Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

ANLC risponde a FIDC

| 17 settembre 2008 | 19 Comments

Come riceviamo e cosi’ pubblichiamo
***

Risposta al comunicato stampa del presidente Franco Timo

La lettura del comunicato diramato dal Presidente della Federcaccia mi ha lasciato sconcertato e perplesso al tempo stesso, e cercherò brevemente di spiegarne i motivi. Innanzitutto va precisato che non è l’unico a sentirsi amareggiato per il mancato raggiungimento dell’unità del mondo venatorio. Se ricordo bene, il tempo da lui dedicato a riunioni, incontri informali e tavoli operativi è stato minore di quello dedicato da altri presidenti, me compreso.
Sicuramente, visto come stanno le cose, qualcosa non ha funzionato come avrebbe dovuto, ma da questo a dichiararsi stupito dalle posizioni della Libera Caccia ce ne corre!
Noi non abbiamo gettato nessuna maschera perché di maschere non ne abbiamo mai indossate. Né per compiacere lui né, tanto meno, per blandire qualcun altro. Se c’è stata un’Associazione venatoria che ha sempre avuto un atteggiamento estremamente critico nei confronti della legge 157/92, quella è stata la Libera Caccia.
Mentre abbiamo sempre riconosciuto la correttezza di alcuni principi fondamentali di questa legge, nessuno di noi ha mai inneggiato alle norme restrittive e punitive in essa contenute, e ha sempre lavorato, con grande coerenza e spesso in totale solitudine, affinché si correggesse quanto nella legge ci sembrava sbagliato e ingiusto. Sorprendersi, oggi, per questo nostro ben noto atteggiamento, non è pertanto assolutamente legittimo, a meno che non si voglia ammettere di aver sempre fatto orecchie da mercante alle nostre storiche richieste.
Vorrei ricordare a Franco Timo che il presidente di questo Coordinamento, di cui solo ora sembra scoprire il fallimento, è proprio lui e quindi mi sembra sconcertante il fatto che tenti di indicare altri colpevoli, ricorrendo, tra l’altro, ad espressioni (come i non meglio precisati interessi di bottega) che mi sembra si adattino molto meglio alle macroscopiche lotte interne che Federcaccia non ha mai risolto e che ora emergono in tutta la loro preoccupante dimensione.
Infine, mi ha sconcertato la grande supponenza con la quale il Presidente Timo ha definito “minoranza chiassosa” quella che, nel corso dei convegni di Spoleto e San Rossore, si è “permessa” di chiedere l’urgente modifica della legge 157 e non certo la sua cancellazione. Evidentemente, agli occhi del presidente Timo, è stato compiuto un grave attentato di lesa maestà nei confronti suoi e di chi, come lui, ha sempre difeso a spada tratta non l’impianto della legge ma le sue applicazioni aberranti e insostenibili.
La Libera Caccia non ha mai fatto proclami; ha sempre svolto e continua a svolgere, in maniera chiara e trasparente, il suo ruolo di sindacato dei cacciatori. Senza allinearsi con nessuno, ma dialogando con chiunque voglia il rispetto del mondo venatorio e la salvaguardia del giusto prelievo delle specie cacciabili, compreso anche il fringuello, per il quale Arcicaccia e Federcaccia gridano allo scandalo.
A sostegno del nostro studio di modifica della 157/92, concordato con alcune associazioni venatorie, ma condiviso da tutti i cacciatori italiani, si è deciso di intraprendere una petizione che ha l’obiettivo di raccogliere un milione di firme, per dimostrare il grande appoggio riscosso da tali proposte. Un traguardo che riusciremo a raggiungere nonostante la feroce ostilità dei vertici di Arcicaccia, Federcaccia e Italcaccia. Ultimamente, poi, sembra che anche l’Enalcaccia, che pure ha partecipato direttamente alla stesura del testo di modifica, si sia dissociata dalla raccolta delle firme e sinceramente mi piacerebbe conoscere i motivi di questa decisione che ritengo incomprensibile. Per concludere, voglio ribadire il totale impegno della Libera Caccia, senza pregiudizi nei confronti di nessuno (nonostante le ultime scaramucce) ad individuare un cammino comune che permetta a tutte le associazioni di raggiungere un unico obiettivo: il definitivo recupero della nostra dignità di cittadini e di cacciatori che, in quanto ad onestà, non siamo secondi a nessuno.
E questa dignità può essere riconquistata anche attraverso la rivisitazione di una norma che, dopo 16 anni, non può più essere considerata come un dogma perfetto e intoccabile.

