Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Anuu risponde a FIDC

| 19 settembre 2008 | 22 Comments

Per amore della verità e per amore della caccia

Adesso basta. Non riesco più a restare educatamente in silenzio.
Non riesco più a seguire la regola che mi ero imposto secondo la quale avrei sempre lavorato in favore della caccia preoccupandomi solo dei suoi problemi e di evidenziare pubblicamente come la mia Associazione, l’ANUUMigratoristi, li ha sempre affrontati con la massima concretezza e coerenza. Le ultime dichiarazioni ed interviste dell’Avv. Timo, Presidente di Federcaccia, mi impongono un cambiamento di stile perchè amo la verità e – soprattutto – perchè amo troppo la caccia  per restare inerte di fronte a simili inqualificabili atteggiamenti.
Timo si è detto “sconcertato” perchè – secondo lui – l’ANUUMigratoristi al recente convegno di Spoleto, avrebbe “gettato la maschera per allinearsi sulle posizioni di Confavi e assecondarne il gioco al massacro“.
Bene, al convegno di Spoleto per l’ANUUMigratoristi sono intervenuto io, non facendo altro che constatare come le proposte di modifica della L. 157/92 di cui tanto si discute (abolizione opzione fissa di caccia, maggiore mobilità per la migratoria, calendario europeo per specie e decadi, corretta applicazione delle deroghe, specifica dei ruoli dei diversi livelli istituzionali, centralità alla gestione del territorio con il mondo agricolo) coincidessero, in pratica, con i principi di politica venatoria sanciti dall’accordo del 5 marzo scorso tra le associazioni aderenti a FACE Italia (ANUUMigratoristi, Libera caccia, Enalcaccia e Federcaccia).
Accordo e principi condivisi e sottoscritti anche dall’Avv. Timo.
La mia coerenza e la coerenza della mia Associazione, quindi, non potevano che far emergere la piena condivisione di tali principi generali.
Ed è sulla base di tale condivisione che – sempre in modo coerente – l’ANUUMigratoristi ha partecipato con convinzione alle riunioni di Bologna con Confavi, Libera Caccia e Enalcaccia, dando un contributo positivo alla costruzione di uno studio di proposta di legge che possa risultare ancora migliore.
Sono io, quindi, che sono rimasto “sconcertato” dalle dichiarazioni di Timo e dal comportamento di Federcaccia che – per chi sa quali motivi reali – ha disconosciuto l’accordo sottoscritto e non ha partecipato alle riunioni di Bologna.
Loro sì (intendo Timo e gli attuali vertici di Federcaccia) si sono allineati a posizioni altrui.
Posizioni che io non condivido assolutamente.
Timo dice che non può esserci né unità né coordinamento con chi non la pensa come lui.
Questo l’avevamo già capito da soli: più volte, nei mesi passati, abbiamo sollecitato l’Avv. Timo a convocare il Coordinamento FACE per iniziare a lavorare concretamente per la caccia ed i cacciatori italiani. Tutti appelli caduti nel vuoto perchè il coordinatore non è stato “super partes”, obbligando gli altri a stoppare una situazione insostenibile.
Sono io quello rimasto “sconcertato” quando Timo si presentò ad un incontro a Roma dimenticandosi delle posizioni concordate anche in merito al famoso “eptalogo” che nessuna Associazione del Coordinamento (tranne Federcaccia) aveva richiesto né, tantomeno, condiviso, tant’è che fu espressamente raccomandato a Timo di non presentarlo come documento del Coordinamento FACE Italia.
A questo punto stia tranquillo Timo: siamo noi a non voler più un coordinamento con chi si comporta in questo modo.
Vorrà dire che – finalmente – l’unità ed il coordinamento li ricreeremo tra le Associazioni che non hanno paura a sostenere sacrosanti diritti pienamente rispettosi delle direttive europee e sempre in fase di “studio” perchè è il Parlamento sede finale di ogni atto legislativo.
Con oggi, comunque, pensiamo alla nuova stagione di caccia ed in bocca al lupo a tutti.

Marco Castellani
Vice Presidente ANUUMigratoristi
e relatore al Convegno di Spoleto

Category: ANUU, Federcaccia

Comments (22)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. valerio ercolini scrive:

    Finalmnte,
    bravo Marco Castellani e’cosi che si fa con chi “razzola”male,bisogna sputtanarli.
    Saluti Valerio.

  2. fabio scrive:

    Non se la prenda Castellani

    a casa mia il timo s’accoppia bene col coniglio !

    si digerisce meglio

    fabio

  3. Alessandro scrive:

    Da iscritto FIDC condivido pienamente quanto affermato da Castellani…

    Caro Presidente,

    non può continuare a predicare bene (vedi Cacciatore Italiano penultimo numero) e razzolare male (vedi posizioni assunte nelle varie riunioni)….

    Non credo che questa modus operandi porti del bene alla nostra associazione….

    La invito a spiegare dettagliatamente ai cacciatori italiani i contenuti della proposta concordata con Zaia…..

