sono solo “ciance” lo vedremo nei prossimi due anni.

    se Berlusconi ci prendera’ in giro di nuovo, sa benissimo che gli costera’ un mare di voti, in un paese dove le elezioni politiche si vincono o si perdono anche per 20.000 voti, come nel 2006!!

    e comunque, e’ ora il momento di agire, e chi frena lo fa per tutelare interessi che certamente non sono quelli dei cacciatori.

    fabrizio

Leave a Reply


3 + = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.