Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

FIDC si costituisce parte civile

| 2 febbraio 2008 | 7 Comments

Tratto da NewRimini.it

Cacciatore morte a Trani. Federcaccia si costituisce parte civile

RICCIONE: L’Ansa riporta che Federcaccia ha intenzione di costituirsi parte civile nell’eventuale processo a Trani sulla morte di un cacciatore riccionese avvenuta nel 2005. Per quella morte sono stati arrestati il 15 gennaio un ufficiale della Forestale, un dirigente locale del Wwf e una guardia venatoria volontaria, che, per l’accusa avrebbero svolto controlli contro il bracconaggio con metodi violenti. Agli indagati sono contestati i reati di violenza privata continuata aggravata, omicidio colposo con morte come conseguenza di altro delitto, falsità ideologica e materiale, abuso d’ufficio, calunnia continuata aggravata, lesioni aggravate, commessi tra il 2005 e il 2007.

 A dirlo è uno degli avvocati che tutela gli interessi dei familiari di Mario Botticelli, il cacciatore morto durante un controllo in una battuta venatoria a Spinazzola di Bari. Botticelli fu controllato da un gruppo di sei volontari del Wwf e un ufficiale della forestale. Durante il controllo, avvenuto secondo il Gip con modalità violente, il riccionese fu costretto a spogliarsi e durante la perquisizione morì per un attacco cardiaco. I familiari di Botticelli hanno dato incarico agli avvocati Paolo Righi e Nicoletta Gagliani di Rimini, e Mariano Rossetti di Bologna. Ora è arrivato anche il mandato di Federcaccia. “Citeremo anche – ha spiegato Righi – come responsabile civile, la Provincia di Bari in quanto uno degli arrestati è della forestale di Bari e gli altri sono guardie volontarie venatorie che agiscono previa autorizzazione dalla Provincia. Ma anche il Wwf che sceglie le guardie volontarie da utilizzare nei controlli venatori”. Secondo il legale riminese il gruppo era tra l’altro già stato oggetto di una serie di esposti presentati da altri cacciatori e associazioni venatorie a partire dal 1991, in cui si lamentavano metodi violenti.

Category: Federcaccia, Puglia, WWF

Comments (7)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giovanni Fidc scrive:

    Anche se per il wwf e loro sostenitori di tutte le razze, quei soggetti sono dei serafini
    con tanto di alucce e aureola, credo che ci possano essere abbastanza capi d’accusa e anche
    pesanti nei confronti di quei personaggi. In ogni caso e personalmente, non condanno nessuno
    se prima non c’è la pronuncia definitiva della Magistratura competente. Dico solo che se saranno ritenuti responsabili di tutte le efferatezze in oggetto, la pena sia pesante e di monito a chi va in giro col coltello tra i denti e con l’odio viscerale verso tutti i Cacciatori, solo perchè sono Cacciatori. Ripeto solo ciò che avevo già scritto, come guardia volontaria di associazione venatoria ormai da 34 anni, ho conosciuto e conosco dei soggetti che chiedono il decreto di guardia solo ed esclusivamente per fare la guerra al Cacciatore o pescatore o chiunque gli si pari davanti. Come ha scritto qualcuno, dovrebbero fare severa selezione tra quelli che facendo parte di associazioni anticaccia, vedi per es. la Lac o Lav o altri, è chiaro quale può essere
    l’intento di simile guardia no? Anche se come detto altre volte, conosco parecchie di quelle citate guardie con le quali mi associo per fare servizi combinati in quanto persone serie e rispettose di tutti, strano ma vero dirà qualcuno, ma è così almeno nella provincia e nel territorio dove opero.
    Giovanni Aiello