    Saluti

  4. Ben scrive:

    Timo dice chiaramente con noi o con gli altri, lui vuole portare una sua mozione in Parlamento per farsi “bello” ma intanto parlano i 180 milioni di Euro messi da parte alle spalle del povero cacciatore Federcaccia che pensava remasse per lui… . Un saluto

  5. Alessandro Fulcheris scrive:

    Grazie Castellani, il tuo intervento è una conferma della lealtà e della coerenza con la quale ANUU sta affrontando la battaglia attuale, dalla parte delle giuste aspettative dei cacciatori. Saluti cordiali a te e a Massimo Marracci. Fulcheris

  6. MARCO71 scrive:

    Grande Castellani e grande Anuu è da tempo che aspettavo una così bella presa di posizione a favore dalla caccia.
    Bravi ancora.

  7. CORRADO scrive:

    Conosco personalmente Marco Castellani anche ultimamente ci siamo trovati a discutere delle modifiche della legge statale, delle posizioni associative,lui Marco ha sempre difeso l’unita’ associazionistica e mai dico mai l’ho sentito parlar male di federcaccia e del suo presidente.
    ma ormai il comportamento di quella associazione e’ talmente lontano dalla nostra passione che anche un tranquillo e riflessivo come Marco non poteva non sbottare..
    una stretta di mano a Castellani e’ d’obbligo

  8. Giusti Giacomo scrive:

    Quando si dice,parlar chiaro!E quì Castellani è stato molto chiaro,e ha tirato fuori quel comportamento strano(per non dire di peggio)che c’è nel presidente Timo.Comunque caro Castellani se le cose vanno avanti,in federarci resteranno quattro gatti.Complimenti per il tuo intervento.

  9. Lapo scrive:

    Per me non è chiaro assolutamente nulla ….

    Bel giro di parole ….

    Sig. Castellani copio e incollo da altro post perchè mi interessa la sua opinione in merito ..

    Copio ed incollo

    Eventuali scorrettezze da parte di pochi non possono e non devono pregiudicare ed addirittura precludere le opportunità di tutti gli altri cacciatori – e sono la stragrande maggioranza – che vanno a caccia rispettando le regole di legge. I pochi comportamenti scorretti devono e possono essere prevenuti con ben altri metodi e, comunque, essere puniti severamente, in modo esemplare. Ma solo chi sbaglia deve pagare.

    Scusi, Egregio Sig. Castellani, dove sono , nella proposta di legge in itinere , le modifiche atte a penalizzare PESANTEMENTE ED IN MANIERA ESEMPLARE coloro che approfittano di una licenza di caccia per farsi i loro porci comodi sparando a tutto quello che capita a tiro di canne ?
    Mi sembra di vedere ch si stiano proponendo solo delle deregolamentazioni e nulla di più. Scusi ma se un cacciatore, che dice di andare alla caccia della migratoria, nel mese di Agosto ( se mai verrà concessa quest’opportunità)sparasse ad un fagiano ( o ad una Lepre )anzichè ad una quaglia , cosa succederebbe ?
    Semplice provvedimento amministrativo ?
    Se cosi fosse apriti cielo , sai che beghe fra cacciatori ………

  10. giorgio ROMAGNOLI scrive:

    x LAPO:
    è semplice: gli ritiri la licenza da uno a cinque anni. per chi ama andare a caccia non c’è peggior cosa che non poterci andare. mi sembra troppo, anche per uno sbaglio del genere, sporcare la fedina penale di uno che poi magari perde anche il lavoro. tutti i giorni assistiamo a fatti di cronaca puniti in maniera ben più blanda.

  11. alex scrive:

    Sig.Castellani per favore c’è un Lapo a cui non è chiaro nulla.La prossima volta che scrive cerchi di usare un linguaggio più comprensibile magari usando qualche disegnino come esempio.

  12. Giusti Giacomo scrive:

    Come ho già scritto tante volte,e lo ripeto:io Lapo non lo capisco!E se non ha capito la coerenza che c’è in quello che Castellani ha scritto,lo capisco ancora meno.Ma se un cacciatore sbaglia,in buona fede,(e a chi non è capitato)si deve assimilare a un bracconiere,e in base al suo post, fucilare?

  13. Giusti Giacomo scrive:

    Ma te lapo sei proprio sicuro(se vai a caccia e a volte dubito che tu vada)di non cadere in un errore che ti costerebbe molto,ma molto caro?Ma!!!!

  14. egisto.bersani scrive:

    Ah , Marco Castellani, quando si dice gli attributi , potrà avere dei rimpianti ma MAI dei rimorsi .
    Approvo in toto la Sua presa di posizione ce ne fossero di castellani.
    Auguri a Lei e ANUU

    Con simpatia EGI.

  15. LAPO scrive:

    Sbagliare a tirare ad un uccello piuttosto che ad un’altro capita a tutti ….