Il Presidente
Paolo Sparvoli

Category: ANLC, Federcaccia

Comments (19)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. barba scrive:

    ma enalcaccia si e dissociata dalla raccolta delle firme ?
    mi piacerebbe saperlo visto che sono un loro tesserato c’e qualcuno che lo sa di preciso?
    io francamente non ci sto capendo piu nulla ma non sara mica che tutto questo parlare di cambiamenti alla fine restera cosi per altri 16 anni visto che chi ci dovebbre tutelare parla parla e non conclude
    ma secondo me l’acqua e poca o sia scarseggia
    e la papera non galleggia
    comunque in bocca al lupo a tutti voi per domenica e in c…. agli anticaccia

  2. Alessandro Fulcheris scrive:

    Per Barba
    a quanto pare si, si sono dissociati, con grave rammarico del Vicepresidente Cicognani che pure era stato uno dei più attivi negli incontri per la stesura del testo. Una figura davvero meschina, non riesco a trovare altri aggettivi, di fronte al mondo venatorio nazionale. Spero che i loro associati facciano tesoro di questo incomprensibile dietrofront e agiscano di conseguenza. Evidentemente le parole “serietà” e “credibilita”, all’Enalcaccia, come si dice qui in Toscana, “gliel’ha mangiate il maiale”

  3. Baghy scrive:

    Avranno ascoltato i consigli del loro Giacomo Critti gli Enalcaccia e visto che lui è in contatto diretto col Ministero auguri.Baghy

  4. Fabrizio69 scrive:

    come sarebbe a dire “un milione di firme”? o questa????

  5. Alessandro Fulcheris scrive:

    Ho appena visto il resoconto dell’assemblea di S.Rossore su Canale 50 di Pisa. Ho parlato dal palco come primo intervento del pomeriggio, per 20 minuti circa, sempre ripreso dalle telecamere (2). Da ultimo mi sono fatto intervistare sempre da canale 50, un altro piccolo intervento di circa 2 minuti. Risultato: zero. In un programma durato mezz’ora sul convegno con interviste plurime il sottoscritto, che sostituiva un Presidente Nazionale e che quindi era a pieno titolo RELATORE, è stato totalmente ignorato. Il nostro Presidente Provinciale Pisano Stefano Perini è stato redarguito perchè ANLC al convegno è stata troppo dura nel suo intervento, è uscita dalle righe, ha chiesto troppo. Ci si rende conto di tutto ciò? Povera Democrazia, in Toscana non ti conoscono…poi si lamentano perchè hanno perduto le elezioni…

  6. Federighi Alessandro scrive:

    Bravo Alessandro tu la tua parte l”hai fatta! Chi invece non ha mantenuto le posizioni è l”enalcaccia!Davide Luca Enna aspetto un tuo commento!saluti

  7. Alessandro Fulcheris scrive:

    Ciao Ale Federighi,
    il passo indietro dell’Enalcaccia è già di alcuni giorni fa, e come vedi non esce uno straccio di comunicato stampa da parte loro, si vergognano come ladri…povera caccia italiana..che schifo!!

