Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Lipu, migratori – 40%

| 23 settembre 2008 | 21 Comments

Tratto da Econews – 23 settembre 2008 – http://www.verdi.it
***

Lipu: pianeta molto malato, -40% uccelli migratori

Gli uccelli selvatici piu’ comuni e diffusi sono in grave declino in tutto il mondo, spie di un pianeta malato per colpa dell’uomo, che intensifica su scala industriale l’agricoltura e la pesca e distrugge le foreste per realizzarvi piantagioni monoculturali. E’ il messaggio lanciato ieri dalla LIPU con ‘State of the Worlds Birds’, la nuova pubblicazione di BirdLife International, presentata al vertice internazionale che si terra’ fino a sabato 27 a Buenos Aires, in Argentina, con la partecipazione di una delegazione LIPU-BirdLife Italia e delle altre 100 associazioni che formano la rete di BirdLife International nel mondo.
Dati, quelli di State of the Worlds Birds, che confermano il grave stato di salute del pianeta e l’insostenibilita’ delle attivita’ umane, cui si sono aggiunti, piu’ di recente, gli effetti dei cambiamenti climatici indotti dall’uomo.
Le specie di uccelli che migrano tra Europa, Medioriente e Africa sono calati del 40% negli ultimi 30 anni, come Torcicollo, Culbianco, Usignolo e Forapaglie comune, sempre piu’ rare da osservare. Oltre all’intensificazione agricola in Europa, vi hanno contribuito la desertificazione nei siti di svernamento in Africa e la pressione venatoria in Medioriente. (Asca)

Category: Lipu, Verdi

Comments (21)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. vincenzo scrive:

    Si parla sempre di “pressione venatoria” ma chi li caccia gli usignoli?

  2. grifonenero scrive:

    Gli unici che CALANO del 40% nelle loro iscrizioni sono prorio loro…

    Un bel tacer non fu mai scritto

  3. roberto scrive:

    Per queste specie (Torcicollo, Culbianco, Usignolo e Forapaglie comune), dovreste farvi inserire in qualche sito Mediorientale (anzi trasferitevi tutti da quelle parti a proteggere queste specie di uccelli e poi venite a raccontarci).

  4. paolobenci scrive:

    questi sono pazzi….pressione venatoria sull’torcicollo e usignolo..io il torcicollo lo farei si ma a loro..

  5. spitaleri nunziato scrive:

    io vorrei sapere che cosa centra la caccia in sicilia con tutto quello che scrive la lipu intanto la deforestazzione non la fanno i cacciatori ma le gradi iddustrie e io sarei daccordo di frenare unpo ma prima di scrivere fesserie bisogna documentarsi che levoluzione tenporale del nostro pianeta a gia avuto e avra il suo cambiamento con e senza l”aiuto del”uomo ma tutto cio non centra niente connoi siate seri nel condannare le categorie di qualsiasi ceto esse siano noi siamo gente che ama la natura meglio degli ambientalisti se cosi si possono chiamare

  6. massimo zaratin scrive:

    pseudoambientalisti in parlamento – 100%

    :)

  7. Scolopax scrive:

    Quella che hanno dato è la conferma che la caccia se ben effettuata non reca danno, le specie che sono state elencate non sono oggetto di caccia in Italia. Se esistono luoghi dove la caccia è fatta in maniera indiscriminata che facciano le loro battaglie, ma che lacino stare finalmente i cacciatori Italiani che di sentire le loro bugie non ne possono più.

  8. Danilo scrive:

    e da oggi tutti a caccia di torcicollo e usignoli….COSE DA PAZZI!!! NON NE DEVO SENTIRE PIU’!!!!

  9. andrea 85 scrive:

    Probabilmente da parte mia è già stato detto, ma ripeto ugualmente il concetto: la prima cosa da fare per dare beneficio ad ambiente e natura consiste nel sopprimere tutti gli ambientalisti, verdi, animalisti e scoppiati vari che si rifanno a teorie ascientifiche prive di qualsiasi logica; sono loro il vero tumore della natura, e come un tumore vanno estirpate…..

  10. lucas scrive:

    Dare la colpa alla caccia per la flessione di specie che non sono mai state oggetto di caccia è davvero un controsenso.
    Vadano a cercare i motivi altrove, le doppiette non c’entrano niente.
    Ormai va di moda dare la colpa ai migratoristi.