    Sbagliare a tirare a 50 uccelli diversi da un fringuello od una peppola non è cosa comune …. è sicuramente da ritiro della licenza …

    Sbagliare a tirare ad una Lepre quando si è fuori a migratoria ad Agosto ( quando mai verrà ) non è cosa comune …è sicuramente da ritiro della licenza …

    Sbagliare a tirare ad un fagiano quando si è fuori alla migratoria ad Agosto ( quando mai verrà ) non è cosa comune …è sicuramente da ritiro della licenza …

    Sbagliare a tirare ad un Ungulato ( cinghiale, cervo o capriolo poco importa ) quando non si è autorizzati non è cosa comune …..è sicuramente da ritiro della licenza …

    Per Castellani : il senso di quello che lei dichiara è comprensibile.Solo che ha fatto un sermone indigesto
    Bastava che dicesse : voglio smantellare la 157/92 . Tutto qui ….

  16. lucas scrive:

    La 157/92 è miseramente fallita, come i compagni che ce l’hanno imposta per consolare i loro alleati verdi, sconfitti al referendum del 1990.

  17. Andrea (pe) scrive:

    In tempi ancora non sospetti(2002)da iscritto federcaccia passai ad ANUU….mai scelta fù più azzeccata….GRAZIE Sig. Castellani e mi saluti cordialmente l’Avv. BANA.

  18. sergio scrive:

    Non riesco a capire il comportamento di Federcaccia e del suo massimo rappresentante.Non so se si rende conto,che se per malaugurata sorte ,qualcuno viene a trovarsi incosapevolmente a cacciare in un’area protetta(coloro che si spostano dalle loro zone abituali),rischia di essere condannato a scontare una pena in carcere.Con questo governo speravo che cambiassero le cose,ma a quanto pare,anche questi hanno fatto promesse di marinaio.In questo paese a un magistrato che si “DIMENTICA” un timbro o emette in ritardo una sentenza,e dei killer vengono rimessi in libertà,non succede nulla.Se per “DISGRAZIA”,no per distrazione, per carità,ad un malato ci si dimentica qualche arnese nel suo corpo,non succede nulla,anzi,ci manca poco che non denuncino il poveretto per appropriazione indebita.Ma se metti piede in in’areaprotetta:e no,non si fà,è scritto che devi andare in galera,per la felicità di una certa categoria di persone.Caro Presidente Timo,non abbia timoredi mandare a quel paese i pseudo protezionisti e come Lei disse a Bari:questa manifestazione non deve essere l’ultima.Se c’è bisogno di alzare la voce,siamo in parecchi,e visto che tutte le associazioni venatorie,prendono delle grosse somme dai cacciatori,forse sarebbe il caso che tante notizie e magagne di molti politici (azioni sottobanco),le rendiate publiche,ma non solo sulle nostre riviste(le leggiamo solo noi),ma anche sui massmedia anche pagando,ma interessando non solo il mondo dei cacciatori.Si allontani da quelle associazioni apertamente schierate politicamente.Capisco che senza la politica,non si fà niente,ma quando è troppo è troppo.E’ora di dire:BASTA.Basta con le false promesse pre elettorali;Basta con i buonismi;BASTA con i pseudo protezionisti,che nulla hanno a che fare con chi è a contatto sempre con la natura,e che imbalsamerebbero,tutto il territorio,solo perchè devono trascorrerci le vacanze(vedi Parco Nazionale del Gargano).SPERIAMO!17

  19. Giusti Giacomo scrive:

    Si Lapo da ritiro della licenza di caccia,da ammenda,sia pure salata,ma non da anni di tribunali penali!

  20. Baghy scrive:

    Se un automobilista passa con il semaforo rosso può causare una strage ed è sanzionabile con una ammenda amministrativa, solo da poco e certamente non dal 1992 gli vengono decurtati dei punti sulla patente. Un cacciatore che per sbaglio abbatte un uccello protetto non ricompreso nella spece dei fringillidi è penalmente perseguito con il ritiro dell’arma, una denuncia penale con processo che si può evitare con il patteggiamento ad una multa di €516,00. Attenzione, se si seguirà questo iter il reato resterà per sempre iscritto nella fedina penale del cacciatore denunciato, poi con l’attestazione dell’avvenuto pagamento e attraverso una domanda fatta su apposito modello si potrà riavere l’arma sequestrata. Bravi chi o coloro difendono questa maledettissima legge. Baghy

  21. LAPO scrive:

    per Giusti Giacomo

    copio e incollo

    Si Lapo da ritiro della licenza di caccia,da ammenda,sia pure salata,ma non da anni di tribunali penali!

    Come affermato in precedenza sono d’accordo con la depenalizzazione di alcuni reati , come auspichi anche Tu

  22. pierpaolo scrive:

    E bravo Timo infatti lui il documento non lo ha presentato come coordinamento FACE ITALIA bensi’ come FACE E MARTELLO maditate amici meditate.

Leave a Reply


+ 8 = 11

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.