  8. MARCO scrive:

    noto con piacere che da molto tempo Alessandro Fulcheris (Libera Caccia Toscana) si è calato nel ruolo di paladino dei cacciatori,specilmente nel periodo del tesseramento, cercando con comunicati e con dati alla mano,di “raccattare” più iscritti possibili verso la propria associazione di riferimento. Non sarà mica che alla Libera Caccia diano un “premio” a chi ha più iscritti!! ma il dubbio resta. Resta il fatto che ha scritto UNA C…..A” in quanto, dare dei “LADRI” a chi stà lavorando da più parti (essendo l’Enalcaccia NON SCHIERATA POLITICAMENTE CON NESSUN PARTITO NE DI MAGGIORANZA NE DI MINORANZA, ma agendo autonomamente al servizio della caccia ed in base agli indirizzi dei sempre più soci iscritti) per poter esercitare una caccia speriamo in un futuro migliore di questa, lasciando ai nostri figli una concreta speranza di poter continuare l’arte più vecchia del mondo. Ma visto che Fulcheris SA TUTTO DI TUTTI IN TOSCANA E NON, mi meraviglia che non sappia o non vuol dire quello che sà. E cioè: che l’Enalcaccia la quale oltre ad essere quella che si è impegnata da anni ad una modifica della stavecchia e non più sostenibile Legge sulla caccia, ha contribuito in primis (ed è stato riconosciuto da più parti anche in questo sito)alla “importantissima e giustissima MODIFICA Berlato CONFAVI raccolta firme ecc. ecc. la quale nella calda estate passata ha portato moltissimi seguaci di diana compreso il sottoscritto a dare un contributo per tale modifica” NOI ENALCACCIATORI STIAMO attentamente valutando quella che oggi è da ritenersi la più plausibile e veloce (per tempi di attuazione) ed essendo in linea con la maggior parte delle richieste dei cacciatori ed è il DISEGNO DI LEGGE DEL 07 MAGGIO 2008 PRESENTATO D’INIZIATIVA DEL SENATORE BENEDETTI VALENTINI (PDL) al senato consultabile da google (senatore benedetti valentini caccia).

    un saluto, stimo molto le iniziative della Liberacaccia ma farsi la guerra tra poveri non porta lontano caro alessandro.

    marco

  9. fabio scrive:

    x Marco
    Spesso in questi post ci si offende con delle parole grosse , tipo quella di Alessandro Fulcheris nei riguardi di enalcaccia , ma non vorrei fare l’avvocato difensore di Fulcheris e credo non ne abbia bisogno , ma in pieno periodo tesseramento ( visto che a Lei è piaciuto il riferimento ) delegare il vicepresidente a firmare accordo congiunto con i promotori di una petizione fortemente voluta dalla stragrande maggioranza dei cacciatori , fregiarsi sui moduli del proprio logo , per molti cacciatori potrebbe aver significato ADESIONE , pertanto molti che come me sono migrati da federcaccia a anlc , potrebbero essere migrati o rimasti tesserati in enalcaccia , confavi ecc.
    Fatto il tesseramento ecco le smentite .
    Anche se un solo cacciatore abbia confermato enalcaccia o abbia migrato in enalcaccia proprio grazie all’adesione alla petizione ( poi smentita ) , personalmente ritengo questa tessera rubata ( anzi come diciamo noi a Roma ” solata ” )
    Ovviamente è una mia considerazione , ma credo che l’accostamento ai ladri non sia proprio improprio .
    Non me ne voglia
    Fabio

  10. barba scrive:

    per alessandro fulcheris grazzie per la risposta e siccome sono pisano ti dico gaio lo preso in domo
    l’anno prossimo si vedra a chi associarmi lo faro solo con chi si batte veramente per noi cacciatori e non per L?interessi loro
    comunque secondo me queste associazionei sono troppo politicanti e qusto il male la politica e’ una cosa la caccia e un altra cosa e’ passione e gioia e vita
    ciao ale (non sarai mica livornese)