  2. Baghy scrive:

    Sarebbe opportuno a mio modo di vedere, registrare le “visite ” dei guardiacacciatori animalisti e informare il Prefetto del metodo da loro usato per controllarci. Lamentarci fra di noi non serve a niente, bisogna rendere pubblico tutto il male che intendono farci senza motivo se non quello di pensarla diversamente da noi. Ora che la stragrande maggioranza dei cittadini ha capito chi e cosa sono certi fondamentalisti ambientali ed animali, vedendo cosa accade in Campania con i rifiuti, cosa stiamo pagando i Paesi limitrofi (Francia e Austria)per l’approvigionamento di corrente elettrica e lo smaltimento dei rifiuti stessi, dobbiamo far sentire anche la nostra campana, la loro ha suonato per troppo tempo in maniera stonata e noi cittadini di serie A siamo stanchi di tutto questo. Se le associazioni venatorie che ci hanno fin qui rappresentato hanno paura di protestare nelle sedi opportune, ebbene dobbiamo farci carico del problema e farlo noi magari attraverso un tamtam mediatico o dare fiducia a persone giuste nel posto giusto. Baghy

  3. ezio scrive:

    Caro Giovanni devi essere proprio una persona per bene! In vari tuoi interventi, come ad es. quest’ultimo, magari parti in quarta dando addosso a qualcuno ma poi alla fine riesci sempre a trovare un equilibrio nei tuoi giudizi. E sei della FIDC, che in teoria dovrebbe essere schierata con il centro destra e dai il voto agli altri, come io sono ex FIDC ….perchè nella provincia piemontese in cui vivo mi ha deluso profondamente …. ed ho trovato nell’Arcicaccia locale un gruppo di persone stupende che hanno voluto darmi spazio (fin troppo ed immeritato…) sapendo che, pur essendo un libero pensatore, nel senso che non do colore alle idee giuste (giuste per me s’intende…), le mie simpatie sono andate in questi ultimi anni alla Lega Nord ed ora osservo con attenzione i primi passi di “Terra d’Italia”… anche se non so come farà ad “uscire dal guscio”….
    Come vedi qualcuno cerca a volte di imprigionarci in stereotipi, semplificando tutto mentre in realtà le persone sono un bel miscuglio di “cose”. L’importante credo io è essere equilibrati, sereni, vedere la realtà dei fatti e non essere totalmente accecati da questa o quella passione o convinzione.
    Così com’era giusto pensare prima del voto, e lo avevo detto in più di una pubblica riunione, che Pecoraro Scanio Ministro dell’Ambiente non ci avrebbe portato nulla di buono è altrettanto giusto ricordare cosa NON fecero in nostro favore, anzi, Pisanu & C., pur godendo di una maggioranza schiacciante.
    Comunque sono altrettanto certo che gli estremisti, i “talebani”, quelli che non sono coscienti del contesto sociale e storico in cui vivono ma rimpiangono sempre un passato che non ritornerà mai più o credono in un futuro utopico, a qualsiasi categoria appartengano non portino nulla di buono alla causa in cui credono.
    Credo che la vicenda accaduta in Puglia, in qualsiasi modo andrà a finire, sia la prova che l’estremismo sia infine controproducente proprio per chi lo persegue.
    Ti invio un caloroso in bocca al lupo che estendo come sempre a tutti i “C”acciatori.
    Ezio.

  4. Giovanni Fidc scrive:

    Grazie per i complimenti Ezio, non credo di essere chissà chi, ma cerco di fare, o di dire in maniera particolare, quello che posso e devo. ho sempre cercato nella mia vita di dare il meglio di me in tutti i campi che riguardano la nostra attività venatoria. Ho fatto l’istruttore per gli aspiranti cacciatori
    per quanto riguarda le armi da caccia, da 34 anni circa faccio la guardia volontaria, prima per l’Enalcaccia(10 anni) poi sono passato alla
    Federcaccia e anche se non ne sono per nulla entusiasta della sua politica, almeno per ora ci rimango. Non amo molto la politica e i politici attuali, in modo particolare chi ci ha preso e che ci vuole ancora prendere per i fondelli. La lega nord…mi spiace, ma li considero degli esaltati guidati da un novello duce. Comunque se è vero che anche la caccia è legata, purtroppo, alla politica e ai politici, bisogna che scegliamo con chi stare e anche se non sarà una scelta facile, dobbiamo farlo al meglio. Ti ricordo che ho votato si a sinistra, ma non amo il pecoraro o chissà chi di loro. L’ho già detto e lo ripeto, speravo in meglio per il futuro di noli tutti e dei nostri figli, mi hanno deluso anche loro. Come non faccio riferimento solo al mondo della caccia per le problematiche di vita. Dovessi rinunciare alla caccia per dare un lavoro e un futuro certo ai nostri figli, sarei pronto al sacrificio, anche se ne soffrirei moltissimo credimi. Tu vivi in piemonte, dove se è lecito saperlo? chissà se un giorno possiamo incontrarci, non siamo così lontani no? Io vivo in Torino. Un cordiale saluto a te e a tutti i lettori del sito.
    Giovanni Aiello