  11. andrea scrive:

    ma xche’ rompano semre le p…. sti uomini se di uomini si puo parlare…..ma poi si sono messi a contarli?mahhh

  12. Baghy scrive:

    Ma se continuano a dire che l’italia è l’unico Paese dove è consentita la caccia ai piccoli migratori, adesso viene fuori che in Medioriente sparano anche a spece che da noi ( es. Torcicollo e Usignolo ) sono da sempre particolarmente protetti. Mah, valli a capire. Salutoni Baghy

  13. Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

    E allora andate in medio oriente e levatevi di culo. Attenti però perchè la c’è un certo Osama che se gli pesti i piedi ve lo fa venire lui il torcicollo e vi fa sentire anche il canto dell’usignolo e se vi va bene vi fa anche un culrosso perchè bianco lo avete già. Puerili come questi non l’ho mai visti nè sentiti. Dovete essere ma voi protetti in quanto esseri in estinzione. A proposito l’altro giorno su canale 5 hanno fatto vedere delle persone che manifestavano contro la caccia. Ragazzi non c’era una fia per il verso giusto, tutte brutte e orrende. E’ chiaro che queste manifestino a favore della protezione degli uccelli perchè quelli che volano sono gli unici che possano vedere. Non le monta neanche l’edera.

  14. Stefano Moggi scrive:

    Questi personaggi sul pianeta terra, amano tutto
    fuori che l’essere umano!

  15. renzo scrive:

    per Balognesi Giovanni Roberto
    …. non le monta neanche l’edera…
    mi hai fatto scompisciare dalle risate. Bravo !
    Renzo

  16. Alfio scrive:

    Sarebbe bene, sistemare la testata dell’articolo in quanto non è una statistica di Lipu italaia ma di lipu birdlife di cui la lipu italia nè fa parte, difatti leggete attentamente, non parla di pressione venatoria ma di ambiente, non parla di abbolire la caccia perchè professionalmente sanno che la statistica tratta uccelli non cacciabili, insomma tutto sommato giustifica la caccia quando vengono a diminuire alcune specie anche cacciabili, la differenza per me è sostanziale.
    Mi marammarico di questa diminuzione ma non posso farci nulla.
    Saluti Alfio.

  17. Giusti Giacomo scrive:

    Fanno solo ridere!Comunque questa volta hanno messo anche la distruzione ambientale,che è la vera causa della diminuzione degli animali.A questo dovrebbero pensare quei falsi,non alla caccia.Che ne dite falsi dei consorzi di bonifica che tagliano quattro volte le canne e gli arbusti in genere,sulle rive di fossi e fiumi da aprile a agosto?10/15 anni fa,si sentivano cantare 6/7 maschi di usignoli la sera e la notte,di giorno una miriade di uccelletti,ora c’è il deserto.Tutto questo sul torrente marinella a Calenzano(FI).Ma fatela finita!!!!

  18. seb1959 scrive:

    Ammesso che così fosse, anzichè limitarsi a riportare solo dati allarmistici perchè lipu non avanza proposte serie (non le solite cose irrealizzabili) per conciliare la salvaguardia della fauna con la necessità di sfamare 7 miliardi di persone con tutte le moderne necessità di cui hanno bisogno?

  19. to scrive:

    Associazioni cacciatori:

    Italia guarita,-100% verdi in parlamento

    Data la mancanza di pecorai il gregge di pecore è scomparso.

    Antonio

  20. lukacs scrive:

    RENZO ATTENTO CHE TI CONTROLLO……..

  21. ezio scrive:

    Dal quotidiano “La Stampa”

    “AMBIENTE10/12/2008 – LE ARMI CONTRO L’EFFETTO SERRA
    La Terra si beffa
    dei modelli climatici
    Nei mari c’è una macchina che può imbizzarrirsi”

    Per chi fosse interessato ad altri punti di vista SCIENTIFICI e non solo ad “appiattirsi” sulle posizioni ormai note e super pubblicizzate dei soliti noti catastrofist-animalist-ambientalist, può leggersi questo interessante articolo.
    magari scoprirà che non è detto sia sempre e tutto colpa dello schifoso essere umano.
    Se non altro potrà far nascere qualche utile dubbio che potranno sostituire le troppo spesso inutili certezze.

    Ciao.
    Ezio.

Leave a Reply


1 + = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.