  11. Alessandro Fulcheris scrive:

    caro barba mi spiace deluderti ma sono proprio livornese, anzi piombinese per la precisione, e risiedo a Venturina. Grazie per il tuo post, ma ti dico volentieri tutto, sono sull’elenco telefonico e mi firmo nome e cognome, e siccome non mi chiamo Rossi (di famiglie Fulcheris in Italia forse ce n’è una diecina e in toscana due, io e il mio babbo) è facile anche trovarmi, questo lo dico per il post precedente di Marco, intanto firmati e fatti riconoscere, poi ti rispondo, sia sul fatto del tesseramento si su quello dei ladri. Sono molto incazzato con la tua associazione Enalcaccia, è come aver intrapreso e condiviso una guerra insieme, fidandosi l’uno dell’altro, e poi nel bel mezzo della battaglia le vostre divisioni girano i tacchi e vanno via lasciando nella m…a noi disgraziati. Chissà come se la ridono i nostri nemici, sia cacciatori che animalisti. Ti ripeto il mio disappunto e vi lascio alla vostra vergogna. Sono convinto che tanti soci e dirigenti Enalcaccia non sono assolutamente d’accordo col loro Consiglio Nazionale e forse te Marco sei uno di quelli, e allora fatevi sentire perdìo! Che una bella figura, girala come ti pare, non l’avete fatta davvero.

  12. pierpaolo scrive:

    Caro Fulcheris
    non avendo ancora notizie ufficiali dalla Presidenza dell’Enalcaccia preferirei ASPETTARE nel attaccare in questo modo chi ,come giustamente ricordi,ha condiviso i nostri propositi.

    Se poi hai a disposizione qualche comunicato ufficiale (firmato) mostralo subito.
    Spero che questo mio invito venga accolto sia dall’Enalcaccia che deve provvedere ad informarci sulle sue posizioni sia dalle altre Ass.Venatorie che dovrebbero attendere notizie certe.
    Grazie
    Pierpaolo

  13. ilio scrive:

    Bene Alessandro sei sempre un SIGNORE a queste becere persone che adottano questi puerili metodi ben altre cose gli si dovrebbero dire, ma purtroppo siamo in rete e veniamo giustamente censurati Saluti

  14. Alessandro Fulcheris scrive:

    Per Pierpaolo,
    la notizia l’ho avuta ieri parlando con il mio Presidente Paolo Sparvoli, e soprattutto leggendo il comunicato anlc firmato proprio da lui. Era già tanto che era nell’aria e ti giuro che speravo tantissimo che non corrispondesse a verità. Per Ilio dico solo un grazie, leggo sempre con piacere i tuoi post molto intelligenti e ben scritti, continua così.
    Ora vado a dare un’occhiata a un’oasi dove ci esce qualche germano….glieli sistemo io al wwf!!

  15. pierpaolo scrive:

    Continuo ad esortati\vi ad attendere,le mie fonti mi riferiscono che non tutto è perduto nei rapporti con gli alleati.
    Qualcosa DI UFFICIALE si saprà tra qualche giorno c’è gente seria e motivata che ci lavora dietro senza sosta.
    Spero di non sbagliarmi.
    L’unione fa la forza.

  16. sergio scrive:

    Finalmente iniziano a cadere le maschere, in particolare quelle indossate dai dirigenti f.i.d.c.
    Siamo a pochi giorni dalla apertura generale della caccia, finalmente ci sono alcune speranze che questo sia l’ultimo anno che andiamo a caccia con questa legge 157/92 a dir poco vergognosa, per inadeguatezza efficenza e dignità dei praticanti.
    Pertanto auguro di tutto cuore, e vorrei che tanti facessero altrettanto, “BUONA CACCIA” a tutti quei pecoroni che per sudditanza, pigrizia, ed interessi di parte, non hanno voluto sottoscrivere la petizione di modifica della 157/92.
    Per tutti gli altri, un sincero, cordiale, enorme “IN BOCCA AL LUPO”
    Forza ragazzi.