  5. Giovanni Fidc scrive:

    Per Ezio. Se vuoi puoi contattarmi al mio indirizzo di posta elettonica che invio sul sito. giovanni.aiello.50@alice.it
    Se vuoi possiamo scambiarci commenti, foto e impressioni sulla nostra amata attività. Fa tu, se ti fa piacere, l’indirizzo lo puoi rilevare e usare. Lo stesso può valere per altri amici. Buona giornata a tutti in maniera particolare al mio amico Daniele.

  6. macc scrive:

    caro Giovanni ed Ezio , o letto le vostre opinioni ,sul caso che è successo in Puglia ,è una realta’purtroppo angosciosa . Come voi sapete noi del piemonte , siamo nel cuore dei verdi,questa gente che va in cerca del cacciatore , non aspettano altro che lo trovino in fallo per punirlo :voi ragazzi sapete che adesso se sbagliamo ci fanno male nel vero senso della parola. Pensate che l’ultimo giorno di caccia ad appostamento temporaneo 30/01/08 ,o visto arrivare tre guardie, sono stati ad osservarmi per circa un’ora , quando o sparato ad un colombaccio ,sono venuti immediatamente, non vi dico ragazzi quante domande (la cartuccia esplosa,ai segnato il capo ecc.. ecc..)per carita’ fanno il loro dovere , ma non siamo degli assassini . Ciao a tutti voi

  7. raffaele scrive:

    caro giovanni, dato che fai la guardia volontaria, vorrei sapere se prima di guardare nella sacca di un cacciatore chiedi il permesso oppure allunghi le mani sulle tasche per capire cosa ci possa essere all’interno, ti chiedo questo perchè mi è capitato, che una persona spregevole, lo ha fatto a me e vorrei capire se queste persone lo fanno perchè in quel momento si sentono qualcuno nella loro misera vita, persone inutili penso io, una persona di circa quarant’anni che va vicino ad un cacciatore di 70 dovrebbe innanzitutto avere più rispetto per la persona umana, quella persona era mio padre e vedere quell’essere inutile che gli metteva le mani addosso mi mandò su tutte le furie, e solo perchè sono una persona onesta non ne feci una massa di ossa rotta, quindi io direi che queste guardie volontarie dovrebbero innanzitutto imparare le buone maniere e poi andare a controllare le persone nei boschi.
    ora, vorrei sapere quelli della fidc quando è arrivato il 17 di agosto ed ancora ci sono regioni che non hanno pubblicato il calendario venatorio cosa fanno cosa pensano? ve lo dico io non pensano fanno solo i conti sulle tessere incassate, quando vedono una planimetria regionale e vedono che il territorio esposto a vincoli supera di gran lunga la terza parte del territorio, anzi la terza parte è territorio libero ed i due terzi vincolato “vedi puglia” cosa pensano i dirigenti di fidc, timo non pensa fa solo i conti ma io sono sicuro che prima o poi anche loro schiatteranno e il diavolo se li porterà via tutti questi mangioni schifosi ed allora prenderò un giorno di festa a lavoro ed andro a divertirmi alla faccia loro.
    un caro saluto a tutti i cacciatori onesti e perchè no anche alle guardie oneste e rispettose.

Leave a Reply


7 + 3 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.