    Sergio ancona

  17. Fabrizio69 scrive:

    si…ma da dove esce fuori stò “milione di firme” di cui si parla nel comunicato?

  18. Alessandro Fulcheris scrive:

    per Fabrizio 69
    se tutte le firme che sta raccogliendo ANLC sono ancora nei punti di raccolta perlomeno fino a domenica (da lunedi cominciamo a spedirle) e se è vero come si vocifera siamo vicini a 600.000, pare credibile poter arrivare al milione. Sarebbe un risultato clamoroso.

  19. MARCO scrive:

    X FABIO ED X ALESSANDRO
    vedete io sono una persona che la caccia la vive a 360° tutto l’anno rispettando tutte le forme possibili e lecite di caccia consentite, pratico la caccia di selezione, quella con il cane da ferma da poco quella alla lepre e per finire dal 1989 quella ai colombacci da appostamento fisso (sono stato fondatore del club del colombaccio nella mia provincia appena uscì, ma dopo poco lo abbandonai perchè diventava troppo settorialista) abito in provincia di Arezzo a 3 km. da quella di Siena e a 9 da quella di Firenze e da circa 2 anni vivo nel periodo estivo a Follonica (GR). A dimenticavo sono stato tesserato fdc (solo per prendere il porto d’armi)e da oltre 20 anni sono e sarò con ENALCACCIA essendo ad oggi l’UNICA ASSOCIAZIONE dove non si fa politica verso quello o verso l’altro schieramento politico ma si cerca di proporre cambiamenti che il popolo venatorio a bisogno e vuole (ve lo garantisco sono stato portatore di svariate iniziative volte a voler modificare la vecchia legge 157/92 verso chi era nella stanza dei bottoni prima, dopo ed ora a forza di rompere, alla fine grazie anche all’aiuto di chi “martellavo” giornalmente oggi si parla di MODIFICA o di CAMBIAMENTO, però visto lo scenario degli ultimi anni in cui la caccia è ridotta sono sicuro che a nessuno e da nessuna parte interessi la caccia, ma la caccia gli serve solo per prendere la “seggiola” ed avere un bel reddito. Alla faccia di chi oltre a spendere dei bei euroni si trova rinchiuso in un recinto (ATC). Infine se il Vice Presidente Enalcaccia CICOGNANI ha sottoscritto la raccolta delle firme emettendo il logo dell’enalcaccia sulla petizione popolare (Berlato Confavi)e nel frattempo ne è uscita un’altra (PIU’ DI FACILE REALIZZAZIONE CONSIDERATO CHE E’ GIA’ AL SENATO e anche dal fatto che noi cacciatori siamo rimasti al palo per ben 16 anni speriamo sia la volta buona e speriamo venga recepita quanto prima diventando LEGGE) essendo dalla stessa corrente politica BENEDETTI VALENTINI ( e FORSE MIGLIORE DELL’ALTRA PER NOI CACCIATORI) non vedo lo essere considerati dei ” Disertori Ladri” assolutamente NO, ma PIUTTOSTO DIALOGARE CHI CON I FATTI e non con le parole CERCA IL CAMBIAMENTO. L’Enalcaccia vigilerà e collabora fattivamente con chi viene ad ascoltare i veri problemi della base dei cacciatori e seguirà passo per passo l’iter burocratico del nuovo DISEGNO DI LEGGE DEL 07 maggio 2008 e collaborerà con TUTTI per arrivare ad una modifica sostanziale della 157/92, fin dalla prossima stagione venatoria (SPERIAMO BENE !!!!!!!!)
    un saluto
    intanto la stagione venatoria 2008/2009 inizia e la legge 157/ del 1992 RESTA
    a dimenticavo sono un semplice SOCIO il quale si augura una caccia con meno burocrazia e con più selvaggina da poter cacciare in tutta la PENISOLA (isole e isolette comprese)CIAOOO
    MARCO

Leave a Reply


+ 9 = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.